ECCO IL NUOVO LUNGOMARE

Presentato questa mattina in Municipio il progetto aggiudicatario del Lungomare della Repubblica (terzo stralcio, da via Zandonai a piazzale Azzarita). Previsti due parcheggi sotterranei a due piani nei piazzali Ponchielli e Mascagni per complessivi 302 posti auto. L’arredo di superficie avrà finiture di pregio, con l’uso di porfido e quarzite. Sul nuovo tratto di lungomare correrà una pista ciclabile-carrabile larga 3,5 metri affiancata ad una passeggiata di 9,80 metri, con sedute, fioriere e pergolati in legno destinati alla sosta con copertura ombreggiante per tutta la lunghezza dell’intervento. L’opera – specifica la nota del Comune – è stata assegnata in via provvisoria alla Beltrami spa di Paderno Ponchielli (Cremona). Presenti all’incontro il sindaco Massimo Pironi, l’assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica Maurizio Pruccoli, il dirigente settore Lavori Pubblici Ivo Castellani, il dirigente Settore Urbanistica Baldino Gaddi, l’architetto comunale Giovanni Morri. L’opera prevede la realizzazione di 302 posti auto sotterranei in due differenti cantieri: piazzale Ponchielli e piazzale Mascagni. Entrambi i parcheggi saranno realizzati su due piani. Dei 302 posti auto, 230 verranno posti in vendita dall’impresa in diritto di superficie (99 anni); 11 verranno ceduti in proprietà al Comune di Riccione; i rimanenti 61 verranno destinati alla sosta breve a pagamento da parte del pubblico (con gestione dell’impresa affidataria).  Realizzata con la formula del “project financing” (finanza di progetto), dunque, senza oneri per l’Amministrazione comunale, avrà un costo a carico dell’impresa stimato in 7,59 milioni di euro. L’arredo di superficie avrà finiture di pregio, con l’uso di porfido e quarzite. Sul nuovo tratto di lungomare correrà una pista ciclabile-carrabile larga 3,5 metri affiancata ad una passeggiata di 9,80 metri, con sedute, fioriere e pergolati in legno destinati alla sosta con copertura ombreggiante per tutta la lunghezza dell’intervento. I mesi estivi verranno impiegati dai tecnici per completare le fasi della progettazione. L’apertura del cantiere è prevista per il 15 di settembre 2012, con sospensione estiva dei lavori (da fine maggio 2013 a metà settembre 2013), e inaugurazione nella primavera del 2014. Rispetto ai progetti precedenti, le soluzioni tecniche prospettate dall’Impresa Beltrami presentano aspetti meno invasivi per il sottosuolo. Le operazioni di scavo, infatti, non riguarderanno l’intero tratto del lungomare, ma verranno limitate ai due cantieri nei piazzali Ponchielli e Mascagni. Le rampe di accesso ai parcheggi verranno ricavate sulle stesse piazze, anziché nelle vie laterali. Questo da un lato, accoglie le preoccupazioni degli albergatori del lungomare circa la stabilità dei fabbricati, dall’altro consentirà all’Impresa di abbassare notevolmente il costo di vendita dei parcheggi sotterranei, che tuttavia verrà fissato dalla stessa impresa secondo i valori di mercato.




ASILI NIDO: 124 NUOVI POSTI

L'Assessore alla Scuola della Provincia di Rimini Meris Soldati

Con l’approvazione il 21 marzo scorso del Programma degli interventi per “il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti ai bambini in età 0-3 anni”, la Provincia di Rimini ha colto l’occasione per fare il punto della situazione sull’erogazione dell’importante servizio alle famiglie. I numeri. Complessivamente i posti disponibili sarebbero 1956 in sedici comuni su ventisette, il 74% concentrati nei sulla costa. Il 55,5% dei posti è gestito direttamente dai Comuni mentre il 24,5 è a gestione indiretta il 2,3% sono posti privati in convenzione con i Comuni ed il 17,7% sono posti totalmente privati. Il Programma recentemente approvato ha completato la programmazione triennale 2009-2011 che – specifica la nota della Provincia –  ha visto il sostegno alla realizzazione di 124 nuovi posti nido per 1.771.925,39 euro di contributi in conto capitale. Con il nuovo programma saranno 204.617,63 i contributi in conto capitale che verranno assegnati (sulla base di apposito avviso pubblico) ai soggetti che intenderanno creare nuovi posti nei “servizi educativi”. Sulla parte corrente dei  195.007,66 di questi l´80% verrà destinato a supportare la gestione dei servizi ed il 20% la qualificazione degli stessi. Tra questi è in partenza il nido interaziendale dell’Asl Rimini. In fase avanzatissima di definizione – dichiara sempre la Provincia – il nido interaziendale dell´area produttiva “San Giovanni in Marignano”.