MARR A GONFIE VELE

Nessuna crisi per Marr anche se rimane stabile l’indebitamento e compare una certa erosione del patrimonio netto. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2011 con ricavi totali consolidati a 1.249,2 milioni di Euro (+4,7%) e un utile netto consolidato a 49,6 milioni di Euro rispetto ai 45,7 del 2010. Vola anche la redditività operativa anche nel 2011 ha evidenziato un incremento a doppia cifra con l’EBITDA consolidato che ha raggiunto i 91,8 milioni di Euro (+10,5%) rispetto agli 83,0 milioni di Euro del 2010 e l’EBIT, pari a 79,3 milioni di Euro, che ha fatto registrare una crescita dell’11,5% rispetto ai 71,1 milioni di Euro del 2010. L’indebitamento finanziario netto a fine 2011 si è attestato a 156,0 milioni di Euro, in riduzione rispetto ai 156,3 dell’esercizio precedente e con un rapporto posizione finanziaria netta su EBITDA pari a 1,70 (1,88 a fine 2010). Il patrimonio netto consolidato a fine esercizio è pari a 223,9 milioni di Euro (207,7 milioni di Euro nel 2010). Tra le novità la convenzione con l’Agenzia Regionale Intercent-ER a gennaio per cui MARR potrà effettuare la fornitura di derrate alimentari, inclusi prodotti biologici, e prodotti non alimentari alle Pubbliche Amministrazioni della Regione Emilia-Romagna. La convenzione prevede un importo massimo spendibile di 38,3 milioni di Euro e una durata di 2 anni rinnovabili per ulteriori 12 mesi. MARR è quotata al Segmento STAR di Borsa Italiana, il segmento di Borsa dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni  e 1 miliardo di euro. La società opera in Italia nella distribuzione specializzata di prodotti alimentari alla ristorazione extra domestica ed è controllata da Cremonini S.p.A. Il titolo in borsa ha da poco recuperato quota 8 euro per azione. Quanto al dividendo sarà di 0,64 euro (lordo) di cui: 0,54 euro in pagamento il 31 maggio con “stacco cedola” (n.7) il 28 maggio e 0,10 Euro erogati in via eccezionale per la ricorrenza nel 2012 dei 40 anni di attività. A conti fatti l’incremento è dell´8,0% rispetto ai 0,50 del 2010.

Domenico Chiericozzi

@Riproduzione riservata




MOBILITA’

Cgil Cisl Uil regionali e territoriali riminesi si ritrovano e invitano i cittadini a partecipare al Convegno dal titolo “Aggregazioni e liberalizzazioni: due temi per lo sviluppo della mobilità” che si terrà lunedì 12 marzo in Sala Marvelli della Provincia di Rimini (Via Dario Campana, 64) dalle ore 9.30 alle 13.30 e vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore regionale alla mobilità Alfredo Peri, di Pierdomenico Laghi (Agenzie Mobilità di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) e di Sergio Amadori (presidente della Start Romagna). Il programma della mattinata: relazione di Giuliano Zignani (Uil), Antonio Amoroso (Cisl). Seguiranno gli interventi di Vincenzo Mirra, assessore Provincia di Rimini Maura Miserocchi, assessore Comune di Cesena, Pierdomenico Laghi rappresentante Agenzie Mobilità Forlì-Cesena Ravenna Rimini infine Sergio Amadori presidente Start Romagna. Alle 12.30 Alfredo Peri, assessore regionale E.R. Mobilità e Trasporti. Conclusioni per Cesare Melloni (Cgi).




CARIM, VIA LIBERA DA CONSOB

Procede, seppure senza difficoltà, il percorso per rimettere in carreggiata Banca Carim. Dopo la plenaria del 29 gennaio scorso, mercoledì 7 marzo  Consob, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, con l’approvazione del “Prospetto Informativo” ha dato ufficialamente il via libera per l’aumento di capitale da circa 118 milioni di euro. Le sottoscrizioni sono aperte dal 26 marzo al 24 aprile. Il prezzo è fissato in euro 5,35 con un rapporto di 7 nuove azioni ogni 10 possedute. Il Prospetto Informativo non è un documento accessorio. E’ il “cuore” di un’operazione. Predisposto, in questo caso, da Banca Carim, deve essere obbligatoriamente consegnato prima della sottoscrizione. Contiene tutte le informazioni utili per comprendere la natura e i rischi dell’operazione di investimento che ci si accinge a compiere. Il Prospetto Informativ sarà disponibile per tutta la durata dell’Offerta, oltre che on line sul sito internet della Banca, presso la sede centrale a Rimini (centro storico – Piazza Ferrari) e in tutte le Filiali.