FIERA DA DOMANI SAPORE

Tutto pronto per l’edizione 2012 di SAPORE, la manifestazione fieristica di un settore che coinvolge ogni giorno 12 milioni di italiani che consumano pasti fuori casa per un ‘fatturato’ di 12,5 miliardi di euro annui ed una spesa media a pasto di 7 euro. Il comparto della ristorazione (pubblici esercizi – ristoranti, bar, discoteche, stabilimenti balneari, ecc.) comprende circa 290mila imprese e oltre un milione di addetti generando un fatturato di 72 miliardi di euro. SAPORE 2012, dedicherà otto padiglioni di Rimini Fiera a catering, pasta, olio, vino, pizza, ittico, surgelati, specialità regionali e beverage, con due padiglioni per il mondo delle birre artigianali, in costante espansione. Fra gli appuntamenti della quattro giorni: il premio alla miglior birra dell’anno promosso da Unionbirrai (sabato); gli appuntamenti di Italgrob per i grossisti di bevande (domenica); il Concorso Sapore Chef Grand Prix, che lunedì e martedì vedrà impegnati 50 chef; il GDO Buyers’ Day dedicato all’analisi della nuova tendenza ‘AYCE’ (all you can eat) e le riflessioni del SILB su nuove proposte per il consumo notturno di pasti nei locali da ballo (entrambi lunedì); il grande show della Federazione Italiana Cuochi, protagonista con lezioni dimostrative e incontri. Inoltre, Fast Pasta, la proposta di corner e luoghi per il consumo take away di un prodotto leader del made in Italy. SAPORE 2012 si svolge con il patrocinio del Ministero delle Risorse Agricole Alimentari e Forestali, Regione Emilia Romagna, Provincia di Rimini e CNA Alimentare. Sarà l’assessore al turismo dell’Emilia Romagna, Maurizio Melucci, a tagliare alle 10.30 il nastro inaugurale del salone internazionale SAPORE Tasting Experience in programma fino al 28 febbraio a Rimini Fiera.




NOMINE Guido Fontana alla San Giuseppe

Guido Fontana (foto) è il nuovo presidente della Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile di Rimini. Subentra all’avv. Paolo Mancuso che ha guidato il CdA della San Giuseppe dal 2000 ad oggi. Consigliere d’Amministrazione dal 1999 e vicepresidente dal 2006, Fontana – di formazione educatore professionale – ha coordinato, presso la Fondazione Enaip e l’Associazione Sergio Zavatta di Rimini, progetti e corsi di formazione per cittadini immigrati e per disabili, programmi di prevenzione del disagio giovanile. Impegnato a lungo nell’associazionismo (in particolare nella GIOC) e nel mondo sindacale, Guido Fontana è particolarmente esperto in questioni legate all’immigrazione avendo anche realizzato vari progetti in Vietnam, Albania e Romania. Attualmente è responsabile della Casa per le emergenze “Amarkord”, è coordinatore del Centro Giovani “RM25” e responsabile di Corsi di formazione professionale. Dodici anni di mandato in cui la San Giuseppe ha affrontato cambiamenti cruciali come la trasformazione da IPAB a Fondazione di diritto privato (2003), l’avvio della collaborazione e partnership con la Coop. sociale “Il Millepiedi” e altre attività.




LA RECENSIONE

Il Teatro Comunale di Verucchio giovedì scorso per l’inaugurazione del sesto cartellone di spettacoli ha scelto di affidarsi al talento di un duo comico d’esperienza, Gianfranco D’Angelo ed Eleonora Giorgi, accompagnati dal corpo di ballo e dalla voce di Tania, giovane cantante. Lo spettacolo voleva allacciarsi alla tradizione del “Varietà”, con monologhi, siparietti comici, danze, musiche e canzoni, che ammiccavano al carattere di show televisivi come “Drive In” e “il Bagaglino”. Non è mancata la satira politica, patata bollente che D’Angelo sa maneggiare senza mai scottarsi, le cui vittime preferite sono state il “Cavaliere” e i nuovi “Tecnici”, la Merkel e Sarkozy, Bossi e Di Pietro, sbeffeggiati con l’ironia acuta ed equilibrata (mai volgare) del cabarettista romano. Eleonora Giorgi ha calcato il palco negli intermezzi più “impegnati”. Ben riuscita l’imitazione di Marlene Dietrich in un siparietto dal sapore anni ’30, un po’ meno efficace l’intermezzo dedicato al cane Hass Fidanken e l’omaggio a Papa Wojtyla, poco collegato al resto della rappresentazione. I ballerini hanno sofferto sicuramente le maggiori difficoltà dovute allo spazio ristretto del palco, come anche le scenografie, che è stato necessario riadattare alle dimensioni del Pazzini; tuttavia il corpo di ballo ha saputo “tenere la scena” fino alla fine e, benché muoversi sia stato difficoltoso, le coreografie non sono state compromesse. La giovane cantante Tania, pur con qualche errorino di intonazione negli acuti, è risultata gradevole da ascoltare, mentre i momenti corali in playback eseguiti dalla compagnia hanno fatto borbottare qualcuno in platea. Complessivamente, però, “Due Irresistibili Ragazzi” ha divertito e intrattenuto il pubblico, rivelandosi una commedia che è riuscita a sopperire ai suoi piccoli difetti con il talento e l’esperienza di due attori formidabili.

Alberto Biondi

@Riproduzione Riservata




TENORE RICCIONESE PER ROSSINI

Il tenore riccionese Gian Luca Pasolini

Il tenore riccionese Gian Luca Pasoliniè stato chiamato a cantare per il concerto che celebra il compleanno del compositore Gioacchino Rossini, nato il 29 febbraio del 1792 che si terrà il prossimo 29 febbraio all’auditoium Pedrotti di Pesaro. Pasolini è un giovane tenore di talento. Allievo di Roberto Merolla, si è laureato con il massimo dei voti prima a Pesaro e poi a Firenze ,  si perfeziona all’Accademia Verdi-Toscanini di Busseto con Alain Billard e all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino con Bernadette Manca di Nissa. Nel 2007 inizia a collaborazione col Teatro alla Scala di Milano che gli offre il ruolo di protagonista assoluto nella nuova opera di Fabio Vacchi Teneke, con la direzione di Roberto Abbado e la regia di Ermanno Olmi. Da allora canta regolarmente e collabora alcune con delle maggiori istituzioni Teatrali del mondo. In questi anni ha avuto già il piacere e l’onore di essere diretto da maestri come Daniele e Roberto Abbado, Daniel Barenboim, Semyn Bychkov, Cristina Comencini, Richard Jones, Jannis Kokkos, Zubin Mehta, Einuntas Necrosius, Ermanno Olmi, Kazushi Ono, Donato Renzetti, Emilio Sagi, Dmitri Tcherniakov, Michail Zaniecki, Alberto Zedda e tanti altri. Lo scorso 21 gennaio ha inaugurato la stagione lirica della Fenice di Venezia. In scena  Lou Salomé, opera in due atti di Giuseppe Sinopoli su libretto di Karl Dietrich Gräwe ispirato alle memorie della scrittrice e psicoanalista russa Lou Andreas-Salomé. L’opera è stata trasmessa in diretta da radio tre Rai.




BUON COMPLEANNO ROSSINI!

La città di Pesaro festeggia Gioachino Rossini con  incontri, concerti, eventi e itinerari per tutto il 2012 a partire da mercoledì 29 febbraio, giorno di nascita del compositore. Le iniziative sono promosse e curate da enti e istituzioni cittadine che contribuiscono a vario titolo alla conservazione e valorizzazione dell’immenso patrimonio, musicale e non solo, lasciato da Rossini a Pesaro, sua erede universale: il Comune, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Fondazione Rossini, il conservatorio statale di musica G. Rossini, il Rossini Opera Festival, l’Ente Concerti, Sistema Museo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Domani, sabato 25 febbraio alle ore 10.30 nella sala Rossa al consueto incontro del sindaco Luca Ceriscioli (foto) con la stampa, prenderanno parte anche l’assessore Gloriana Gambini, il presidente della Fondazione Rossini Oriano Giovanelli, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Gianfranco Sabbatini, il presidente di Ente Concerti Pesaro Guidumberto Chiocci, il presidente e il direttore del conservatorio Rossini, rispettivamente Maurizio Gennari e Maurizio Tarsetti, la dirigente scolastica dell’istituto Mengaroni Marcella Tinazzi e Silvano Straccini diSistema Museo.




MANLIO MAGGIOLI HA SCUDATO 2 MILIONI DI EURO NEL 2009

Il  presidente della Camera di Commercio di Rimini, Manlio Maggioli (foto), nel 2009 ha “scudato” una cifra intorno ai 2 milioni di euro tramite una finanziaria bolognese. La notizia è trapelata mercoledì scorso intorno all’ora di pranzo. Tutta la vicenda non è nuova e rientra nella più ampia inchiesta sul Credito di Romagna di Forlì, banca commissariata nel 2009 per “gravi irregolarità nella gestione” di cui Maggioli era presidente (il cda dell’istituto fu  sciolto il 29 luglio del 2010 dopo  un’ispezione di Bankitalia). I fascicoli sono nelle mani dei pm della procura di Forlì, Di Vizio e Forte, che stanno indagando anche su altre 17 persone.  Quanto ai commenti per i Segretari CGIL CISL UIL Rimini Graziano Urbinati – Massimo Fossati – Giuseppina Morolli , il gruppo consiliare di Sinistra Ecologia Libertà e Fare Comune e dal segretario provinciale del Pd, Emma Petitti, nella sostanza, il messaggio è identico. L’invito è quello di dimettersi. I Sindacati ribadiscono la necessità “che quanti sono chiamati a operare ed a rappresentare una istituzione quale la Camera di Commercio, lo debbano fare nel rispetto non solo delle leggi ma anche della coerenza etica con il ruolo ricoperto” mentre per Fabio Pazzaglia “al di là del fatto che si tratti di una pratica legalizzata rimane il giudizio politico estremamente negativo sull’inopportunità di un tale comportamento. Per di più solo pochi giorni fa il Sig. Maggioli ha deciso nello stupore generale di mettere in cassa integrazione a zero ore nove dipendenti della Sua azienda. E a distanza di pochi anni tutti ancora ricordano le Sue dichiarazioni tese a giustificare l’evasione fiscale: le piccole imprese sono costrette a evadere per sopravvivere”. Rispetto ai commenti “a caldo” una cosa è certa. Maggioli dovrà chiarire la situazione e non sarà facile rimanere ai vertici di via Sigismondo. Martedì è prevista la Giunta dell’ente camerale. Sarà sicuramente il tema dell’ ordine del giorno. (Do.Ch.)




SCIOPERO MEZZI PUBBLICI

Lo comunica Start Romagna. Giovedì 1 marzo dalle 9 alle 13 possibili interruzioni del normale svolgimento dei servizi di trasporto pubblico locale del bacino di Rimini. Garantito il trasporto scolastico. Per maggior informazioni tel. 0541.300870 – 0541.300841.




SPIAGGE: IL RISCHIO GARE RIMANE

Il tema delle concessioni demaniali marittime a fini turistico ricreativi è stato ieri a Roma al centro di un incontro tra il Ministro per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport Piero Gnudi e il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, con le organizzazioni del settore balneare tra cui  OASI-Confartigianato capitanato dal riminese Giorgio Mussoni (foto). Gli operatori turistici hanno messo nuovamente in risalto all’unisono “lo stato di grave disagio del comparto” a causa del rischio delle gare ad evidenza pubblica. “Occorre – ha evidenziato Giorgio Mussoni – che il nuovo regime delle concessioni demaniali marittime ristabilisca un sistema di garanzie e di condizioni essenziali per le prospettive di crescita del comparto balneare italiano, un sistema alternativo al meccanismo legato al diritto di insistenza, ormai abrogato, ma altrettanto valido e compatibile con il diritto comunitario. La peculiarità del settore balneare italiano va pertanto tutelata e valorizzata, considerato anche il fatto che – ha sottolineato il Presidente Mussoni – le imprese del settore operano esclusivamente su territorio demaniale e che, in caso di perdita della concessione, non avrebbero alcuna possibilità di trasferire l’attività su aree al di fuori del demanio e pertanto morirebbero. Inoltre – ha precisato Giorgio Mussoni – il canone dovrà continuare ad essere fissato da una legge dello Stato, quale conditio sine qua non per costruire una disciplina delle concessioni basata su principi di equità”.