Morciano “scenico e futuristico” con la quarta edizione di FU.MO

image_pdfimage_print

Quarta edizione di FU.MO, l’evento che rende omaggio al movimento novecentesco del Futurismo fondato nel 1909 da Filippo Tommaso Marinetti. Il progetto artistico, affidato alla cooperativa teatrale riccionese Città Teatro, si propone di ” presentare una sintesi contemporanea del movimento”.  Nell’ideale futurista – scrivono gli organizzatori – sono infatti presenti, in embrione, molte di quelle che sono diventate tendenze determinanti nella nostra società. Nessun’altra avanguardia storica ha saputo imporsi, allo stesso modo, come dimensione integrale della vita, coinvolgendo l’arte, la musica, il teatro, il cinema, la cucina, fino a dare chiare indicazioni su comportamento e abbigliamento. L’evento, che coinvolgerà l’intero centro cittadino con le Vetrine Sceniche Futuriste di artigiani e commercianti ed eventi unici e creazioni originali, riserverà un’attenzione speciale a Umberto Boccioni, pittore e scultore di origine morcianese.

Il programma, davvero ampio e variegato, darà ovviamente spazio ai giovani. Si parte da “Piazza Rumore”. Sul palco principale saliranno venerdì 26 luglio i “Giardini di Mirò”, band reggiana simbolo dell’indie-rock italiano, mentre domenica 28 luglio i “Der Maurer” di Enrico Gabrielli, polistrumentista e compositore di Mariposa e Calibro 35, dalla sconfinata discografia (con Afterhours, Capossela e Muse tra i tanti) insieme a Marco Parente, cantautore toscano di origini napoletane. Sabato 27 luglio sarà invece la volta di Alessandro Bergonzoni, invitato a “dissertare” in un incontro “parolibero” su temi d’attualità e sul rapporto fra culture giovanili e Futurismo.  Tra le realtà culturali giovanili di Morciano di Romagna, ci sono i Nü Èl, progetto musicale di recente formazione che proporrà un set a metà tra mix e live, ispirato alla scena elettronica sperimentale.

Ci sarà anche la “Cucina Futurista”, “argomento caro al movimento”. Tutte le sere, a numero rigorosamente limitato, una si cena con gli chef Tiziano Rossetti e Luca Angelini. Nella “Via del Cibo Veloce”, invece, happening dedicato alla cucina futurista e alle sue rivisitazioni con ricette semplici e curiose ispirate al cibo di strada. Piatti originali e audaci da mangiare con le mani, ad opera di realtà gastronomiche morcianesi e limitrofe. Con la possibilità anche di sperimentare direttamente la cucina futurista con laboratori per bambini ed adulti. Per i bambini, ad occuparsene Alessia Canducci con il Futurismo raccontato ai più piccoli una selezione di cortometraggi internazionali, realizzati all’interno delle più prestigiose scuole di animazione.  Per il “Teatro Sintetico Futurista” alcuni inediti di Umberto Boccioni a cura degli attori di Città Teatro con la consulenza parolibera di Loris Pellegrini, azioni illuminanti di Nevio Cavina e allestimenti a tema realizzati dallo scenografo catalizzatore Keiko Shiraishi.

Fu.Mo. FUturimo MOrcianese, è una manifestazione realizzato dal Comune di Morciano di Romagna con la collaborazione della Provincia di Rimini e della Regione Emilia Romagna. Il progetto di Città Teatro prevede il coordinamento artistico di Mirco Gennari, quello organizzativo di Alex Gabellini e Francesco Tonti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni