Emergenza casa. Pazzaglia al Prefetto Palomba: “Non ci sono politiche adeguate”

E’ il gruppo consiliare di SEL e FareComune a intervenire sull’emergenza casa rivolgendosi direttamente al Prefetto Dott. Palomba. “Il progressivo peggioramento delle condizioni di vita di molte famiglie riminesi e il conseguente rischio di perdere la propria abitazione per morosità – scrive Fabio Pazzaglia – non è solo il frutto della crisi economica ma anche il risultato di una totale assenza di robuste politiche abitative da parte del Comune capoluogo. Ci rivolgiamo a Lei Dott. Palomba perchè abbiamo già avuto modo di apprezzare la Sua sensibilità in altri contesti, vedi l’attenzione verso i lavoratori gravemente gravemente sfruttati nel settore turistico. Ma anche perchè nell’arco del 2012 il Sindaco Gnassi non è riuscito a combinare nulla di importante sul versante dell’emergenza abitativa, dimostrando un mix di indifferenza politica e incapacità amministrativa.” Quali possibili soluzioni?

“Per fronteggiare il fenomeno in modo adeguato nel breve periodo – continua la nota del consigliere – Le proponiamo di individuare una soluzione cha parte dal seguente concetto: nessuno deve essere sfrattato se non vi è una soluzione abitativa alternativa. Il gruppo di SEL e FareComune propone il blocco degli sfratti, la cui modalità di attuazione siamo disponibili a discutere insieme a Lei e agli altri rappresentanti istituzionali interessati a risolvere il problema. Noi crediamo che la strada del dialogo tra le istituzioni sia l’unica strada da percorrere per difendere concretamente le famiglie più in difficoltà. Le chiediamo un reale impegno per fare in modo che il 2013 diventi l’anno del blocco degli sfratti. Siamo certi che col Suo aiuto questo obiettivo possa diventare un traguardo raggiungibile.”

 

 




40 mila documenti del “Fondo Campana” alla Biblioteca Civica Gambalunga di Rimini. Domani s’inaugura

SALE ANTICHE Una delle sale della Biblioteca Gambalunga di Rimini

Una biblioteca per Rimini. E’ questo il nome assegnato all’iniziativa che vedrà domani pomeriggio mercoledì 28 alle 17.30 presso la Sala del Settecento della Biblioteca Civica Gambalunga (centro storico via Gambalunga) il deposito di oltre 40 mila documenti, fra volumi e opuscoli, che compongono il ‘Fondo Augusto Campana’. Il merito di questa iniziativa va tutto alla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e del Comune di Rimini, col patrocinio dell’Istituto per i Beni Culturali Artistici e Naturali della Regione Emilia-Romagna, che insieme hanno siglato una convenzione che prevede il compimento del lavoro avviato da Enzo Pruccoli, responsabile dell’Ufficio Cultura della Fondazione, scomparso nel febbraio 2011.

Interverranno: Paola Delbianco (Responsabile Fondi Antichi Biblioteca Gambalunga), Rino Avesani (Università La Sapienza, Roma), Massimo Pasquinelli (Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini), Massimo Pulini (Assessore alla Cultura del Comune di Rimini), Rosaria Campioni (Soprintendente per i Beni Librari e Documentari della Regione Emilia Romagna). Tutta la cittadinnza è invitata a partecipare.