Dedikato 2013, Valentino Rossi con la t-shirt dedicata a Dajiro Kato

Valentino Rossi mostra la nuova t-shirt del Dedikato

E’ partito ufficialmente il conto alla rovescia per la settima edizione del Dedikato, l’evento fuori circuito di punta del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGP.  La settima edizione di Dedikato si svolgerà sabato 14 settembre a partire dalle ore 20.30. Lo scenario sarà sempre la grandissima “Arena 58”, nel centro di Misano dove sarà allestito un tracciato tutto nuovo, in cui andranno in scena ancora una volta esibizioni a bordo delle Ape Car Cross racing.

Dopo il grandissimo successo ottenuto lo scorso anno con oltre 15mila persone, la Misano Eventi ha deciso di riproporre la stessa formula dello scorso anno con una grande novità. I piloti del motomondiale si sfideranno in una vera e propria gara a bordo di kart da terra con sorpassi e sportellate comprese in un percorso realizzato seguendo direttamente le loro indicazioni emerse in questi gran premi.

La nuova t-shirt del Dedikato quest’anno sarà dedicata al ricordo di Dajiro Kato e celebrerà il decimo anniversario dalla sua scomparsa avvenuta nel 2003 durante la gara che si correva sul circuito di Suzuka. La maglietta, realizzata a tiratura limitata, è stata presentata proprio in occasione del Gran Premio del Mugello e i primi ad indossarla sono stati proprio i piloti del Team Gresini, squadra in cui militava Dajiro. Alvaro, Bautista,, Bryan Staring, Niccolò Antonelli, Lorenzo Baldassarri, sono stati i primi a scendere in pista con il Dedikato.

L’intero incasso della manifestazione andrà alla Fondazione Marco Simoncelli a cui nel 2012 sono stati donati oltre 21.500 Euro. Alla Onlus legata al grande campione corianese amico fin dagli esordi del Dedikato, andrà il ricavato dell’asta benefica dei cimeli dei piloti del motomondiale e della vendita delle t-shirt ufficiali del Dedikato disegnate quest’anno dal noto designer Gianluca Alessandrini. (FOTO ANDREA CICCHETTI MAC) © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




Castello, inaugurazione delle mura restaurate

Per i sanclementesi e tutti gli ospiti che raggiungeranno il piccolo borgo tra mare e entroterra riminese, quello in arrivo sarà un week end davvero speciale. In ordine cronologico domani sera sabato 1 giugno si parte con la poesia. Alle ore 21 presso il Teatro “G. Villa” a Sant’Andrea in Casale verranno assegnati ai vincitori i premi della XXI edizione del concorso di poesia dialettale e zirudela romagnola dedicato a Giustiniano Villa, illustre poeta sanclemetese che con le sue “zirudele” – scrive il Comune – ha raccontato la Romagna nelle sue caratteristiche umane e sociali più peculiari. Una serata in poesia con gli autori che consentirà ai partecipanti al concorso di recitare le loro opere, confrontandosi e offrendo agli spettatori, come da ventun’anni a questa parte, poesie di grande qualità ed intensità. Al termine la premiazione dei vincitori delle due categorie ai quali andrà un premio del valore di 250 euro. Durante la serata saranno in vendita i libri che raccolgono le poesie presentate nel concorso di quest’anno e nelle passate edizioni.

Domenica dalle ore 19,00 sarà invece la volta dell’inaugurazione delle mura del castello di San Clemente che sono tornate allo splendore d’origine dopo un restauro durato diversi anni. Un lavoro – spiegano gli amministratori – “accurato” e arricchito dal ritrovamento di importanti resti di archeologia medioevale, come il basamento di un importante torrione che è stato restaurato e reso visibile. Appuntamento quindi in piazza don Oreste Benzi (la piazzetta raggiungibile da piazza Mazzini con la scalinata anch’essa completamente restaurata) per il taglio del nastro e in concomitanza avverrà l’accensione della nuova illuminazione che renderà ancora più suggestivo il centro storico di San Clemente. Seguirà una visita alle mura dove i partecipanti avranno l’occasione di ammirare alcune ceramiche dedicate al grande poeta sanclementese Giustiniano Villa a cui, come è noto, è dedicato anche il teatro. Alla visita guidata sarà presente il progettista dei lavori di restauro, l’architetto Andrea Ugolini, che risponderà alle domande dei presenti sui lavori eseguiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA