Fotografia, il “Confine Marchignolo” in una mostra

Inaugurata al Museo della Città di Rimini la mostra “Confine Marchignolo. Gente e luoghi tra Marche e Romagna”. Realizzata in collaborazione con il Comune di Rimini, sarà aperta al pubblico fino al primo aprile. Marcello Sparaventi, ideatore della mostra e presidente dell’Associazione culturale Centrale Fotografia, ha raccontato a una sala gremita lo sviluppo del progetto, coronamento del corso di fotografia “Pesaro-Rimini. Il territorio marchignolo e la gente che vive il confine tra Marche e Romagna”.

FOTOGRAFI I partecipanti all'iniziativa in un luogo non proprio del tutto casuale

Centrale Fotografia ha cercato di raggiungere due obiettivi: valorizzare le differenti personalità di oltre sessanta fotografi e presentare un progetto coerente e compatto, alla scoperta del paesaggio antropico e delle sue continue mutazioni. Parte dell’allestimento è un affettuoso omaggio all’estetica dell’ormai scomparsa cartolina: le stampe di piccole dimensioni e la grafica vintage delle cartoline hanno contribuito a presentare immagini più intime e preziose. In ottica concettuale, il pubblico potrà spedire le cartoline marchignole. Il catalogo della mostra (anch’esso rigorosamente formato cartolina), edito da Omnia Comunicazione editore, contiene circa sessanta cartoline e i testi di Massimo Bini, Massimo Pulini, Alberto Masini e Marcello Sparaventi.

 




Legalità e sicurezza sul lavoro, nuova campagna informativa per gli studenti

Con il mese di marzo prende avvio la campagna di formazione e sensibilizzazione, collegata al Progetto “Legalità e Sicurezza sul Lavoro” per l’anno scolastico 2012/2013 e organizzata dalla Provincia, dall’INAIL, dall’INPS, dall’Ufficio Scolastico Territoriale e dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Rimini. Interessati all’iniziativa gli studenti delle scuole superiori, che si accingono a diventare i lavoratori del futuro, ai temi della sicurezza e della legalità nei luoghi di lavoro. Esperti dei Centri per l’Impiego della Provincia, dell’INAIL, dell’ANMIL, dell’INPS, dello SPSAL dell’Azienda USL, della Direzione Territoriale del Lavoro, dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, dei Comandi dei Carabinieri e della Polizia stradale, della CGIL, CISL e UIL entreranno direttamente nelle 19 classi dei 7 Istituti Superiori che hanno aderito all’iniziativa proponendosi con lezioni frontali ed esercitazioni pratiche ad una platea di oltre 400 persone tra studenti e professori.

Previsto anche concorso di idee rivolto agli studenti, per la realizzazione di una campagna di informazione e di sensibilizzazione, pensata dai ragazzi per i ragazzi, sulle tematiche della sicurezza e legalità nei luoghi di lavoro: i progetti vincitori saranno premiati, in occasione di una apposita cerimonia pubblica prevista per la fine del prossimo mese di maggio, con borse di studio (per gli studenti) e riconoscimenti economici (per le scuole) dell’importo massimo di € 250.

 

 




Teatro dialettale, la compagnia “La Mulnela” al Rosaspina

Sabato 2 marzo alle ore 21 si apriranno ancora una volta le porte del Teatro Comunale “Rosaspina” di Montescudo: la compagnia “La Mulnela” di Santarcagelo porterà in scena due farse dialettali “E salot da gl’occasiòn” e “Tempi moderni. Duvè c’andrèm a finòi!!”. Il primo spettacolo si affaccia sul mondo delle attività commerciali che nascono come funghi e che qualche volta, entrando dalla porta sbagliata, può capitare che il vicino non sia proprio quello desiderato. La seconda farsa ironizza su due amiche che, raggiunti gli … -anta, vengono di colpo catapultate nel mondo dell’estetica … con disastrose conseguenze. Si tratta della più vecchia e importante rassegna dialettale della provincia di Rimini, giunta al 20° anno e che si interseca con la più ampia programmazione di teatro contemporaneo denominata Oltremisura 2013, giunta alla sua 13° edizione e curata dall’associazione culturale “L’Attoscuroteatro”.

L’appuntamento teatrale di domenica 3 marzo alle ore 18 vede come protagonista Marta Cuscunà con lo spettacolo satirico “La semplicità ingannata” , alla quale è stata assegnata la menzione d’onore come attrice emergente del Premio Teatrale Eleonora Duse 2012. Marta, con l’aiuto di sei “pupazze” e della testa minacciosa di un vescovo, crea un variegato affresco ambientato nel Cinquecento, quando avere una figlia femmina era un problema piuttosto grosso. Inoltre, parallelamente allo spettacolo, in sala mostre si potranno ammirare le opere di Georgia Matteini “Le temps du plumage” e al termine del tutto la ProLoco offrirà un aperitivo a tutti. Per informazioni: 0541-864010. (b.r.)

 

 




Leonardo Grandicelli, il ‘genovese’ della Valmarecchia

UNA VITA NEI MARI - Leonardo Grandicelli con i suoi tantissimi ricordi.

di RITA CELLI

Dalla Marina Militare alle navi mercantili, la storia del genovese residente a Novafeltria che ha visitato tutti i continenti, sembra quasi una leggenda. Il suo sogno nel cassetto:“Poter ricevere il congedo ufficiale da Roma, e la giusta qualifica per quei duri anni di guerra”. Ha girato tutto il mondo, navigato su tutti i mari e attraccato nei porti di tutti i continenti. E’ sopravvissuto alla guerra senza nemmeno una ferita, ha conosciuto decine di popoli, tradizioni, culture diverse. La storia di Leonardo Grandicelli di Novafeltria sembra quasi una leggenda. Nato il 10 luglio del 1921 a Genova, è entrato nella Marina militare giovanissimo, nel 1941, durante la Seconda Guerra Mondiale.

“Il periodo più duro della mia vita – racconta Grandicelli – quando ho perso mia madre e sono rimasto solo con i miei tre fratelli. Dopo il trasferimento dalla Liguria a Secchiano, a casa di zia Eleonora, ho dovuto lasciare tutti e andarmene a Pola. Poi da qui mi hanno inviato a Venezia, infine all’isola di Lero, in Grecia. Ero puntatore mitragliatore scelto”. Quattro anni e mezzo, vissuti nel vortice del conflitto bellico, ma per Grandicelli nemmeno un graffio. “Ho sempre avuto mia mamma che dal cielo mi proteggeva, ne sono certo –  ha gli occhi lucidi. Mi ricordo ancora che per poter sfamare dei bambini, andavo anche a rubare armato di pistola. La vita in guerra è dura. Se ne vedono davvero di tutti i colori. Fortunatamente poi nel 1945 sono tornato in Italia, con licenza illimitata, ma sotto la Polizia Militare”. Due anni dopo, Grandicelli ottiene l’encomio solenne, ma nessun innalzamento di grado. In oltre 70 anni, nemmeno un riconoscimento ufficiale da parte della Marina.

L’avventura di Leonardo però continua. Nel 1949 si iscrive all’associazione Reduci e Combattenti e sei anni più tardi, sulla pista da ballo di Ponte Rosso, si innamora di Angela Gambarini. Si sposerà poco dopo. Quindici giorni più tardi, la sua vita lo riporterà in mare. Il ‘genovese’ della Valmarecchia ha infatti salpato porti di mezzo mondo fino al 1977, su grosse navi mercantili e dello stabilimento di artiglieria Alsaldo. Tra poppa e prua, dopo l’esperienza di guerra, ha sempre lavorato come trattatore navale, carpentiere e aggiustatore meccanico. “Mia moglie e mio figlio Giovanni li vedevo una volta all’anno, quando andava bene _ commenta _ altrimenti ne passavano anche due. E’ stato un grande sacrificio per tutti. La cosa positiva è che ho davvero visitato tutti i continenti e imparando ben quattro lingue”.

Dall’Africa al Canada, dagli Usa alla Patagonia, passando per il Giappone, la Cina, l’Iraq e l’India. I viaggi di Grandicelli erano inarrestabili. “Il ricordo più bello resta quello del porto di Sidney, in Australia – afferma – anche l’aver visto le balene in Nuova Guinea fa il suo effetto. Oppure quando per rianimare un collega elettricista, mi sono sentito male io e mi hanno abbandonato per 5 giorni a New Orleans, senza documenti e con 5 dollari in tasca”. Ma nel suo lungo girovagare, l’avventura più bella di Grandicelli è stata quella di diventare nonno a 78 anni, della splendida Irene. “Mio figlio e mia nuora non potevano darle nome migliore – sorride – in greco Irene significa ‘dea della pace’. E’ la gioia infinita di me e mia moglie”.

Grandicelli nonostante tutto, ha però ancora un sogno nel cassetto. “Ricordo ancora con orgoglio il mio numero di matricola: 32689. E’ stata una lunga avventura, quella del periodo della guerra. Sono stato anche Capo Gamella (nella gestione dei pasti dei marinai militari) sotto il comando dell’ammiraglio De Courten, allora Ministro della Marina Militare. L’unico riconoscimento grande che ho ricevuto, è stato l’encomio nel ’47 con la croce di guerra al merito. Vorrei che tutti i sacrifici venissero ripagati. Sono, credo, l’ultimo marinaio militare e mercantile rimasto a Novafeltria. Ormai sono passati tanti anni, ma il mio desiderio resta uno solo: poter avere da Roma il congedo ufficiale dalla Marina, con la giusta qualifica, dopo tutto quello che ho fatto”.

 © RITA CELLI Copyright lapiazzarimini.it  – Tutti i diritti riservati

 

 




Agricoltura, convegno e dati ultimo censimento

Domani giovedì 28 febbraio alle ore 15.00 presso la sede della della Provincia di Rimini in Via Dario Campana 64 (Sala Marvelli ) si terrà il convegno su “Lo stato dell’arte dell’agricoltura nei 27 comuni del territorio riminese” a cui parteciperà, tra gli altri, anche l’Assessore della Regione Emilia-Romagna all’agricoltura, Tiberio Rabboni. Il seminario è un’importante occasione per fare il punto sull’agricoltura provinciale riminese, a partire dai dati definitivi del VI censimento generale dell’agricoltura, integrato dai risultati dell’indagine 2012 sulla produzione nel settore.

 




ELEZIONI POLITICHE 2013 Provincia di Rimini, i dati definitivi di Camera e Senato. CHI VA IN PARLAMENTO

Rispetto ai pronostici che auspicavano la presenza di riminesi anche al Senato, ad andare a Roma a servire il Paese con la nostra bandiera in tasca saranno solo in quattro: Giulia Sarti del Movimento Cinque Stelle (primo partito in città), Tiziano Arlotti ed Emma Petitti del Partito Democratico e Sergio Pizzolante del Popolo delle Libertà. Le cui rispettive coalizioni registrano dati fortemente negativi rispetto alle Politiche del 2008. I partiti del  centrosinistra ottengono il 32,32% dei voti lasciandone per strada 13. Ancora peggio per il centrodestra che nel 2008 ottenne il 41% delle preferenze mentre in questa ultima tornata ne porta a casa il 23,37.

Ecco tutti i risultati per Camera e Senato riferiti alla provincia di Rimini.

Camera dei Deputati (Provincia di Rimini – Emilia Romagna)

  • FIAMMA TRICOLORE voti ottenuti 261 – 0,131%
  • MIR – MODERATI IN RIVOLUZIONE voti ottenuti 496 – 0,249%
  • GRANDE SUD – MPA voti ottenuti 73 – 0,036%
  • LEGA NORD voti ottenuti 3.155 -1,584%
  • IL POPOLO DELLA LIBERTA’ voti ottenuti 39.554 – 19,868%
  • LA DESTRA voti ottenuti 930 – 0,467%
  • INTESA POPOLARE voti ottenuti 197 – 0,098%
  • FRATELLI D’ITALIA voti ottenuti 2.861 – 1,437%  …..Totale centrodestra 47.266 voti 23,742%
  • MAGDI CRISTIANO ALLAM IO AMO L’ITALIA voti ottenuti 594 – 0,298%
  • FORZA NUOVA voti ottenuti 583 – 0,292%
  • RIVOLUZIONE CIVILE voti ottenuti 3.225 – 1,619%
  • FARE PER FERMARE IL DECLINO voti ottenuti 2.387 – 1,199%
  • PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI voti ottenuti 1.074 – 0,539%
  • CENTRO DEMOCRATICO voti ottenuti 362 – 0,181%
  • PARTITO DEMOCRATICO voti ottenuti 59.710 – 29,993%
  • SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ voti ottenuti 4.275 – 2,147% …Totale centrosinistra 64.347 voti 32,322%
  • MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT voti ottenuti 61.100 – 30,691%
  • PANNELLA LISTA AMNISTIA GIUSTIZIA LIBERTA’ voti ottenuti 536 – 0,269%
  • CASAPOUND ITALIA voti ottenuti 168 – 0,084%
  • FRANCO TORCHIA PRI voti ottenuti 292 – 0,146%
  • FUTURO E LIBERTA’ voti ottenuti 591 – 0,296%
  • UNIONE DI CENTRO voti ottenuti 1.764 – 0,886%
  • SCELTA CIVICA CON MONTI PER L’ITALIA voti ottenuti 14.89 – 1 7,479%

Senato della Repubblica (Provincia di Rimini – Emilia Romagna)

  • FORZA NUOVA voti ottenuti 510 – 0,276%
  • MARIO MONTI CON MONTI PER L’ITALIA voti ottenuti 15.507  – 8,399%
  • FARE PER FERMARE IL DECLINO voti ottenuti 1.762 – 0,954%
  • PARTITO DEMOCRATICO voti ottenuti 59.098 – 32,009%
  • CENTRO DEMOCRATICO voti ottenuti 405  – 0,219%
  • SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ voti ottenuti 3.803 – 2,059% .. Totale centrosinistra 63.306 voti 34,288%
  • SILVIO BERLUSCONI LA DESTRA voti ottenuti 916 –  0,496%
  • LEGA NORD voti ottenuti 3.065 – 1,660%
  • FRATELLI D’ITALIA voti ottenuti 2.582 – 1,398%
  • IL POPOLO DELLA LIBERTA’ voti ottenuti 37.812 – 20,480%
  • MIR – MODERATI IN RIVOLUZIONE voti ottenuti 666 – 0,360% .. Totale centrodestra 45.041 voti 24,395%
  • PRI voti ottenuti 316 – 0,171%
  • IO AMO L’ITALIA voti ottenuti 559 – 0,302%
  • MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT voti ottenuti 53.123 – 28,773%
  • FIAMMA TRICOLORE voti ottenuti 389 – 0,210%
  • PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI voti ottenuti 1.119 – 0,606%
  • PANNELLA LISTA AMNISTIA GIUSTIZIA LIBERTA’ voti ottenuti 540 – 0,292%
  • RIVOLUZIONE CIVILE voti ottenuti 2.454 – 1,329%

 




Torna a Misano “Ritratti d’Autore”

di ALBERTO BIONDI

Non poteva mancare anche quest’anno “Ritratti d’Autore”, la manifestazione culturale organizzata dalla Biblioteca Comunale di Misano Adriatico e diretta da Gustavo Cecchini. Sette date, sette grandi scrittori e sette “commentatori” d’eccezione che ad ogni incontro scaveranno nel pensiero, nelle immagini e nelle parole di una delle opere scelte. Si comincia l’1 marzo con i Promessi Sposi, commentati da Marcello Fois (finalista allo Strega 2012) che con il suo ultimo romanzo, Nel Tempo di Mezzo, si è voluto ricongiungere alla tradizione manzoniana. La storia di Renzo e Lucia, che non ha certo bisogno di presentazioni, sarà già stata categoricamente bollata da alcuni come la “croce” degli anni di scuola, appunto però l’occasione è ghiotta per scoprire e ri-scoprire questo libro da un punto di vista inedito e affascinante. Convincendoci, magari, a rivalutare l’opera e il pensiero di Alessandro Manzoni.

Una settimana dopo, l’8 marzo, è il turno de La Tempesta di Shakespeare letta e spiegata da Nadia Fusini. Il capolavoro, considerato il testamento spirituale del Bardo, verrà scandagliato soffermandosi sulla figura femminile di Miranda, sorta di nuova Eva ed essenza assoluta di femminilità. Atmosfere e riflessioni del tutto differenti nel successivo incontro del 15, in cui il filosofo politico Maurizio Viroli darà voce a Niccolò Macchiavelli leggendo la sua opera più celebre e controversa: Il Principe. Con uno sguardo pragmatico e glaciale, l’autore ci offre uno spaccato delle logiche crudeli, ciniche e intriganti che reggevano la trama della politica di allora (e di oggi?), diventando così un “classico” della trattatistica sul potere. Per il quarto incotro di “Ritratti d’Autore” il commentatore d’eccezione è forse, per i moderni, più famoso dell’autore: Massimo Cacciari, che leggerà le Nuvole di Aristofane, vera e propria satira sulla figura di Socrate nell’Atene del V secolo. Commedia tra le più brillanti della classicità, le Nuvole approfondiscono il tema dell’educazione dei giovani e del pericolo costituito dai “trucchi sofistici”, insegnati per padroneggiare il linguaggio dialettico anche nel torto.

Il 5 aprile si apre la Bibbia, più precisamente l’Antico Testamento, e il filosofo Salvatore Natoli approfondirà il Qohelet (Ecclesiaste), il quarto dei libri sapienziali ebraici. Strutturato come un vero e proprio poema, il Qohelet è ancora oggi fonte di riflessione sull’utilità dell’esistenza e sull’imperante vanità umana, offrendo una risposta velata d’ottimismo nell’insegnare il godimento delle piccole gioie della vita. Carlo Sini, durante l’incontro del 12 aprile, parlerà di democrazia leggendo le parole di Pericle e del sofista Gorgia. Uno spaccato della politica ateniese in cui la democrazia finirà per trasformarsi in sanguinoso imperialismo, un’occasione da non perdere per coloro che continuano ad interrogarsi se davvero il “governo del popolo” sia solo, anche dopo 2500 anni, un’irraggiungibile utopia. L’ultimo appuntamento sarà per il 19 aprile con Giorgio Odifreddi che si occuperà di evoluzionismo leggendo e commentando L’Origine della Specie di Charles Darwin. Il più seguito matematico italiano e il padre del pensiero moderno sulla natura dell’uomo, un incontro per chiudere in grande stile. Tutti gli appuntamenti si terranno presso il Cinema-Teatro Astra di Misano Adriatico, alle 21.00. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti. E ci auguriamo che alla porta la gente spinga per entrare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 




Turismo, nel 2012 presenze a -1,6%

Dopo un 2011 positivo (+4,6% arrivi e +4,3% presenze), nel 2012 tutti i nodi sono venuti al pettine. Così cala definitivamente il sipario (e inizia la discussione) sui numeri del 2012 riferiti al turismo. E più che la “capitale europea” del turismo, possiamo iniziare a definirci capitale del turismo “degli amici della porta accanto” visto che il 38% dei nostri turisti risiede in un raggio di 200 km dalle nostre coste. Molto bene l’estero: +8,2% con un + 5,7% di notti. Il peso degli stranieri sale: dal 23% del 2011 al 25,1% del 2012. Il progetto ‘Malatesta & Montefeltro’ per promuovere l’entroterra registra ottimi risultati e punto al raggiungimento degli obiettivi. Ma procediamo con ordine. Ecco i numeri del 2012 forniti dall’Ufficio Statistica della Provincia di Rimini: + 1,8% per gli arrivi e – 1,6% per le presenze. Buone le performances nei mesi primaverili, con un +4,7% notti nel mese di marzo, un + 5,3% nel mese di aprile e un +2,1% in quello di maggio. Quanto all’estate ha tenuto agosto (-1,4% notti, ma +2,9 turisti), difficoltà nel mese di luglio (-2,4% notti), negativo anche giugno con un -4,9%, soddisfacente il mese settembre (+4,5% turisti e +0,2% notti). Positivo l’autunno-inverno con un + 0,2% nel mese di ottobre, +8,2 e + 6,3% pernottamenti, rispettivamente, a novembre e dicembre. Difficoltà invece nei primi mesi dell’anno, con un -8,6% pernottamenti nel mese di gennaio e un -12,5% in quello di febbraio. Non va certo meglio in altre parti d’Italia. Magra consolazione. I dati turistici nazionali sono tutti negativi: Lombardia -2,1% pernottamenti, Piemonte -1,5%, Veneto -7,1%, – 8,4% dalle altre regioni italiane; unica eccezione è il dato dell’Emilia Romagna, che registra un +4,1%, segno evidente della difficoltà economica contingente, con molte famiglie che non hanno voluto rinunciare alla vacanza, preferendo la nostra Riviera a mete più esotiche e lontane. “Questa tendenza rischia di allargarsi ancora di più nel 2013, come avvertono gli operatori del settore – ha dichiarato l’assessore al Turismo della Provincia di Rimini Fabio Galli.- Dobbiamo dunque prepararci a un altro anno complesso, causa principalmente la contrazione del potere d’acquisto da parte degli italiani.”

Torniamo a numeri. Molto bene l’estero: +8,2% ì turisti dall’estero, + 5,7% le notti. La percentuale di domanda estera rispetto al totale sale dal 23% del 2011 al 25,1% del 2012. Forte elemento di traino è stata senz’altro la conferma della crescita della Russia, con un + 17,5% nei pernottamenti, con un ruolo decisivo determinato dal rapporto storico del nostro aeroporto con tale mercato, dato che migliora ancora e notevolmente i risultati del 2011. Ma buoni risultati su tutti i mercati esteri: Germania (+5,5%), Austria (+3,5%), Svizzera (+9%), Polonia (+4%), Regno Unito (+3%), Belgio (+4,4%), Paesi Bassi (+9,4%). Bene anche il Nord Europa, anche se con numeri assoluti lontani da quelli di qualche decennio fa. Più in difficoltà invece il mercato francese, con un -3,9% in termini di notti, dove ancora gli effetti pesanti della crisi economica si fanno sentire e condizionano le scelte di viaggio e vacanze.

La Provincia, con la mole di dati a disposizione, è riuscita anche a ricostruire l’identikit del turista che arriva in Riviera. Prevalentemente familiare (62,2% della domanda), seguono i “single” (20%), mentre i gruppi costituiscono il 17,8%. La classe d’età più rappresentata è quella tra i 41-64 anni (il 35% dei clienti), fino a 15 anni abbiamo il 15,1% dei turisti, tra i 16-25 anni il 13,6% della domanda, il 26,2% dei turisti ha tra i 26-40 anni, oltre i 65 anni il 10,1%. Il mezzo di trasporto prevalentemente utilizzato è l’auto (70,3% dei casi), l’aereo è utilizzato per il 4,3% dei turisti, il treno nel 6,6% dei casi (quasi esclusivamente turisti italiani), il bus per il 15,2% della domanda. Altro dato interessante è la provenienza: il 3,5% dei clienti risiede entro i 100 km dalla Riviera di Rimini, tra i 101-200 km troviamo il 34,4% dei turisti, tra i 201-300 km il 23,5%, tra i 301-400 km il 26,9% della domanda, oltre i 501 km il 3,9%.

Rispetto al mercato estero, l’ente provinciale ha fornito un focus su Russia e Germania che hanno raggiunto una quota di mercato (sulla domanda straniera) pari, rispettivamente, al 22,3% e allo 18,9%. Il sorpasso del turista russo (su quello tedesco) è avvenuto da qualche anno. I pernottamenti dalla Russia hanno raggiunto le 894.000 unità, con un crescita del 17,5% rispetto all’anno passato, dato che migliora (e notevolmente) l’ottimo risultato del 2011 (+34,2%) e quello degli anni precedenti. Siamo di fatto la porta di accesso dei russi per l’Italia, con notevoli positivi effetti non solo sul segmento alberghiero della Riviera, principalmente Rimini (781.000 pernottamenti) e Riccione, ma per tutta l’offerta commerciale del nostro territorio. E’ un turista che si muove prevalentemente in gruppo (78%) o con la famiglia (17,1%), i single sono solo il 4,9%. Raggiunge la Riviera di Rimini prevalentemente in aereo (78,6%), ma anche in autobus (12,6%) e in auto (5,9%). Si tratta inoltre di individui giovani (il 56,7% dei turisti russi ha meno di 40 anni, il 21,8% meno di 25 anni), anche se la classe d’età più numerosa è quella dai 41 ai 64 anni (40,4%). I maschi sono il 31,3%, le donne sono il 68,7%: si tratta di un mercato certamente rosa.

I turisti tedeschi nel 2012 hanno registrato 760 mila pernottamenti, pari al +5,5%, dato che conferma la crescita registrata anche nel 2011 (+8,6%). In questo caso si tratta si un cliente che raggiunge la Riviera di Rimini prevalentemente su gomma (il 63,4% in auto, il 24,6% in bus), con una quota dello 6,1% che utilizza l’aereo, insufficiente è invece il dato di coloro che utilizzano il treno (2,3%), dato sui cui pesa evidentemente la quasi totale assenza di collegamenti ferroviari diretti con la Germania. E’ un mercato prevalentemente famigliare: le famiglie rappresentano il 59,8%, i single il 6,9%, i gruppi il 33,3%. Maschi (52,2%) e femmine (47,8%) si equivalgono. Il 36,5% hanno meno di 25 anni, il 16,3% tra i 26-40 anni, il 33,5% tra i 41-64 anni, il 13,7% oltre i 65 anni.

Rispetto all’entroterra, il 2012 sì è concluso con un quadro ancora positivo: + 2,8% i pernottamenti, in controtendenza rispetto al dato della Riviera, con una crescita fortissima sul mercato estero (+15,8%). Complessivamente si sono registrati 196 mila pernottamenti (di cui il 33,7% dall’estero). Un risultato che conferma e migliora il dato 2011, che aveva chiuso con un +21,2% pernottamenti e +14,3% turisti. L’olandese è il primo cliente assoluto: nel 2012 è cresciuto del 30,8% in termini di pernottamenti, raggiungendo la quota del 16,2% della domanda complessiva e quella del 48,1% della domanda estera; molto bene anche la Germania con un +10,6%, il Belgio (+12%), la Svizzera (+30,4%), il Regno Unito (+8,4%), la Norvegia (+118,8%). La Provincia ritiene che il successo dipenda dal progetto “Malatesta & Montefeltro” avviato nel 2010 che prevedeva di raggiungere entro giugno 2014 i 200 mila pernottamenti, con una quota di mercato estero pari al 30%.

 

 

 




ELEZIONI POLITICHE 2013 – L’affluenza alle urne. I DATI DEFINITIVI COMUNE PER COMUNE

Urne chiuse. Ecco l’affluenza. Per quanto riguarda la Camera su 250.329 aventi diritto hanno votato 203.455 pari all’81,275%. Quanto al Senato su 332.357 elettori ai seggi si sono recati in 188.650 pari all’ 81,189%. Nel 2008 fu dell’84,66%.

I dati per ciascun Comune:

BELLARIA-IGEA MARINA: Camera 81,369 Senato: 81,399
CASTELDELCI: Camera 57,754 Senato: 57,348
CATTOLICA: Camera 81,383 Senato: 81,459
CORIANO: Camera 89,150 Senato: 87,505
GEMMANO: Camera 80,201 Senato: 79,450
MAIOLO: Camera 79,372 Senato: 79,354
MISANO ADRIATICO: Camera 82,619 Senato: 82,907
MONDAINO: Camera 81,875 Senato: 82,056
MONTECOLOMBO: Camera 79,524 Senato: 79,983
MONTEFIORE: Camera 75,995 Senato: 76,045
MONTEGRIDOLFO: Camera 81,771 Senato: 81,363
MONTESCUDO: Camera 77,061 Senato: 76,522
MORCIANO DI ROMAGNA: Camera 82,041 Senato: 82,096
NOVAFELTRIA: Camera 81,704 Senato: 81,150
PENNABILLI: Camera 78,630 Senato: 77,767
POGGIO BERNI: Camera 85,099 Senato: 85,016
RICCIONE: Camera 81,635 Senato: 81,642
RIMINI: Camera 80,163 Senato: 80,151
SALUDECIO: Camera 78,132 Senato: 78,159
SAN CLEMENTE: Camera 81,897 Senato: 81,788
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO: Camera 85,512 Senato: 85,722
SAN LEO: Camera 76,284 Senato: 75,986
SANT’AGATA FELTRIA: Camera 77,819 Senato: 77,031

SANTARCANGELO DI ROMAGNA: Camera 83,484 Senato: 83,376
TALAMELLO Elettori totali: Camera 81,764 Senato: 81,509
TORRIANA Elettori totali: Camera 81,699 Senato: 81,519
VERUCCHIO Elettori totali: Camera 82,875 Senato: 82,685

 

L’affluenza alle ore 22,00 del 24 febbraio: 62,69%

  • CASTELDELCI Elettori totali: 374 Affluenza: 40,106%
  • CATTOLICA Elettori totali: 12.978 Affluenza: 60,957%
  • CORIANO Elettori totali: 7.862 Affluenza: 68,328%
  • GEMMANO Elettori totali: 894 Affluenza: 57,046%
  • MAIOLO Elettori totali: 669 Affluenza: 57,698%
  • MISANO ADRIATICO Elettori totali: 9.528 Affluenza: 63,990%
  • MONDAINO Elettori totali: 1.109 Affluenza: 56,988%
  • MONTE COLOMBO Elettori totali: 2.564 Affluenza:  59,633%
  • MONTEFIORE CONCA Elettori totali: 1.708 Affluenza: 53,864%
  • MONTEGRIDOLFO Elettori totali: 779 Affluenza: 59,435%
  • MONTESCUDO Elettori totali: 2.437 Affluenza: 55,806%
  • MORCIANO DI ROMAGNA Elettori totali: 5.095 Affluenza: 61,923%
  • NOVAFELTRIA Elettori totali: 5.679 Affluenza: 59,341%
  • PENNABILLI Elettori totali: 2.424 Affluenza: 55,239%
  • POGGIO BERNI Elettori totali: 2.651 Affluenza: 67,446%
  • RICCIONE Elettori totali: 27.145 Affluenza: 63,647%
  • RIMINI Elettori totali: 108.862 Affluenza: 62,44%
  • SALUDECIO Elettori totali: 2.346 Affluenza: 56,777%
  • SAN CLEMENTE Elettori totali: 3.994 Affluenza: 60,791%
  • SAN GIOVANNI IN MARIGNANO Elettori totali: 7.075 Affluenza: 67,929%
  • SAN LEO Elettori totali: 2.218 Affluenza: 56,357%
  • SANT’AGATA FELTRIA Elettori totali: 1.844 Affluenza: 57,971%
  • SANTARCANGELO DI ROMAGNA Elettori totali: 16.693 Affluenza: 65,590%
  • TALAMELLO Elettori totali: 850 Affluenza: 59,764%
  • TORRIANA Elettori totali: 1.153 Affluenza: 59,150%
  • VERUCCHIO Elettori totali: 7.469 Affluenza: 64,446%

 

L’affluenza alle ore 19,00 quando aveva votato il 55,371% degli aventi diritto.

  •  BELLARIA-IGEA MARINA Elettori totali: 13.929 Affluenza: 57,649%
  •  CASTELDELCI Elettori totali: 374 Affluenza: 37,700%
  •  CATTOLICA Elettori totali: 12.978 Affluenza: 53,760%
  •  CORIANO Elettori totali: 7.862 Affluenza: 59,641%
  •  GEMMANO Elettori totali: 894 Affluenza: 52,908%
  •  MAIOLO Elettori totali: 669 Affluenza: 50,373%
  •  MISANO ADRIATICO Elettori totali: 9.528 Affluenza: 55,782%
  •  MONDAINO Elettori totali: 1.109 Affluenza: 52,299%
  •  MONTE COLOMBO Elettori totali: 2.564 Affluenza: 53,354%
  •  MONTEFIORE CONCA Elettori totali: 1.708 Affluenza: 49,648%
  •  MONTEGRIDOLFO Elettori totali: 779 Affluenza: 54,043%
  •  MONTESCUDO Elettori totali: 2.437 Affluenza: 48,953%
  •  MORCIANO DI ROMAGNA Elettori totali: 5.095 Affluenza: 54,308%
  •  NOVAFELTRIA Elettori totali: 5.679 Affluenza: 52,121%
  •  PENNABILLI Elettori totali: 2.424 Affluenza: 48,391%
  •  POGGIO BERNI Elettori totali: 2.651 Affluenza: 60,656%
  •  RICCIONE Elettori totali: 27.145 Affluenza: 54,673%
  •  RIMINI Elettori totali: 108.862 Affluenza: 54,936%
  •  SALUDECIO Elettori totali: 2.346 Affluenza: 51,150%
  •  SAN CLEMENTE Elettori totali: 3.994 Affluenza: 51,952%
  •  SAN GIOVANNI IN MARIGNANO Elettori totali: 7.075 Affluenza: 60,226%
  •  SAN LEO Elettori totali: 2.218 Affluenza: 50,901%
  •  SANT’AGATA FELTRIA Elettori totali: 1.844 Affluenza: 53,416%
  •  SANTARCANGELO DI ROMAGNA Elettori totali: 16.693 Affluenza: 59,557%
  •  TALAMELLO Elettori totali: 850 Affleuzna: 54,588%
  •  TORRIANA Elettori totali: 1.153 Affluenza: 54,90%
  •  VERUCCHIO Elettori totali: 7.469 Affluenza: 58,856%

 

 

 




Coriano “educa” i cittadini alla fiscalità locale

FISCALITA' LOCALE Un momento relativo alla presentazione dell'iniziativa

Buona affluenza di pubblico al primo step di formazione e divulgazione dell’utilizzo del “Portale per il Cittadino – IMU” organizzato dall’amministrazione comunale di Coriano tenutosi lo scorso 22 febbraio. Presenti il sindaco di Coriano, Domenica Spinelli, l’assessore al bilancio di Coriano, Salvatore Guarino, e l’assessore al bilancio di San Clemente Donato Meleti e il dirigente di Morciano Giocchino Di Pasqua.

“Oltre alle tante iniziative che questa amministrazione sta portando avanti – ha detto l’assessore Guarino – il Comune ha voluto fornire al cittadino un servizio utile (istituendo il portale, ndr) rendendolo parte attiva e consapevole che, con la sua azione e con il suo sacrificio, contribuisce all’erogazione di servizi essenziali. Uno strumento che dà una visione diversa dell’amministrazione: non come “cattiva”, che cerca solo di realizzare entrate senza preoccuparsi di altro o che vuole tartassare i cittadini, ma la si deve vedere in un’ottica umana, dando al cittadino la possibilità di accedere a un portale semplice, senza avvalersi dell’aiuto di funzionari se non è obbligato e di correggere eventuali errori o addirittura evitare di commetterli per non incorrere in sanzioni salate . Nell’ immediato futuro – ha concluso l’assessore – l’obiettivo di ogni Comune sarà quello di ottimizzare il lavoro all’interno dell’Ente e di offrire agli utenti (cittadini, imprese, contribuenti, consulenti tecnici e fiscali, ecc.) servizi nuovi, a misura di cittadino, in applicazione delle recenti normative in materia di trasparenza e procedure di facile accesso ai dati inerenti l’organizzazione dell’Ente”.

Dunque, il progetto di “fiscalità locale partecipata” si propone di aprire un dialogo tra Comune e cittadini-contribuenti ponendo alla base di esso la riscoperta dei valori di responsabilità, consapevolezza e coinvolgimento e, soprattutto, Coriano vuole guardare avanti e farsi trovare pronto quanto tutto questo diventerà obbligatorio. (B.R.)