Nasce il jazz manouche

image_pdfimage_print

BELLA Una suggestiva immagine di Villa Franceschi, sede della Galleria comunale d'arte moderna e contemporanea

Parigi, anni ’30 e ’40. Il jazz arriva dall’America e, grazie al geniale chitarrista Django Reinhardt, si mescola al musette francese e alla musica tzigana: nasce il jazz manouche. Dalla passione per questo genere, raffinato e diretto allo stesso tempo, nasce ReTrió. Il trio si propone di presentare il repertorio retrò, ma sempre attuale per poesia e virtuosismo, di Django Reinhardt, arricchendolo con standard jazz sempre riletti in chiave manouche. Per grandi e piccini, per batter i piedi a tempo di swing, tra note colorate, lente e velocissime. 

Il profilo degli artisti. Emiliano Battistini, chitarrista e semiologo, è diplomato in chitarra classica presso l’istituto musicale pareggiato G. Lettimi di Rimini e laureato con lode in semiotica all’università di Bologna. Alterna la ricerca musicologica all’attività concertistica, con un approccio contemporaneo capace di tenere insieme musica classica, folk-popolare e d’avanguardia. Come chitarrista è infatti attivo con recital di chitarra classica, con la band di rock sperimentale “delay_house” con cui incide per l’etichetta Stop!Records, e con il trio di jazz manouche “ReTrió”. Claudio Olivieri, chitarrista, deve l’iniziale infatuazione per il suo strumento all’ascolto dei dischi di Bob Dylan e Jimi Hendrix per poi compiere un viaggio a ritroso alla riscoperta delle radici Blues e Jazz. Diplomato in chitarra presso l’istituto musicale pareggiato G. Lettimi di Rimini, ha così parallelamente approfondito questi stili frequentando diversi seminari con musicisti come Bob Brozman e Christian Escudè.  Ha partecipato a diversi festival italiani aprendo i concerti di artisti internazionali ed europei come Big Time Sarah, Billy Branch, Paolo Bonfanti, Kenny Neal.
Ha inciso per Interno4 record, Pagina 3, Edizioni 3000. E’ altresì laureato in conservazione dei beni culturali all’università di Bologna.

Francesco Pesaresi, contrabbassista, dalle molteplici influenze che vanno dall’ento-folk al jazz tradizionale e d’avanguardia. Ha studiato con affermati insegnanti come Stefano Travaglini e Giordani Petroni e intrapreso una incessante attività live che lo ha visto al fianco, tra gli altri, di artisti come Federico Tassani, Antonio Coatti (Shellvibes), Marco Vienna, Tony Green, Stefano Bedetti, Gianluca Nanni, Caffè Sport Orchestra. Ha inoltre inciso per etichette indipendenti come Interno4 record e Rai trade Freecom. E’ laureato in lettere e filosofia all’università di Bologna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni