LA TRIBU’ DEL SOLE

La Tribù del sole ospita domani martedì 24 luglio uno spettacolo che vuole introdurre i bambini, anche più piccoli, all’ascolto della musica classica, insegnando loro ad individuare i suoni dei diversi strumenti musicali. A metterlo in scena compagnia Il Baule Volante di Ferrara. “Attento Pierino…arriva il lupo” è tratto dalla fiaba musicale “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev e affronta il tema della paura del lupo, uno dei più frequenti della letteratura per l’infanzia. Il lupo questo spettacolo però viene mostrato fin dall’inizio: la paura è subito esorcizzata grazie ad una presentazione effetto comico. Il finale positivo della storia dà inoltre al bambino, che si identifica naturalmente nel protagonista, sicurezza, fiducia nella sua capacità di superare gli ostacoli, da solo oppure con l’aiuto degli amici. La storia viene narrata sulla musica di Prokofiev da un attore/narratore che interagisce con dei pupazzi gommapiuma, in una sorta di danza/racconto di grande impatto.

Lo spettacolo è stato prodotto nel 1999 e vanta fino ad oggi oltre 500 rappresentazioni, con partecipazioni a rassegne
di rilievo nazionale. Inizio spettacoli ore 21.15. Ingresso gratuito




MAFIA

Si svolgerà domani sera martedì 24 Luglio ore 21,15 in Piazzale Ceccarini l’incontro con Saverio Lodato. Nato a Regio Emilia, si è stabilito a Palermo all’età di otto anni. Dal 1980 lavora a «l’Unità». Il suo hobby è la fotografia.

A pochi giorni dall’anniversario della morte di Borsellino e nel ventennale delle stragi che hanno colpito gli uomini simbolo della lotta contro Cosa Nostra – scrivono gli organizzatori – Lodato propone uno studio rigoroso e acuto sulla storia di Cosa Nostra dagli anni Sessanta fino alle ultime rivelazioni sulla trattativa fra Stato e mafia. Uno strumento per comprendere la natura di Cosa Nostra, per fare luce sui torbidi rapporti, fra lo Stato e questo enorme potere criminale, per ricordare gli eroi, i vincitori e gli sconfitti di una guerra infinita. Un’opera enciclopedica che mette a sistema, senza censure né retorica, i fatti che hanno segnato la storia della mafia; una fotografia fedele della sua evoluzione, priva dell’alone folcloristico che solitamente offusca le cronache criminali; il punto d’arrivo e allo stesso tempo la premessa di una riflessione sul futuro di Cosa Nostra. E del nostro Paese.




PESCE AZZURRO

La solidarietà per i terremotati dell’Emilia continua. Questa volta saranno quasi 900 kg di pescato freschissimo dell’Adriatico a partire venerdì prossimo alla volta di Finale Emilia per essere cucinati nei campi della Protezione civile e serviti a 1.700 abitanti colpiti dal terremoto. L’iniziativa benefica è di PesceAzzurro, la catena di ristoranti della cooperativa di pescatori Coomarpesca che ha recentemente inaugurato il nuovo punto self-service di Rimini. La campagna di solidarietà si è svolta dal 23 giugno al 22 luglio nei ristoranti della catena: per ogni cliente che ha consumato un pasto, 5 centesimi sono stati destinati da PesceAzzurro alla Protezione civile dell’Emilia-Romagna. La qualità del pescato servito, la valorizzazione del pesce azzurro come alimento tipico romagnolo cucinato secondo la tradizione e la competitività dei prezzi praticati hanno fatto registrare circa 70mila presenze nei quattro ristoranti nel solo mese in cui si è svolta la raccolta di fondi a sostegno dell’Emilia.

Il “Menù del cuore” di PesceAzzurro, con due antipasti, un primo, due secondi, un contorno, acqua, vino e pane, è ora in partenza per Finale Emilia. Un mezzo frigorifero di Coomarpesca consegnerà il prodotto freschissimo dell’Adriatico nella mattina di venerdì. A Finale, un rappresentante di PesceAzzurro per ognuno dei 5 campi della Protezione civile seguirà e coordinerà la preparazione e la distribuzione dei piatti, che saranno cucinati dai volontari di Protezione civile con le loro attrezzature.




Accordo Rimini Fiera e Confagricoltura

Rimini Fiera e Confagricoltura – annuncia la nota stampa dell’ente riminese – si impegnano a collaborare usufruendo delle opportunità offerte dalla  normativa comunitaria, nazionale e regionale in tema di sviluppo del settore agroalimentare al fine di agevolare l’incontro tra aziende italiane ed estere, valorizzare le  opportunità di sviluppo, favorire l’internazionalizzazione attraverso i più adeguati strumenti di incoming ed outgoing.

“L’accordo quadro con una organizzazione prestigiosa come Confagricoltura – commenta Lorenzo Cagnoni (nella foto a destra), presidente di Rimini Fiera – ci offre un’ulteriore opportunità di rafforzare il nostro ruolo al fianco delle imprese, così da favorire a loro vantaggio ulteriori opportunità di business e di promozione sui mercati nazionali ed internazionali”.

“La presenza sui mercati esteri – ha detto il presidente di Confagricoltura Mario Guidi – è uno degli obiettivi principali delle  imprese agricole. In questo contesto la collaborazione con una struttura specializzata come Rimini Fiera è di estrema importanza ed offre nuove interessanti occasioni alle nostra aziende per affermarsi a livello internazionale.”