Rimini Respira, prima domenica ecologica tutta romagnola

di ALBERTO BIONDI

C’è chi le odia e chi le ama queste domeniche senza auto. Una cosa è sicura. A Rimini e in tutta la Romagna i dati sulla qualità dell’aria non sono affatto incoraggianti. Dall’inizio dell’anno Rimini ha già superato il limite massimo di 35 sforamenti annui consentiti. Siamo già a 36. A certificarlo è la centralina di via Flamina (nell’immagine tratta dal sito Arpa i valori di Pm10 registrati degli ultimi giorni).

Così domani nuova iniziativa. Un po’ diversa dalle altre, perchè è la prima domenica ecologica coordinata in ben cinque comuni tra cui Rimini. Promossa dall’Assessorato Ambiente della Regione nell’ambito del Piano di Azione Ambientale 2011-13, domenica 10 marzo sarà la prima domenica ecologica che vedrà coinvolti cinque comuni romagnoli (Rimini, Cesena, Forlì, Faenza e Ravenna) una specie di “area vasta” della qualità dell’aria. Se fino adesso le misure di regolamentazione del traffico, le targhe alterne e le iniziative anti-inquinamento erano state “episodiche” e mai prese su scala più vasta del singolo comune, questa volta si cambia marcia. Anzi, rapporto, se vogliamo abbandonare le metafore automobilistiche e passare a quelle ciclistiche: con un accordo congiunto, tutti i più popolosi centri cittadini parteciperanno a “Respira… la prima domenica ecologica romagnola” e le iniziative, numerose, non mancano. Prima fra tutte la sfida per la piazza più verde: cercando di portare più pedoni e ciclisti possibile nei centri storici, alle 11.30 verrà scattata una foto in Piazza Cavour e lo stesso verrà fatto nelle altre piazze del territorio. La gara ha come unico intento quello di sensibilizzare la cittadinanza ad una mobilità sostenibile, soprattutto in vista della bella stagione. Inoltre, come suggerito dall’Azienda Sanitaria Locale e con la collaborazione del Centro Studi Antartide, verrà proposto ai comuni della regione di sottoscrivere il “Manifesto delle Città Amiche dei Pedoni” con un elenco di proposte e iniziative pensate per i cittadini e le aziende.

Così nella mattinata di domani, alle ore 9.30, sempre da Piazza Cavour partiranno due gruppi oramai ben noti in città: “Pedalando e Camminando”, che organizza una grande biciclettata attraverso i parchi e il centro, e “La Pedivella” che percorrerà a sua volta il Parco Marecchia, la ciclabile lungo Ausa, il Parco V Peep e il Corso d’Augusto. Inoltre grazie al Centro per le famiglie del Comune di Rimini Piazza Cavour sarà teatro di animazioni per i più piccoli.

A proposito di aria, ricordiamo anche il blocco della circolazione sempre nella giornata di domenica 10 marzo che sarà esteso dalle ore 8,30 alle ore 18,30 all’interno dell’area urbana, anche per gli autoveicoli euro 4. Come per tutte le domeniche ecologiche sono esclusi dalle limitazioni, in considerazione della natura turistica del comune di Rimini e della ridotta accessibilità dell’area urbana a causa della riduzione della frequenza del trasporto pubblico locale (TPL), i tratti di viabilità urbana per consentire l’accesso e l’uscita dai parcheggi del Centro Storico e i seguenti tratti di viabilità urbana per consentire l’accesso e l’uscita dai parcheggi presenti nella zona mare: viale Costantinopoli, viale Martinelli, via Rosmini, via Melucci, viale Siracusa, viale Portofino, via Chiabrera, via Firenze, viale Tripoli, via Sacramora, via Beltramini, via Morri, via Polazzi, via Verenin, viale San Salvador, viale Porto Palos, viale Borghesi, viale Domeniconi, viale Serpieri, viale Caprara, viale Mazzini, viale Dati, viale Toscanelli, viale Adige, via Coletti, viale Lucio Lando, via Ortigara, viale Carlo Zavagli, viale Principe di Piemonte, viale delle Regine (Regina Margherita, Regina Elena), Lungomare (Spadazzi, di Vittorio, Murri, Tintori), viale Vespucci, via Destra del Porto, via Colombo, viale Beccadelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA