Riziero Santi è il nuovo sindaco di Gemmano

Con il 54,45% dei consensi Riziero Santi  il candidato della lista civica Ambiente e Sviluppo (foto) è il nuovo sindaco di Gemmano, comune affidato ai Commissari dal 10 agosto 2012. Così si torna alla normale amministrazione e le cose da fare sono tante.

“Se sarò eletto sindaco – disse nei primi giorni di campagna elettorale – chiederò subito un incontro con i colleghi di Morciano di Romagna, San Clemente e Montefiore Conca nell’ambito del quale formalizzerò diverse proposte. Per dare sviluppo a Gemmano – disse – si devono recuperare risorse economiche ed umane e dare efficienza ed efficacia alla struttura tecnico-amministrativa. Con le ristrettezze economiche ed il quadro normativo in vigore difendere semplicemente l’esistenza chiusi nel nostro guscio significherebbe condannare i cittadini di Gemmano ad un progressivo impoverimento, con maggiori oneri e minori servizi, e ad una sudditanza verso le realtà più grandi.vEcco perché la nostra non sarà una amministrazione ordinaria ma tenderà, con ogni suo atto, a provocare un cambiamento vero e radicale nell’organizzazione e nella gestione delle funzioni e dei servizi, realizzando in tempi rapidi tre fondamentali risultati:riduzione degli oneri dell’apparato comunale e delle spese di gestione, riconversione della spesa corrente in spesa che produca investimenti e sviluppo e miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi ponendo il Comune al servizio reale dei cittadini.”

Così il commento dell’On. Emma Petitti: “Grazie a Riziero Santi, che si è impegnato ogni giorno in prima persona in una campagna elettorale porta a porta, fra la gente, mettendosi a disposizione della comunità di Gemmano, stringendo la mano a ogni cittadino e rispondendo alle domande di tutti. Grazie agli elettori, a tutta la lista che lo sostiene e che da oggi lo affiancherà nella sua nuova esperienza come sindaco. Conosco Riziero e il suo impegno politico da tanto tempo e so che il lavoro intenso che ha svolto in queste settimane sarà anche la cifra che contraddistinguerà la sua amministrazione: passione, dignità, senso civico, amore per le istituzioni e per Gemmano.”

Ecco ancora gli altri temi della campagna elettorale: impianto di illuminazione pubblica definito “vetusto, dispendioso e poco efficiente e alcune aree strategiche del territorio prive di adeguata illuminazione”; misure per far fare un “salto di qualità” all’agricoltura locale; raggiungimento dei risultati dettati dalla strategia dell’Unione Europea conosciuta anche come strategia “20-20-20”. Tra le ultime promesse e tra le prime iniziative per Gemmano, Riziero Santi ha giurato che ci sarà il bike sharing, cioè la bicicletta condivisa e messa a disposizione gratuitamente dall’Amministrazione comunale. Al Sindaco anche i nostri migliori auguri e buon lavoro. (D.C.)

 




FOTONOTIZIA Gli chef premiati a “Dire, Fare, Sognare”

Si svolta questa mattina al Supercinema la premiazione della seconda edizione di “Dire, Fare, Sognare”, la manifestazione che ha come obiettivo fare cultura nel mondo enogastronomico attraverso l’individuazione di modelli e di esperienze. Tanti i professionisti del settore in sala a rappresentare le eccellenze dell’Emilia Romagna. “Più che una premiazione, questo evento vuole rappresentare una comunità, che si ritrova in questa occasione, a parlare di valori condivisi da tutti” ha detto Giorgio Melandri, giornalista-degustatore e curatore di Enologica che ha effettuato la premiazione.

Per la provincia di Rimini (nella foto) si sono distinti e hanno ritirato i premi, per la sezione “Emergente” Alessandro e Claudia Battazza e Isabella Marzi del locale Lievita di Riccione; per la sezione “Narratore” Maurizio Signorini del ristorante Azzurra di Riccione e Fausto Fratti del Povero Diavolo di Torriana; infine, per la sezione “Sognatori” Massimiliano Mussoni e Manlio Maggioli de La Sangiovesa di Santarcangelo di Romagna. Ad intervallare i vari momenti, una straordinaria interpretazione dell’attore Ferruccio Filippazzi che,  in maniera molto emozionante, ha trasportato il pubblico in sala in quattro viaggi gastronomici diversi tra loro e tratti da quattro romanzi. A fare da sottofondo, musiche a tratti felliniane suonate da un trio di archi. “Questa premiazione vede come protagoniste due tradizioni regionali: quella emiliana e quella romagnola, per una volta finalmente unite e che insieme fanno la forza della nostra gastronomia” conclude il giornalista Lorenzo Frassoldati, che ci tiene a sottolineare l’importanza della cultura enogastronomica della nostra regione e lo fa con una citazione “il cibo non è solo quello che si mangia, il vino non è solo quello che si beve”. (M.Z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 




Sex and The Acropolis, la pace secondo le donne

“Sex and The Acropolis. La pace secondo le donne” debutta in teatro questa sera. Liberamente ispirato a Lisistrata di Aristofane (una commedia rappresentata per la prima volta ad Atene nel 411 a.C.), a salire sul palco ci saranno le ragazze e i ragazzi della Compagnia del Tassello Mancante. “Specifico liberamente tratto – ci dice al telefono Francesco Tonti (nella foto piccola) che ha curato il laboratorio e la messa in scena dello spettacolo. – Abbiamo scelto di non lavorare in modo “ingessato” né “classicheggiante”. Al contrario, i ragazzi, fidandosi, mi hanno consentito di guidare il lavoro in una direzione folle, divertente, giocosa e ironica, osando e cercando riferimenti moderni, lontani dalla Grecia di Aristofane, in un clima piacevole e frizzante”. Ma come è nata l’idea di questo spettacolo? “Quando i ragazzi mi hanno proposto Lisistrata di Aristofane – racconta Francesco Tonti – ero titubante. Poi mi sono accorto che avremmo potuto provarci. Ci siamo chiesti a lungo cosa avrebbe significato portarla in scena e cosa avremmo voluto dire col testo. Dal confronto è risultato evidente che due parole avrebbero dovuto guidarci nel percorso, “donna” e “pace”, con le quali abbiamo composto il sottotitolo dello spettacolo e su cui abbiamo focalizzato la ricerca”. Che cosa le è rimasto più impresso nel lavorare con i ragazzi? “Quello che mi ha colpito di più è stata la loro spontaneità, l’assenza di riferimenti, la voglia totale di salire sul palco e alla fine è stato questo l’elemento più importante. Il testo con il quale abbiamo lavororato è spiazzante, purtroppo ogni giorno i fatti di cronaca ci parlano di violenza sulle donne. Lisistrata ci è parsa ancor più urgente, nella misura in cui le parole di Aristofane rendono omaggio alla femminilità, rimarcando la necessità di un rispetto totale e incondizionato a ogni donna”.

Sul palco stasera: Claudia Brunelli, Nikyta Crobeddu, Cecilia Basaglia, Chiara Raffaelli, Debora Grossi, Rossella Pasquinelli, Giada Montanari, Valentina Zamagna, Ambra Di Stefano, Sara Papotti, Alice Ugolini, Vanessa Rastelli, Massimiliano Fabbri, Antonio Vottari, Fabio Magnani, Gianluca Ciotti. Appuntamento a stasera, al Teatro del Mare di Riccione (Via don Minzoni, 1 – ingresso libero) con sipario alle ore 21,00. Replica domani martedì 28 al Teatro Villa di San Clemente (biglietteria apertura ore 20.00, inizio spettacolo ore 21.00 biglietto 5 euro). Il Tassello Mancante nasce a Riccione nel 2008 da un gruppo di giovani tra i 16 e i 25 anni come esperienza di aggregazione e di impegno civile per conoscere, diffondere, promuovere, fare cultura coinvolgendo giovani della Provincia di Rimini  interessandosi a ogni forma di espressione: cinema, musica, teatro, arte, danza, poesia. Francesco Tonti è tra i fondatori di Città Teatro a Riccione. Si occupa di produzione spettacoli, formazione, direzione artistica e organizzativa di eventi e rassegne. (D.C.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 




Gemmano, urne aperte fino alle ore 15,00

Eccoli, in ordine alfabetico (tra parentesi le rispettive liste) i candidati: Fiorenzo Brighi (Noi per la Romagna), Filippo Giorgi (Gemmano Futura), Riziero Santi (Ambiente e Sviluppo) e Alessandro Staccoli (Cambiamo Gemmano). Sotto il 50 per cento (42,82% pari a 513 voto) l’affluenza alle urne alle 22 di ieri sera su 1197 elettori aventi diritto. Il neo primo cittadino prenderà le redini dell’amministrazione attualmente nelle mani del Commissario Straordinario Dr. Giuseppe Mario Puzzo e del sub Commissario prefettizio Dr.ssa Cinzia Renna in carica in seguito alle dimissioni rassegnate da Edda Negri il 25 luglio scorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 




San Pellegrino, premiati i vincitori per la traduzione

VINCITORI I giovani traduttori saliti sul podio con il Sindaco Giannini (foto di Nuova Comunicazione Associati)

Nell’Aula Magna della Fondazione Universitaria San Pellegrino si è svolta la cerimonia di proclamazione e premiazione dei vincitori del Premio Fondazione Universitaria San Pellegrino per la Traduzione 2013, nell’ambito del Nida School of Translation Studies, Scuola internazionale post-dottorato di traduzione. A consegnare gli attestati ai ragazzi è stato il sindaco di Misano Adriatico Stefano Giannini. Ogni primo classificato si è aggiudicato una borsa di studio del valore di 500 euro, i secondi ricevono una borsa di studio di 250 euro. Dal terzo al sesto classificato hanno ricevuto un vocabolario monolingue a scelta offerto delle case editrici Zanichelli, Oxford University Press, Hachette Education. A questa edizione del Premio Fondazione San Pellegrino per la Traduzione hanno partecipato in totale 258 studenti, provenienti da Scuole Secondarie di secondo grado (IV e V classi) delle Province di Rimini, Forlì-Cesena, Pesaro-Urbino e della Repubblica di San Marino. La prova, svoltasi lo scorso 19 aprile, è consistita in una traduzione in lingua italiana di un testo di tipo giornalistico-culturale a scelta tra la versione in inglese, francese, tedesco, spagnolo.

I vincitori. Lingua tedesca, su 28 partecipanti, 1° classificato Olha Radulova Istituto Tecnico per il Turismo “M. Polo”, Rimini – 2° classificato Virginia D’Orazio – Liceo “T. Mamiani” – Pesaro. Lingua spagnola, su 68 partecipanti, 1° classificato Giorgia Guidi – Liceo Classico “G. B. Morgagni” Forlì 2° classificato Elena Bicego – Istituto Tecnico per il Turismo “M. Polo” Rimini. Lingua inglese, su 105 partecipanti, 1° classificato Emma Ianni – Liceo Classico “G. Cesare – M. Valgimigli, Rimini 2° classificato Annalisa Antonioli – Istituto Tecnico per il Turismo “M. Polo”, Rimini. Lingua francese, su 57 partecipanti, 1° classificato Martina Albini – Liceo Scientifico “A. Einstein” Rimini, 2° classificato Cristina Diotallevi – Liceo “T. Mamiani” Pesaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA