‘Buon 8 Marzo a te donna’

Già, donna del nostro tempo, per secoli hai lottato tra mille difficoltà per migliorare la tua condizione.
Per millenni il tuo ruolo era considerato secondario e questo in ogni angolo del mondo. E’ sconfortante pensare che tu appena cent’anni fa eri soggiogata dall’uomo, dominata dal suo sferzante maschilismo.
Poi il vento è cambiato, il dopo guerra ha portato sviluppo (sociale), tecnologia e arti (a tutto campo); occasioni che tu hai afferrato alla grande. Brava e ancora complimenti!
A questo punto raggiunta la parità dei diritti cresce l’autostima, ma cresce pure l’onere… L’auspicio, fatto con senso maschile, è che il terzo millennio ci (regali) una donna serena, gentile, dolce di carattere ma anche decisa nello scegliere.
Scelte possibilmente oculate, quindi decisioni ‘non inficiate’ da condizionamenti di basso profilo.
Sarai donna moderna, se eviterai tali pastoie, se veramente abbandonerai la discussa tattica del doppio gioco. Sarai sicuramente ammirata e il tuo futuro si arricchirà di ulteriori e significative conquiste.

(Rambo)