Il premio ‘Buon Vivere’ all’alberghiero di Forlimpopoli

image_pdfimage_print

di MILENA ZICCHETTI

Carlo-CraccoQuando la buona cucina si sposa con il Buon Vivere. E’ quanto è avvenuto alla cena di gala di lunedì 30 settembre al teatro Verdi di Cesena, una serata davvero speciale in occasione della Settimana del Buon Vivere in corsa tra Forlì e Cesena fino a domenica prossima 6 ottobre. Tutto esaurito per l’evento intitolato “Se vuoi fare il figo… metti il Buon Vivere a tavola”, dove ospite d’onore è stato lo chef Carlo Cracco (foto piccola), senza dubbio uno dei personaggi del momento in ambito culinario. La serata ha visto i team degli Istituti Alberghieri di Forlimpopoli, Cervia e Cesenatico confrontarsi in una originale sfida culinaria con la preparazione di un menu del Buon Vivere a base di prodotti del territorio. Nelle vesti di mentore, guida e critico gastronomico, proprio lui, lo chef Carlo Cracco. E chi meglio di lui per una serata dedicata al Buon Vivere secondo la tradizione? E’ proprio dalla tradizione infatti che partono i suoi piatti, proposti poi in una chiave innovativa, giocando sui contrasti di sapori. Tanta tecnica e originalità, caratteristiche che lo hanno portato in poco tempo alle due stelle Michelin. Poi la presenza scenica non manca, come è emerso nella conduzione di MasterChef Italia su Sky, grazie alla quale è diventato una icona internazionale. Diversi inoltre i libri scritti e pubblicati, tra cui l’ultimo “Se vuoi fare il figo usa lo scalogno” (da cui l’ispirazione per il nome della serata),  pubblicato lo scorso anno e arrivato in poco tempo in cima alle graduatorie di vendita. Diversi gli ospiti di spicco presenti in sala, fra cui l’ideatrice della Settimana del Buon Vivere Monica Fantini e il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, oltre alle blogger internazionali del #buonvivere tour. Tante le presenze femminili, elettrizzate e pronte alla richiesta di autografi e foto con uno degli chef più sexy della cucina italiana. Tanti anche i giovani aspiranti chef che, con il suo libro alla mano, si sono fatti fare un autografo e chiesto qualche consiglio. Ciò che più ha colpito, sono state la simpatia e la disponibilità dello chef, contrariamente a quanto si potesse aspettare dal personaggio televisivo conosciuto come il “cattivo” di Masterchef. Reduce da diversi viaggi di lavoro in giro per il mondo, lo chef ha svelato sin da subito il suo legame con la Romagna, dove per anni, da giovane, ha trascorso le vacanze. Nonostante i numerosi impegni, ha accettato di presenziare all’evento per “un atto d’amore”, come l’ha definito, “perché affezionato al territorio romagnolo e perché terra di grandi cuochi e letterati di cucina”. settimanadelbuonviver_vincitoricraccoA condurre la serata il simpaticissimo Tinto, co-conduttore della trasmissione enogastronomica Radio Due Decanter, che ha “duettato” con lo chef Cracco in collegamento, con maxi schermo, dalla cucina, attento ai vari passaggi di preparazione e impiattamento dei giovani cuochi. A fine serata, dopo un severo e attento giudizio da parte dello chef Carlo Cracco, sono stati tre i premi assegnati. Il premio principale, quello del Buon Vivere, è stato vinto dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Forlimpopoli (FOTO) che hanno preparato una “Lasagnetta d’autunno con zucca, patate e porcini”. Il premio per il migliore equilibrio tra salute e sapore è andato al team dell’Istituto Alberghiero di Cesenatico e al loro “Scamone di vitellone dell’Appennino centrale steccato al formaggio di fossa, topinambur e salsa al Sangiovese”. Per ultimo, il premio per la rappresentatività del territorio è andato al dessert “Sviluppando la zuppa inglese” preparato dai ragazzi dell’Alberghiero di Cervia. Fuori concorso un fresco e gustoso antipasto di “pomodoro emulsionato al cetriolo e basilico” preparato dal resident chef  del Teatro Verdi Denis Ferrari. Carlo Cracco si è complimentato infine con tutti i ragazzi definendoli “giovani ma molto sicuri e abili nell’affrontare le difficoltà di un mestiere pieno di incognite e contrattempi, cucinando per tantissime persone e, oltretutto, alla presenza di un personaggio famoso a giudicarli”.

LA SETTIMANA DEL BUON VIVERE. Proseguono ancora fino a domenica 6 ottobre gli eventi della Settimana del Benessere. Da segnalare, questa sera alle ore 20:30 presso il Teatro Diego Fabbri di Forlì il divertente spettacolo di Max Paiella de “Il Ruggito del Coniglio”, trasmissione radiofonica in onda su Rai RadioDue. Lo showman, tramite i vari personaggi che porterà in scena, condividerà col pubblico un dubbio amletico: siamo vicini alla fine del mondo o è l’inizio di un’altra epoca? Doppio appuntamento invece previsto per sabato 5 ottobre presso il Teatro Apollo di Forlì in compagnia dell’attrice Lella Costa. Nel primo incontro, previsto per le ore 10:00, partendo dalla lettura di alcuni brani tratti da “Ferite a Morte” di Serena Dandini, si affronteranno i temi della parità tra i sessi e del superamento di ogni forma di violenza. Nel pomeriggio, alle ore 15:30 il dibattito verterà invece sul tema dell’integrazione e la responsabilità dei ruoli a partire dai media. La conclusione della settimana verrà celebrata con un grande evento previsto per domenica 6 ottobre alle ore 14:30 presso la Sala Europa alla Fiera di Cesena. Un momento di incontro e dibattito fra illustri esponenti di religioni diverse in cui integrazione, convivenza, tolleranza e rispetto delle differenze saranno i temi centrali e, come emergerà dal dibattito stesso, fondamentali affinché possa esserci pace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni