E’ ripartito il “mercato” degli affitti agli studenti

affittirimini_internoannunciDal punto di vista del marketing, non c’è che dire. Chi vuole affittare stanze e appartamenti agli studenti va direttamente sulla via principale del Campus, via Angherà, e fa la sua proposta. Classica, annuncio, più bigliettini che si possono staccare. Creando questa galleria di fogli appesi. Si sfruttano in particolare i pali, così si evitano ‘beghe’ visto che sui muri dell’Alma Mater è chiaramente indicato il divieto di affissione.

Anche nell’offerta agli studenti va la formula ‘tutto compreso’, un po’ come negli alberghi. Nella maggior parte degli annunci, che si assomigliano tantissimo, non viene riportato il canone di affitto o la tipologia di contratto che si propone. Quando va bene c’è specificato: contratto studenti. Più direct di così non si può. Abbiamo dato un’occhiatina ai prezzi. Per una stanza singola si va dai 200 euro a salire. Il canone di 250 euro è il più frequente. In un annuncio leggiamo: 2 appartamenti, 7 singole, da 200 a 335 euro ciascuna. Quasi sempre la zona dichiarata è ‘vicino all’università’. Si tratta ovviamente di offerte del mercato privato, che nulla hanno a che vedere con quello che offre il Campus di Rimini. Un malcostume che si ripete ogni anno e che forse va bene un po’ a tutti i diretti interessati. Quest’anno, complice forse la crisi, il marketing dei propietari si è fatto decisamente più aggressivo. (D.C.)

 




Chiude il Delfinario di Rimini, oggi il blitz della Forestale

Chiuso prima di Ferragosto – vai in archivio alla NOTIZIA – nel tardo pomeriggio di oggi gli uomini della Forestale – secondo quanto riportato dal ilrestodelcarlino.it – si sono ripresentati per procedere con il sequestro dei delfini su provvedimento del pm Marino Cerioni. Le motivazioni: maltrattamento degli animali. Due delfini saranno trasferiti a Genova ed altri due prenderanno la strada di Roma. Secondo una recente indagine sui Giardini Zoologici (ripresa con una nostra inchiesta QUI) di cui i delfinari fanno parte, la maggior parte delle strutture oggi in Italia esercitano la propria attività senza aver ottenuto una licenza e senza essere soggetta a regolamentazione e non è conforme alle leggi vigenti. In regola ci sarebbero solo 5 giardini zoologici su 87.

Immagini e aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Qualità dell’aria, tornano i blocchi del traffico

Tornano gli stop alla circolazione per dare un contributo positivo (anche se minimo) alla qualità dell’aria (inquinata) che respiriamo. Il provvedimento prevede limitazioni alla circolazione all’interno dell’area urbana a mare della Strada Statale 16 da Torre Pedrera a Miramare. A differenza dello scorso anno, l’atto di attuazione dell’accordo – precisa in Comune – è stato suddiviso in due periodi, che vanno dal 1° ottobre al 6 gennaio e dal 7 gennaio al 31 marzo.  “I dati registrati nei primi tre mesi del 2013 rispetto alle tre centraline esistenti hanno segnato un considerevole calo di sforamenti per via Abete e parco Marecchia – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Rimini Sara Visintin – e un mantenimento degli alti sforamenti della centralina di via Flaminia. Sul calo degli sforamenti ha inciso la realizzazione delle due rotatorie sulla statale 16, che hanno avuto effetti benefici sulla fluidificazione del traffico”.

Questi i provvedimenti. Per il periodo, le limitazione vanno dal 1° ottobre 2013 al 6 gennaio 2014, dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 18,30, dei veicoli più inquinanti (veicoli benzina Euro 0, veicoli diesel Euro 0 ed Euro 1, veicolo diesel Euro 2 non dotati di sistema di riduzione della massa di particolato, ciclomotori e motocicli a due tempi Euro 0); blocco totale del giovedì per il periodo dal 1° ottobre fino al 30 novembre, dalle ore 8,30 alle ore 18,30 (ad esclusione dei veicoli benzina e diesel Euro 4 ed Euro 5); blocco totale ogni prima domenica del mese dal 1° ottobre al 30 novembre, dalle ore 8,30 alle ore 18,30 (ad esclusione dei veicoli benzina e diesel Euro 4 ed Euro 5). Sono inoltre previste alcune misure aggiuntive che scatteranno nel caso dovessero registrarsi superamenti del valore limite giornaliero di PM10 per più giorni consecutivi, ad esempio: ulteriori limitazioni alla circolazione, riduzione di 1 grado della temperatura negli ambienti riscaldati, divieto di utilizzo di biomasse nei caminetti aperti, potenziamento dei controlli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Il Lievita di Riccione candidato a “Bar d’Italia 2014”

isabella marzi

Isabella Marzi

di MILENA ZICCHETTI

Conto alla rovescia per il verdetto finale atteso martedì prossimo 17 settembre quando presso l’impero della gastronomia, la Città del Gusto a Roma, verrà nominato il Bar dell’anno 2014. Sono 35 i caffè d’Italia (vedi l’elenco completo in fondo alla pagina) che hanno ricevuto i “tre chicchi e tre tazzine” nella Guida Gambero Rosso 2014. Tra questi troviamo il Lievita di Riccione, giovane locale della Perla reduce da un anno senza dubbio importante e pieno di soddisfazioni visto che lo scorso maggio ha ritirato anche un premio per la sezione “Emergente” nella manifestazione “Dire, Fare, Sognare” tenutasi a Santarcangrelo. “Dopo neanche un anno dalla nostra apertura – racconta alla piazzarimini.it Isabella Marzi di Lievita (foto) – il Gambero Rosso ci ha premiato con tre chicchi e tre tazzine, facendoci entrare così nell’elite dei migliori bar d’Italia. Saremo in gara con dei mostri sacri del settore. Sarà molto dura vincere, ma ovviamente ci batteremo al meglio. È già un grosso riconoscimento partecipare, perché ci dimostra che la passione con cui ogni giorno serviamo i nostri clienti, viene premiata anche dagli esperti. Punteremo come sempre su piatti di alta qualità, sia a livello di ingredienti sia a livello di creatività. Siamo stati dei pazzi probabilmente ad aprire un locale durante questa sfortunata congiuntura economica, ma ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo fatto sì che il nostro sogno diventasse realtà, grazie ad una location innovativa e dal sapore europeo abbinata a un concept particolare che prevede la realizzazione in un laboratorio a vista di prodotti che spaziano dalla pasticceria alla panetteria, alle prime colazioni e bar”. A Roma si sfideranno in una incredibile kermesse fra dolce e salato che metterà a dura prova la resistenza dei partecipanti e dei giurati, ognuno con la sua arma migliore: caffè e cappuccini a regola d’arte, panini e tramezzini sani e sfiziosi, particolari cocktails. A decretare il Bar dell’anno, sarà una apposita giuria di esperti e addetti ai lavori.

Questo l’elenco dei Bar (in ordine alfabetico) premiati a livello nazionale con i “Tre chicchi e tre tazzine” e candidati a Bar dell’anno 2014: 300mila lounge (Lecce), Atrium bar dell’Hotel Four Seasons (Firenze), Baratti & Milano (Torino), Bedussi (Brescia), Biasetto (Padova), Canterino (Biella), Caprice (Pescara), Il Chiosco – Lonigo (VI), Colzani – Cassago Brianza (LC), Converso – Bra (CN), Cristalli di Zucchero (Roma), Bar Dandolo dell’Hotel Danieli (Venezia), Di Pasquale (Ragusa), Douce (Genova), Irrera (Messina), Morlacchi – Zanica (BG), Caffè Mulassano (Torino), Murena Suite (Genova), Neuv Caval’d Brons (Torino), Nuova Pasticceria Lady – San Secondo Parmense (PR), Pasqualina (Bergamo), Pavé (Milano), Caffè Platti (Torino), Gran Caffè Quadri (Venezia), Relais Cuba Chocolat Restaurant-Cafè (Cuneo) Caffè Sicilia – Noto (SR), Sirani – Bagnolo Mella (BS), Spinnato Antico Caffè (Palermo), Stravinskij Bar dell’Hotel De Russie (Roma), Strumia Sommariva del Bosco (CN), Caffetteria Torinese – Palmanova (UD), Tuttobene – Campi Bisenzio (FI), Via delle Torri (Trieste), Zilioli (Brescia). Naturalmente in bocca al lupo alla nostra Isabella e a tutto lo staff.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




Percorsi bellariesi, ultima tappa alle sorgenti del fiume Uso

Questa sera ore 21,00 presso la Biblioteca Panzini ultimo incontro per la rassegna “Percorsi bellariesi”. Incontri fra storia, cultura, ambiente. “Da Bellaria Igea Marina alle sorgenti del fiume Uso. Appunti per il viaggiatore”. Racconti, immagini, poesie, per conoscere il fiume Uso e la sua Valle. Letture di Giuseppe Prosperi (Preside del Liceo Scientifico Albert Einstein di Rimini), Fabio Molari (psicologo e psicoterapeuta, specialista in terapia breve strategica), Lisa Molari (cantante e musicista). Accompagna al pianoforte Giampietro Girotti. Il coordinamento della serata è curato da Gualtiero Gori e Olga Bandini, in collaborazione con ‘Italia Nostra Sezione Vallate Uso e Rubicone’, l’incontro è a cura di ‘Servizio Attività e Beni Culturali Comune di Bellaria Igea Marina’. (e.p.)