C’è “Belindo” per 84 bambini

L’azienda Usl di Rimini la definisce “una struttura più che all’avanguardia, sia dal punto di vista strutturale sia dal punto di vista dell’offerta didattica”. Si chiama “Belnido”, ed è il nuovo nido d’infanzia interaziendale attivo da una settimana nell’area posteriore dell’Ospedale “Infermi” di Rimini. Al momento sono stati inseriti una decina di bambini ma gradualmente arriverà alla piena operatività con 84 bambini. Potranno accedere non soltanto i figli ma anche i nipoti dei lavoratori dell’A.Usl e i i figli di lavoratori delle altre tre Aziende sanitarie di Area Vasta Romagna (Forlì, Cesena e Ravenna) solo se la famiglia risiede a Rimini. Oltre all’A.USL e al Comune di Rimini hanno già attivato convenzioni per usufruire della struttura Hera Rimini ed Sgr Rimini.

Per quanto attiene alla parte amminsitrativa “Belnido” è stato affidato all’Asp “Valloni” mentre per la parte educativa è impegnata, a seguito di apposito bando, la cooperativa sociale onlus “Acquarello”, che da oltre 25 anni si occupa di didattica ed educazione in strutture di questo genere. L’edificio, che copre una superficie di circa 1.200 metri quadrati, è circondato da un ampio giardino. Belindo, che è stato interamente finanziato con risorse pubbliche, è costato 1,6 milioni di euro, per metà a carico dell’Azienda Usl e metà a della Provincia di Rimini. Vi è stato inoltre un’importante sostegno da parte della Fondazione Carim per la parte degli arredi. Sostegno – assicurano dall’Ausl – che proseguirà anche in futuro.

Quanto all’offerta didattica, i bambini saranno suddivisi in tre sezioni, dai 10 ai 12 mesi, dai 12 ai 24 mesi e dai 24 ai 36 mesi. Oltre alle aule e agli spazi comuni, interni ed esterni (questi ultimi progettati da un architetto del verde in modo da consentirne la massima e migliore fruizione possibile), vi è un ampio ingresso utilizzabile al bisogno anche per riunioni, un punto cucina per la predisposizione dei pasti, spazi per gli insegnanti, spazio per i genitori, ingresso con bussola-filtro a fini di sicurezza e di mantenimento del microclima interno, servizi generali. Il nido d’infanzia interaziendale svolgerà un effettivo servizio di tempo pieno, e per di più con un’impostazione flessibile che consentirà di andare incontro il più possibile alle esigenze delle famiglie nel rispetto dei diritti dei bambini di godere della presenza dei genitori.

 

 

 

 

 

 




Censimento industria e servizi e istituzioni non profit, termine ultimo il prossimo 20 dicembre

La Camera di Commercio di Rimini ricorda che presso la propria sede è costituito l’Ufficio Provinciale di Censimento. Le imprese estratte a campione e l’intero universo delle Istituzioni non profit del territorio hanno il dovere, per legge, di restituire entro il prossimo 20 dicembre il questionario compilato sul IX Censimento “Industria e servizi” e “Istituzioni non profit”. Purtroppo, ad oggi, da via Sigismondo registrano “un’insufficiente collaborazione”.

Ecco i numeri. Al 7 dicembre 2012, sono stati restituiti 1297 questionari su 1969 (pari al 65,9%) da parte delle imprese (estratte a campione), mentre ne sono stati restituiti 1847 su 2857 (pari al 64,6%) da parte delle istituzioni Non Profit (intero universo). Rimini si posiziona in regione al quinto posto tra le nove province. “Questa tornata censuaria ha propositi e finalità di assoluto rilievo sia per il tessuto economico e sociale italiano, sia per le strategie dei decisori politici ma anche, in via diretta, per imprese e istituzioni – ha dichiarato il presidente dell’Istat, Enrico Giovannini – Si tratta di informazioni preziose anche per le imprese stesse, che potranno utilizzarle, grazie alla creazione di un apposito portale. Le informazioni sul non profit aiuteranno a conoscere le dimensioni del fenomeno e il suo peso sull’economia nazionale”.

La Camera di Commercio ricorda inoltre che in caso di inadempienza sono previste sanzioni fino a circa 5 mila euro tramite procedura sanzionatoria, attivata dallo stesso Ufficio Provinciale di Censimento. Per la compilazione è disponibile anche il servizio on line.