1

Corpolò, ripristinato il passaggio pedonale

Il mezzo di soccorso durante l'intervento.

Sono proseguiti nel pomeriggio i sopralluoghi della Giunta comunale e Polizia municipale nei momenti di maggior intensità delle precipitazioi nevose in tutta l´area sopra la SS 16, Corpolò, Monte Cieco, Santa Cristina. In particolare sono state raccolte diverse le segnalazioni tra cui quella ricevuta a Corpolò alla quale è seguito il pronto intervento realizzato dalla Polizia municipale in collaborazione coi cittadini. Con l´intervento, grazie all´utilizzo di un bob-kat, si è riusciti così a sgombrare il passaggio pedonale della piazza di Corpolò reso impraticabile dai cumuli ghiacciati di neve, consentendo il passaggio in sicurezza sia dei residenti, che altrimenti avrebbero dovuto transitare pericolosamente sulla Marecchiese, sia a una persona disabile che ha così potuto accedere alla propria abitazione.




San Clemente, scuole chiuse anche domani

Il sindaco Christian D’Andrea ha deciso anche per domani, sabato 4 febbraio, di tenere chiuse tutte le scuole di San Clemente, di ogni ordine e grado, a causa del perdurare delle precipitazioni nevose. Inoltre, sempre per la giornata di domani, anche la biblioteca comunale rimarrà chiusa. Per emergenze neve il Comune rimarrà aperto domani e domenica dalle ore 8.00 alle 12.00 (tel. 0541 862411). Per la prossima settimana, l’eventuale estensione della chiusura delle scuole sarà presa in relazione all’evoluzione delle condizioni atmosferiche.




Università Aperta, prima edizione del Concorso Letterario internazionale di Narrativa

Una bellissima foto di archivio, da sinistra Stefano Benassi, Michele Marziani, Guido Zangheri in occasione di una iniziativa organizzata da Università Aperta nel 1999.

“Sulla bilancia della verità la forza dell’immaginazione pesa quanto la realtà e, anzi, persino di più”. A questa frase del poeta e traduttore russo Iosif Brodskij dovranno ispirarsi i novelli scrittori che parteciperanno alla prima edizione del Premio Stefano Benassi, indetto da Università Aperta “Giulietta Masina e Federico Fellini” di Rimini. L’iniziativa, presentata questa mattina in conferenza stampa, è animata da un duplice intento: promuovere la diffusione della cultura letteraria nel nostro territorio e favorire l’esercizio della scrittura come strumento di crescita individuale e di relazione sociale. Il Concorso intende proseguire sulla scia dei valori che hanno caratterizzato la vita di Benassi, docente di Sociologia, Letteratura e Scrittura Creativa, purtroppo venuto a mancare nel 2008. Università Aperta vuole ricordarlo così, titolandogli la manifestazione e dando nuova linfa alla vocazione della sua vita: mostrare quella scrittura nascosta, lontana dagli scaffali delle librerie e priva di ambizioni commerciali, che però può diventare spia di talento e creatività. La scrittura, insomma, “di chi non sforna best-sellers, ma ama giocare con le parole e vuole condividere questa passione con gli altri”. E’ quanto detto in conferenza stampa da Michele Marziani, scrittore riminese che presiederà alla giuria del concorso. “In questi anni – continua – è cresciuto il bisogno di raccontare e raccontarsi, perciò è un bene che iniziative come queste favoriscano e incentivino l’atto di scavare in se stessi, in cerca di risposte”. I racconti inviati non dovranno superare le 5000 battute (spazi inclusi) e verranno valutati dalla giuria che proporrà i dieci più meritevoli al gruppo di lettura di Carla Casazza, della Biblioteca Gambalunga. In questo modo al giudizio degli esperti si affiancherà quello dei comuni lettori, prima volta in cui due ottiche spesso lontane avranno la possibilità di confrontarsi e convergere.

Per partecipare al Concorso sono richiesti la maggiore età e il versamento di un piccolo contributo di 10 Euro al momento dell’iscrizione. Università Aperta ci tiene a sottolineare che questa non è un’iniziativa a scopo di lucro e che le quote andranno a coprire esclusivamente i costi di organizzazione. I racconti dovranno essere inviati entro e non oltre il 20 aprile 2012 e i vincitori saranno premiati in settembre, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2012/13. Università Aperta assegnerà premi in denaro ai primi tre classificati e al miglior Autore della provincia di Rimini un buono acquisto di cento euro spendibile presso la Libreria Riminese. Il respiro “internazionale” del Concorso mira a coinvolgere non solo stranieri o italiani all’estero, ma anche (e soprattutto) i cittadini sammarinesi, spesso tagliati fuori da iniziative come queste. Gli organizzatori prevedono una larga partecipazione, considerando il successo dei workshop di scrittura creativa tenuti nei mesi passati e ora in procinto di essere riproposti. Per chi fosse interessato, tutte le informazioni utili sono reperibili sul sito web di Università Aperta. In bocca al lupo a tutti gli Aspiranti! Che corrano le penne…

Alberto Biondi




Cattolica, “codice allerta I per rischio neve”.

Il sindaco di Cattolica Piero Cecchini ha emesso un´ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado ubicate nel Comune di Cattolica (compresa la scuola Torconca sita nel territorio di San Giovanni in Marignano) da sabato 4 febbraio alle ore 7 fino a lunedì 6 febbraio, compreso. L´amministrazione comunale ha attivato il Piano anti-neve che prevede, dalla giornata di ieri, l´utilizzo dei mezzi necessari per fronteggiare l´emergenza maltempo e dunque la presenza sulle strade di spargisale ed eventualmente, se la situazione dovesse peggiorare, di spazzaneve. Tuttavia si invita la cittadinanza a seguire alcune semplici regole utili a evitare disagi e problemi in caso di abbondanti precipitazioni nevose. “Fino alla giornata di ieri avevamo evitato di adottare misure drastiche come la chiusura delle scuole considerando anche che la situazione nella nostra città, a differenza di Comuni a noi vicini, non era così problematica.Tuttavia ora, a fronte anche del repentino mutamento metereologico, abbiamo deciso di intervenire potenziando quelle misure previste dal Piano anti-neve che già da 3 giorni erano state attivate e di cui avevamo informato i cittadini grazie anche alla collaborazione dei comitati di quartiere i quali hanno distribuitio insieme ai nostri vigili volantini in tutta la città – spiega l´assessore alla Protezione Civile Leo Cibelli – Allo stato attuale invitiamo i cittadini a seguire alcune regole al fine di ridurre al minimo i disagi: limitare, per quanto possibile, gli spostamenti in auto e, se è proprio necessario, assicurarsi di avere le catene a bordo o pneumatici da neve montati, inoltre, affinché i mezzi di sgombero neve possano intervenire è importante che non vengano lasciate automobili in sosta sulla strada. In tal senso invitiamo i cittadini, quando possibile, a parcheggiare le proprie vetture all´interno delle proprietà private. Chi ha effettiva necessità o vuole segnalare problematiche legate alla viabilità e eventuali guasti elettrici può chiamare i numeri della Polizia Locale (tel. 0541/966611). L´amministrazione  rende inoltre disponibili sacchi di sale da 25 kg  da distribuire ai commercianti delle vie del centro nelle zone a Zona Traffico Limitato. «Il Piano anti-neve del Comune è attivato – conclude l´assessore Cibelli – ma è chiaro che, qualora le nevicate si rivelassero particolarmente intense, chiediamo anche la collaborazione dei nostri cittadini: è necessario che la pulizia dei marciapiedi pubblici e privati e di eventuali accumuli di neve davanti agli stabili e agli accessi carrabili e pedonali delle proprietà private sia eseguita dai cittadini stessi, ciascuno per il tratto che gli compete. Sollecitiamo inoltre i cittadini a rimuovere i blocchi di neve e ghiaccio che sporgono dagli edifici privati per evitarne la caduta e lo stesso dicasi per la neve sui rami delle piante: se sono di proprietà privata e sporgono sul suolo pubblico, il compito di liberarle è dei cittadini proprietari delle piante, mentre se le piante sono su suolo pubblico il compito è del Comune




Idv, non facciamo tavoli con nessuno del Pdl

L’alleanza tra il presidente della provincia di Rimini, Stefano Vitali (Pd) e l’On. Sergio Pizzolante (Pdl) ha stupito un po’ tutti gli osservatori della politica locale. E non poteva farsi attendere l’Idv che, in una nota di oggi, esprieme con molta chiarezza la propria posizione.  “Leggiamo che il Pd Riminese bacchetta il presidente della provincia Vitali per avere avviato un tavolo ( ma quanti tavoli si apparecchiano con il governo Monti dopo avere guastato i letti dell’era Berlusconi?)  con il “nemico” del PDL onorevole Pizzolante ( ex PSI , ex Craxiano di ferro. Avversario si, ma intelligente). Noi oggi non faremmo tavoli con nessuno del PDL, che abbiamo scelto una alleanza di centrosinistra, questo restando noi siamo un partito postideologico e chiunque ci dovesse convincere di fare il bene della comunità ci convincerebbe di sedersi con lui. Non crediamo che questo sia il caso di banchieri e berlusconini. Detto questo, siamo basiti nell’apprendere quanto la zelante gioiosa macchina da guerra del PD abbia dichiarato. Offesa per non essere stata consultata ? Lesa maestà? Ma di che parla il PD? Non è vero che di tavoli con il PDL e ” terzo pollo” ne state facendo tutti i giorni a Roma? Non è vero che tutti nel PD stanno alzando la manina tutti i giorni in parlamento universitario della pletora rimasta a Bologna , che ci lasciano soli a lottare con l’aeroporto , che si parla di far sistema perché la parola è di moda, che da quando abbiamo l’alta valmarecchia nessuno si è fatto avanti per affrontare con responsabilità i suoi costi? E rimproverate al presidente Vitali di aprire un tavolo per risolvere problemi irrisolti? Noi siamo pessimisti sulle sue possibilità di soluzione ma non ne cogliamo l’incoerenza visto che il PD a Roma apre un tavolo con il PDL al giorno! E se proprio il PD si lamenta che non sono stati chiamati i suoi alleati del centrosinistra prima di altri del centrodestra perché non fa un giro per i comuni e le province della sua regione. Perché non chiede al sindaco di santarcangelo se ha fatto tavoli con l’Italia dei Valori prima di scaricare il nostro vicesindaco, perchènon chiede alla presidente della provincia di Ferrara se ha fatto tavoli con il nostro ex vicepresidente Fiorillo prima di cacciarlo. Nel silenzio tombale del PD. Potremmo continuare. Caro PD guardate la realtà della  nostra regione che va a fuoco politicamente ed amministrativamente , prima di incriminarne i pompieri.  Chiunque di noi per tentare di spegnere i fuochi imbraccia i liquidi che trova attorno, se siano acqua o benzina lo anche sulle liberalizzazioni, fatto salvo però tenersi  stretto il paradosso di HERA in casa ?  Amici! Un po’ di coerenza. Ma vi state accorgendo che questa provincia è stata lasciata sola da Roma e dalla Regione Emilia-Romagna ben prima della recente recita del de profundis della europa e del nostro referendum? Voi sapete tutti benissimo che nessuno si occupa dei treni che non arrivano, di quelli che si fermano alla prima nevicata (neanche fossimo in siberia!), che ci hanno dato un solo dipartimento sapremo i prossimi mesi.




ULTIMO BILANCIO MALTEMPO IN PROVINCIA

La Provincia ha stilato pochi minuti fa l’utlimo bilancio relativo al maltempo. La zona più colpita è la Valmarecchia. Sarebbero infatti circa 500 le persone attualmente isolate nell’alta valle. Domani mattina il Presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali e gli uomini della Protezione Civile incontreranno a Morciano di Romagna i Sindaci della Valconca per coordinare insieme le azioni e i mezzi di soccorso.Le situazioni più critiche sono quelle fra Perticara e Sant’Agata Feltria, dove a causa dell’impressionante muro di neve si sono dovuti fermare anche le motoslitte e i gatti delle nevi. Sempre in queste zone si stanno organizzando, con la collaborazione del CAI (Club Alpino Italiano), squadre di volontari che riescano a raggiungere a piedi le zone isolate. Oltre ai 18 mezzi spalaneve già all’opera nei giorni scorsi, oggi si sono aggiunte altre 10 unità extra di terzisti, che si sommano alle 2 frese, alle 2 motoslitte e al bruco arrivati oggi dalla Provincia Autonoma di Trento. Altri mezzi, in particolare frese, sono stati richiesti tramite la Direzione Regionale della Protezione Civile, mentre sono in arrivo altri mezzi di trasporto (bruchi, motoslitte) inviati dal corpo dei Vigili del Fuoco. Novafeltria è la sede del Comitato di coordinamento dei lavori di soccorso in cui operano i Sindaci dell’alta valmarecchia, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e i volontari. Per quanto riguarda il servizio di assistenza medica, la Protezione Civile è in contatto con l’AUSL per coordinare la consegna dei medicinali, in particolare urgenti, in vista anche del fine settimana. Altri mezzi sono costantemente in uso per portare cibo nelle zone più isolate. “Desidero ringraziare di cuore il Prefetto, le Forze dell’Ordine e la Regione Emilia Romagna – spiega il Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali – per il fondamentale aiuto che ci stanno dando in questo momento di difficoltà. La loro vigile e costante attenzione e il supporto concreto che ci stanno offrendo sono indispensabili per l’esito del nostro lavoro, così come l’impegno dei volontari e l’abnegazione di tutto il personale, impegnato da giorni senza sosta. A tutti loro va il mio più grande ringraziamento”.




Rimini e Riccione, domani scuole chiuse

Emergenza maltempo: il Sindaco Massimo Pironi dispone la chiusura di tutte le scuole sul territorio comunale per la giornata di sabato 4 febbraio 2012. Lo stesso per Rimini. Le ordinanza motivate dall´intensificarsi nelle ultime ore delle precipitazioni a carattere nevoso e il pericolo per la cittadinanza causato dalla formazione di ghiaccio nelle ore notturne sul manto stradale della viabilità del territorio comunale.

L´Agenzia Regionale di Protezione Civile ha infatti attivato la fase di preallarme per l´evento neve, prevedendo il perdurare delle precipitazioni nevose sul territorio delle province romagnole con quantitativi ulteriori fino a 20-30 cm. nelle aree di pianura e il successivo abbassamento delle temperature con valori minimi in pianura fino a -8° C. e valori massimi permanentemente sotto 0° c.




Da domani diretta web da Novafeltria

Da domani, sabato 4 febbraio, postazione fissa a Novafeltria per seguire più da vicino i fatti di cronaca. Per le segnalazioni a La Piazza on line sono a disposizione:

TELEFONO FISSO: 0541-611070

TELEFONO CELLULARE: 340.5365121

MAIL: redazione@lapiazzarimini.it

Ricordiamo il numero della Protezione Civile per le emergenze: 800.422233




Neve, rinforzo mezzi da Trento

Sono arrivati questa mattina a Rimini i mezzi speciali per l’emergenza neve inviati dalla Provincia Autonoma di Trento, si tratta in particolare di 2 frese di g, di cui una già operativa in bassa Valmarecchia, 2 gatti delle nevi e 2 motoslitte, che sono utilizzate per il soccorso e l’assistenza della popolazione, attualmente a disposizione nella caserma dei Vigili del Fuoco di Novafeltria. I mezzi sono stati ottenuti grazie alla collaborazione della Regione Emilia Romagna e del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, e si sommano alle 3 pale aggiunte già dalla giornata di ieri.




Novafeltria, il Sindaco lancia un appello

Il Sindaco di Novafeltria, Lorenzo Marani, ha fatto appello ai cittadini che intendono mettersi a disposizione come spalatori volontari di contattare il Comune di Novafeltria, ed in particolare il presidente del Consiglio Comunale Andrea De Luca (338 4461427), o il vice sindaco Baldinini (331 9108542). A Novafeltria i sindaci dell’alta Valmarecchia, insieme ai responsabili della Protezione Civile sono attualmente riuniti in un comitato di emergenza per coordinare l’utilizzo dei mezzi e stabilire le priorità di intervento, in un contesto climatico ancora critico e che non prevede miglioramenti.