Osterie, fuori porta a Faenza per “Tutti pazzi in città”

image_pdfimage_print

Tutti pazzi per una sera nella cittadina di Faenza, dove dal 6 all’8 settembre, si terrà “Tutti pazzi in città”, la nuova festa enogastronomica che animerà il centro con musica, eventi, vino, olio di oliva, artigiani del cibo e cultura. Una “festa popolare di qualità”, come è stata definita dal curatore Giorgio Melandri (patron di Enologica), dove protagoniste saranno alcune tra le grandi trattorie italiane. Caratteristica principale dell’evento è l’allestimento, curato dagli architetti Davide Cristofani e Valentina Mazzotti che si sono basati sul tema del riuso di materiali e oggetti. Piazza Nenni verrà trasformata per l’occasione in una vera e propria trattoria con 400 posti a sedere dove ogni sera i commensali potranno degustare un totale di sei piatti proposti dalle tre trattorie di turno.

Venerdì 6 settembre saranno protagonisti Alberto Bettini della Trattoria “Da Amerigo” di Savigno (BO), Gostilina Devetak di San Michele del Carso (GO) e Pasquale Torrente della Trattoria “Al Convento” a Cetara (SA). Sabato 7 settembre sarà il turno di Giovanni e Gennaro d’Ignazio de “La Vecchia Marina” a Roseto degli Abruzzi (PE), Roberto Serra della Trattoria “Su Carduleu” di Abbasanta (OR) e Peppe De Marco della Trattoria “Da Peppe” di Rotonda (PZ). A chiudere, domenica 8 settembre, ci penseranno Franco Cimini de “L’Osteria del Mirasole” di San Giovanni in Persiceto (BO), Arcangelo Dandini de “L’Arcangelo” di Roma e la famiglia Spadone che porteranno un po’ di cucina stellata de “La Bandiera” e dell’Osteria “La Corte” di Civitella Casanova (PE).

“La cena verrà servita a partire dalle ore 18:30 fino alle 23:30 e non si accettano prenotazioni ma”, fanno sapere dall’organizzazione “non dovrebbero esserci problemi di spazio data la capienza della trattoria”. Alle casse si potranno acquistare i piatti scelti tra i sei proposti, il pane ad 1 euro e l’acqua ad 1 euro a bottiglia. Anche nella scelta dell’acqua viene fuori l’importanza della sostenibilità. L’acqua scelta è Levico, “perché è leggera ed è sostenibile” comunicano gli organizzatori tramite il social network dedicato all’evento “utilizza solo energie rinnovabili delle quali il 60% saranno autoprodotte entro il 2013 e utilizza solo ed esclusivamente bottiglie di vetro perché è un materiale puro, ecologico e non inquinante”. Per chi vorrà invece sentirsi in trattoria fino in fondo e non può fare a meno di un buon bicchiere di vino, al costo di 5 euro sarà possibile acquistare anche un kit composto da calice, un catalogo-cartina della serata, una tracolla portacalice e 5 contromarche degustazione. Il mercato del vino è aperto dalle 17,30 alle 23,30. Anche il vino vuole naturalmente il suo spazio e le sue news che arrivano proprio da Luca Gardini, sommelier e campione del mondo 2010. E’ lui che ha ideato il particolare e ufficiale bicchiere per le degustazioni di Tutti Pazzi in Città, il World’s Best, grazie alla collaborazione del disegnatore Fabio Novembre (il designer italiano più talentuoso e celebrato del momento). “Ho voluto recuperare la semplicità” dice Gardini “togliendo lo stelo al bicchiere per fare in modo che la gestualità che accompagna il vino sia più semplice e più popolare”. (M.Z.)

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni