Pediatria, continua il progetto sperimentale

L’Ausl di Rimini comunica che continua ad essere operativo il progetto sperimentale di collaborazione tra il servizio di Guardia Medica (0541.787461) e i pediatri di famiglia. Il progetto consiste nell’attivazione, su base volontaria, di un servizio di reperibilità telefonica nei giorni di sabato, domenica e altri festivi (tranne i prefestivi infrasettimanali) nella fascia oraria diurna (cioè dalle ore 8:00 alle 20:00). In pratica il medico di Guardia Medica che riceve una telefonata per un minore al di sotto del quattordicesimo anno di vita, qualora lo ritenga necessario, a suo insindacabile giudizio, può attivare il pediatra reperibile passandogli la comunicazione telefonica. Il pediatra, che esegue la sola consulenza telefonica, non la visita domiciliare, può dunque procedere secondo le seguenti tre modalità: effettua la consulenza telefonica ritenendola sufficiente; invia il medico di Guardia Medica per la visita domiciliare; invia il paziente all’Ambulatorio Urgenze Pediatriche (il cosiddetto pronto soccorso pediatrico dell’Ospedale “Infermi” di Rimini) previa telefonata al medico di turno.

L’obiettivo della sperimentazione è quello di fornire un servizio sempre più puntuale ed efficace alle famiglie con bambini che, specialmente nei giorni festivi e prefestivi, come testimoniato anche da numerose segnalazioni pervenute all’A.USL negli ultimi anni, sentono l’esigenza, per le situazioni percepite come più delicate, di un consulto, magari anche solo telefonico, con un pediatra, oltre che col medico di Continuità Assistenziale.