CONCORSO LETTERARIO

L'anno scorso gli elaborati furono raccolti in un'elegante pubblicazione.

Nuova edizione del Concorso letterario “Insanamente”. Ad organzizzarlo la casa editrice “Fara Editore”, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’ Azienda Usl di Rimini. Lo renderanno possibile le opere che, con tema libero, affronteranno il tema della scrittura “come terapia, come elaborazione del disagio, come espressione dialogante, ludica ed anche ironica di affrontare le difficoltà”. Le sezioni sono due, poesia e racconti. Per partecipare alla sezione poesia si possono inviare un massimo di 10 componimenti poetici per un massimo di 300 versi (ma si può inviare anche una sola poesia). Per partecipare alla sezione racconti bisogna inviare un racconto di massimo novemila battute (spazi compresi), ma non vi è limite minimo di lunghezza dei racconti. E’ possibile partecipare ad una sola delle due sezioni. Le opere andranno inviate a Fara Editore esclusivamente per posta elettronica, all’indirizzo info@faraeditore.it entro il prossimo 15 aprile. L’opera deve essere inedita, di libera disponibilità, mai premiata prima, e accompagnata da una biografia di non più di 10 righe dell’autore. Sono previsti un massimo di 10 vincitori, 5 per ogni sezione, che riceveranno tre copie omaggio della pubblicazione contenente le opere vincenti, curata ed edita da Fara con il contributo del Lions Club di Cattolica. La cerimonia di premiazione avrà luogo nell’ambito della manifestazione “eSportiamoci”, che si terrà a Viserba tra agosto e settembre 2012, cui i vincitori eventualmente provenienti da fuori Rimini saranno ospitati gratuitamente.

Nella precedente edizione la giuria era composta da Caterina Camporesi, Angelo Chiaretti, Ardea Montebelli, Guido Passini, Claudio Roncarati e Anna Maria Tamburini per la sezione Poesia. Sara Alighieri, Alex Celli, Laura Bonalumi, Francesco Gaggi, Leonardo Innocenti e Leonardo Montecchi per la sezione Racconto.




GIOVANI DEL PD A CONGRESSO

Sono oltre un centinaio i delegati in arrivo a Rimini per il secondo Congresso regionale dei Giovani democratici, in programma domani (sabato 17) e domenica 18 marzo nella sede di via Dario Campana della Provincia di Rimini. Saranno due giorni dedicati alla politica e ai temi su cui sono impegnati i giovani del Partito democratico, dal lavoro ai trasporti, dall’ambiente ai diritti civili. Il programma. Alle 14.30 l’inizio dell’assemblea plenaria. In apertura porteranno il loro saluto il Segretario regionale Pd Stefano Bonaccini, il Segretario provinciale Pd Emma Petitti, il presidente della provincia di Rimini Stefano Vitali e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Si terranno quindi l’intervento del segretario regionale uscente Riccardo Ricci Petitoni e la relazione del candidato segretario Vinicio Zanetti, seguiti dal dibattito. Domenica i lavori riprenderanno alle 10 per concludersi alle 17 con le relazioni delle commissioni e l’elezione del nuovo segretario generale.

I Giovani democratici sono l’organizzazione giovanile del Partito Democratico e sono il luogo di elaborazione e di discussione sul tema delle politiche giovanili del Pd. Giovanni Carghini è stato recentemente riconfermato Segretario provinciale dei Giovani democratici di Rimini. “Il
Congresso regionale è un’occasione in cui discutere e presentare le proprie proposte e la propria visione del Paese – evidenzia Carghini -. Per essere giovani non basta la carta d’identità: ci vogliono freschezza mentale e idee innovative. Il cambiamento non può essere solo invocato, ma deve essere costruito e praticato. Perché il nostro tempo è adesso e non ce ne sarà un altro: è ora di far fiorire la ‘nostra primavera’”.
Possono aderire ai Giovani democratici i ragazzi dai 14 ai 29 anni di età.




ONORE A MARC AUGE’

Tra Rimini e Marc Augé c’è un profondo legame personale e distima che nasce, in particolare, per essere stato la guida culturale e scientifica che ha portato nel 2005 alla nascita del Museo degli Sguardi. Per questo con una seduta solenne, sabato 17 marzo il Consiglio comunale conferirà la Cittadinanza Onoraria. Al pensiero di Marc Augé – scrive in una nota il Comune – si deve il singolare innesto semantico tra le relazioni affettive degli individui e il loro paesaggio sociale, nonché la decodificazione del paradosso che vede l’aumento della solitudine percepita posta in parallelo al crescere dei mezzi di comunicazione di massa. Aperta con il saluto del Presidente Donatella Turci, la seduta solenne avrà inizio alle 17 di sabato 17 marzo con l’intervento del Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, che precederà l’orazione ufficiale del Prof. Roberto Daolio, docente dell’ Accademia Belle Arti di Bologna.




PREMIO MARCO BIAGI 2012

Si è svolta questa mattina a Bologna la Cerimonia di premiazione della sesta edizione del Premio Marco Biagi – il Resto del Carlino per la Solidarietà Sociale 2012. Tra le 39 associazioni emiliano romagnole premiate tre realtà sono riminesi: la Fondazione San Giuseppe, In opera del Consorzio Target Sinergie e la Cooperativa Sociale La Fraternità. Il Premio ha lo scopo di valorizzare le associazioni senza fini di lucro operanti nei comuni della Provincia di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini che, per gli obiettivi che si propongono e per le attività svolte, si sono particolarmente distinte nell’assistenza (sociale e sanitaria) e nella formazione di persone e categorie svantaggiate. Il Premio, in particolare, si propone di evidenziare tutte quelle realtà associative che si impegnano nella formazione dei giovani e nel loro avviamento al lavoro.

Il Premio dedicato al giustlavorista ucciso dalle Brigate rosse il 19 marzo 2002 gode dei più prestigiosi riconoscimenti a partire dall’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e delle più alte cariche dello Stato.