Il 5 Stelle al Pd: ogni giorno senza dimissioni soldi in più a carico dei cittadini

Riceviamo e pubblichiamo. I turbamenti del PD ed il magnifico senso unico alternato ovvero TRC. Riepiloghiamo per sommi capi i fatti. Prima delle elezioni comunali e dell’insediamento il futuro sindaco Pironi ammette che l’opera è vecchia e va ripensata. Poi viene eletto e cambia idea, spende 20mila euro in saggi per giustificare il NO in consiglio comunale al referendum richiesto da 4mila cittadini Riccionesi. Arriva la recente batosta elettorale subita ad opera del Movimento 5 Stelle e ricambia idea, il senso unico alternato chiamato TRC non è più opera strategica e bisogna uscirne. In tutto questo si inserisce non si sa bene a quale titolo, se ambasciatore del governatore Errani o difensore dei consiglieri in cui lui era vice-sindaco il dott. Melucci in qualità di assessore regionale al Turismo, non tanto in difesa dell’opera quanto della sua ineludabilità allo stato attuale delle cose. Il TRC non è mai cambiato, era e resta un senso unico alternato con una pianificazione economica che definire imprecisa è un eufenismo. Ora in psichiatria un comportamento del genere ha un nome preciso, in politica pensiamo ne abbia un’altro: incapacità a governare. Ogni giorno che passa senza dimissioni è un giorno perso e sono soldi in più in carico ai cittadini. (Movimenti 5 Stelle – Riccione)