Trasparenza, la lungimiranza della civica ‘Città ViVa lista Moka’

image_pdfimage_print

di EVA PANISSA

Tanto tuonò, che piovve…” Esordisce così il consigliere comunale Moris Calbucci, capogruppo della lista civica ‘Città ViVa per Bellaria Igea Marina’ (nella foto tutto il gruppo), per esprimere una soddisfazione attesa molto a lungo. Non si è mai arreso. “Finalmente” – dice – dopo due anni di battaglie sostenute in Consiglio Comunale dalla nostra civica Città ViVa per sollecitare trasparenza e chiarezza sui contributi pubblici, accogliamo con favore l’iniziativa dell’Amministrazione che da alcuni mesi sta pubblicando sul sito del Comune sotto la voce ‘Amministrazione Trasparente’ l’elenco dei contributi pubblici e le finalità previste, con tanto di determina dirigenziale. I cittadini possono così rendersi conto di come vengano spesi i loro soldi, liberi di valutare attentamente la validità o meno dei progetti, dei finanziamenti e delle capacità dell’amministrazione. Per citare un esempio, è possibile visionare l’anticipo per la stagione 2013 di 350 mila euro concessi a Verdeblu e verificare come questa cifra viene spesa. Oppure vedere che all’ANSPI, il Comune dà un contributo di 23 mila euro. Per raggiungere questo scopo abbiamo combattuto due anni, tuttavia, in merito ad alcune fatture (sempre che esistano), relative ai 170 mila euro erogati a Polo Est srl il 10 dicembre del 2010, e i 195 mila euro erogati a Bella Tavola il 31 gennaio del 2011, nell’ambito del progetto di Verdeblu srl ‘Bellaria Igea Marina – Un anno con Noi – eventi e promozione 2011’, nonostante la sentenza del Tar fosse a nostro favore, l’Amministrazione Ceccarelli ha opposto ricorso al Consiglio di Stato, rendendo impossibile l’accesso a tali fatture.

città viva foto gruppo

GRUPPO I componenti della lista civica ‘Città ViVa per Bellaria Igea Marina’ autori della ‘battaglia’ sulla trasparenza dei contributi pubblici.

Ora, se anche il Consiglio di Stato, come è auspicabile, darà ragione ai diritti dei cittadini che noi rappresentiamo, come già successo con il Tar e i giudici di Ancona, ci rivolgeremo al procuratore della Repubblica, pretendendo che i diritti dei cittadini vengano rispettati anche nei casi di Polo Est srl e Bella Tavola, per il quale il sindaco Ceccarelli, Verdeblu srl e il dirigente, nonostante siano state riportate le delibere e le determine dirigenziali del caso, riguardanti il progetto di Verdeblu srl ‘Bellaria Igea Marina – Un anno con Noi – eventi e promozione 2011’, si stanno aggrappando a cavilli e a dubbie interpretazioni pur di non rendere pubbliche le fatture richieste. Comunque” conclude Moka Calbucci, “rendiamo merito all’Amministrazione, per l’iniziativa che riconosce finalmente legittima e doverosa nei confronti dei cittadini, la nostra richiesta di trasparenza avanzata durante l’attuale legislatura e garantisce per il futuro una migliore condizione di controllo sull’operato degli amministratori.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni