1

Saludecio: teatro e incontro stellare con Gianfranco Lollino. Nel ricordo di Mario Pazzaglini

Week end di cultura a Saludecio con due appuntamenti. Uno relativo alla rassegna teatrale del Verdi. L’altro con il primo incontro culturale promosso dalla biblioteca. Si parte quindi sabato sera (dalle 21) con la commedia “Una figlia da maritare” della compagnia teatrale “Le Giraffe”. La storia si snoda negli anni ’50, a casa di Sebastiano e Lucia Farloni, proprietari terrieri. Come mai la figlia Agnese, piena di pretendenti, va a scegliere proprio Pancrazio, un gran tontolone figlio della facoltosa vedova Persigatti? Non è certo per interesse. Una vicina pettegola, un medico beone, un contadino ingenuo, un cavaliere affascinante ed il parroco dalle mani pesanti rendono la commedia molto divertente e piena di equivoci, senza mai scadere nella volgarità, con un finale veramente sorprendente!

IN SCENA La commedia “Una figlia da maritare” della compagnia teatrale “Le Giraffe” andrà in scena sabato sera a Saludecio

Si prosegue domenica nella sala Polivalente della biblioteca “Modesti” alle 16,30 è legato ad una nuova serie di incontri culturali con esperti, per la rassegna “PAROLE TRA CIELO E TERRA, TRA STORIA E TRADIZIONI” in programma fino al 9 marzo. Un incontro che servirà al Comune anche per ricordare la figura di Mario Pazzaglini, uno dei soci fondatori dell’Osservatorio Astronomico, scomparso un anno fa.

Il pianeta Giove oggi occupa un posto di rilievo nell’astronomia e nell’ attuale ricerca scientifica. Ma come nasce il mito di Giove? Diverse le risposte dalla cosmologia antica a quella moderna. Come direbbero James Hillman e Paracelso, la Necessità che governa i moti delle stelle e i pianeti governa anche i moti dell’anima. Ciò che accade all’anima e alle stelle si trova intessuto sulla medesima tela. Le potenze archetipiche sono coinvolte in tutte le nostre vicende e tali potenze sono persone mitiche, Dei e Dee, come Giove, e i loro moti non sono descritti solo nelle formule matematiche, bensì nei miti.

“Cogliamo questa occasione per inaugurare questa nuova Sala Polivalente – racconta l’assessore alla Cultura, Gigliola Fronzoni – che è stata completata nei suoi arredi ed attrezzature, grazie anche al contributo ricevuto dalla Provincia di Rimini. Oggi la Biblioteca Comunale è composta di: reception con due postazioni internet, sale lettura, l’archivio storico e questa sala polivalente perfettamente attrezzata. Ora sarà utilizzata per questa rassegna di incontri, ma resta a disposizione per nuove conferenze, convegni e corsi. Vogliamo infatti potenziare la struttura. La cultura passa anche da qui”.

In questo primo appuntamento si parlerà di “GIOVE, DA DIO DELL’OLIMPO A STELLA MANCATA” in compagnia di Gianfranco Lollino (Osservatorio Astronomico “N. Copernico” Saludecio) e Loretta Illuminati, Fabrizio D’Altilia (Associazione OM Saludecio – Psicologia Transpersonale).