Stimoli all’economia locale, 100 mila euro a fondo perduto

lavoro_gruppo ragazziFare impresa bene e di qualità non è facile. Chi ritiene di averne le qualità, ecco che la Camera di Commercio tende la propria ‘mano’. Rimborsi spese con risorse erogate a fondo perduto. Una bella opportunità. Possono fare domanda per accedere a questo fondo non solo aspiranti imprenditori riminesi che siano intenzionati ad avviare un’impresa localizzata nella provincia di Rimini entro il 31 marzo 2014, ma anche nuove imprese già esistenti, con la seguenti specifiche: che abbiano sede legale e operativa nella provincia di Rimini, siano iscritte al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio di Rimini ed attive in data non anteriore al 1 gennaio 2012.

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le spese sostenute nel periodo compreso tra il 01/01/2013 e il 31/12/2013 e, nel caso di imprese non ancora costituite al momento della presentazione della domanda, quelle sostenute dal 01/01/2013 al 31/03/2014. L’agevolazione prevista – spiegano ancora da Via Sigismondo – consiste in un contributo a fondo perduto, fino ad un massimo del 40% delle spese ammesse, opportunamente dimostrate da documenti di spesa (fatture) quietanzati: non verranno comunque liquidati contributi superiori a 8 mila euro e potranno beneficiare del contributo camerale gli interventi il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a 10 mila (diecimila/00) al netto di IVA. I contributi saranno corrisposti naturalmente entro i limiti della somma stanziata per l’iniziativa. Per ulteriori informazioni:  tel. 0541 363731/749/732 e-mail promozione@rn.camcom.it Il bando e la documentazione integrali sono reperibili sul sito www.riminieconomia.it

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Moby Cult funziona, 10 mila presenze

marcotravaglio

Marco Travaglio, vicedirettore de il Fatto Quotidiano, ospite gradito ma anche duramente contestato su alcune pagine web riccionesi

L’edizione 2013 di Moby Cult è stata un successo. Lo dicono soddisfatti gli organizzatori, ma talvolta per onestà di cronaca è d’obbligo anche la conferma della matematica. I numeri parlano chiaro: il sold out di quest’anno ha toccato un po’ tutti gli incontri, con più di mille presenze per il gran finale di Marco Travaglio (foto) a Riccione e , a Rimini, Piazza Cavour stracolma per Lella Costa e Mauro Corona. Anche sotto la Pescheria è stato difficile trovare posto e complessivamente sono state calcolate diecimila presenze nei dodici incontri della rassegna. I commenti positivi non sono dunque mancati, a partire da Fabio Galli, assessore al Turismo della Provincia di Rimini: “Anche quest’anno gli incontri con l’autore di Moby Cult si confermano appuntamento atteso e di successo, in grado di valorizzare l’offerta turistica di Rimini e Riccione offrendo al turista qualcosa di più e diverso rispetto a quello che ci si aspetta da una vacanza balneare. Non possiamo che augurarci la sua riproposizione nel prossimo anno”. Jamil Sadegholvaad, assessore alle Attività produttive del Comune di Rimini, si dice soddisfatto: “L’Amministrazione comunale, rinnovando il suo sostegno a Moby Cult, vuole attribuire a questa rassegna l’importanza che merita nel cartellone dell’estate riminese. L’evento, che con la sola forza della cultura raccoglie in piazza un pubblico numeroso, è di sicuro un’ottima opportunità per le attività economiche del centro storico. É senz’altro un’esperienza da ripetere, in sinergia con gli altri sostenitori”. Anche l’assessore al Turismo del Comune di Riccione, Simone Gobbi, spezza una lancia in favore della rassegna: “Il consumo di cultura produce sempre un aumento di richiesta di prodotti culturali e Moby Cult ha pienamente centrato l’obiettivo di saper offrire una valida alternativa turistica, anche grazie al calibro degli ospiti invitati. Zone come l’Abissinia di Riccione, meno centrali, ne hanno tratto un gran beneficio per l’afflusso di pubblico”. In conclusione Marcello Serpieri, responsabile comunciazione CNA: “Credo che anche quest’estate si sia riusciti a fare, con le poche risorse disponibili, una rassegna di grande valore. Ce lo aspettavamo da Manola Lazzarini, capace di proporre sempre un calendario interessante grazie alla sua esperienza e gusto. Da anni sosteniamo Moby Cult e come CNA abbiamo intenzione di continuare, dato che gli operatori economici di Rimini e Riccione hanno goduto di una “rivitalizzazione” delle zone. Non è poco in tempi di crisi”.  (al.b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA