1

Amarcord di Dorigo Vanzolini




Cristina Ballarini in mostra




TEATRO DELLA REGINA

– 12: “Galà di danza” (danza) – MaggioDanza, Compagnia di Ballo del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

– 29-30: “Il racconto d’inverno” (prosa) – di William Shakespeare – regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani. Compagnia Teatridithalia.

– 4 dicembre – ore 16: “Falstaff ” (opera lirica) – di Giuseppe Verdi – regia di Renato Bruson – Direttore Daniele Agiman, orchestra Sinfonica G. Rossini di Pesaro.

Inizio spettacoli ore 21,15.

Informazioni: Tel. 0541-966634.
teatro@cattolica.net




CENTRO SOCIALE GIOVANNINI – VICI

– Venerdì 11, pomeriggio e sera: Festa di San Martino. Contributo 5 euro (pomeriggio dalle ore 15 col Trio Nostalgia) – 6 euro (sera dalle ore 20,30 con la musica di Paolo Casadei e la regina della barzelletta Marisa).
– Domenica 20: pranzo a base di pesce. Contributo 15.
150° anniversario dell’Unità d’Italia: la segreteria del Presidente della Repubblica ha manifestato con una lettera, vivo apprezzamento per le iniziative dell’associazione Giovannini-Vici dedicate alla storica ricorrenza.

Informazioni e prenotazioni:
347-9752583
339-4995417




Centro di servizio per il volontariato Volontarimini, nuova sede

Restano invariati gli orari di apertura (dalle 15 alle 18), l’ultimo mercoledì di ogni mese escluso agosto, a dicembre il mercoledì prima delle vacanze natalizie. Dopo anni di collaborazione con il Centro per l’Impiego, lo sportello del Csv trova nuova linfa a partire dal contatto con i giovani del territorio che frequentano la struttura.




Turismo: “Le associazioni che si pagano la promozione è un annoso problema”

IL FATTO

– Le associazioni di categoria si devono pagare la promozione sui mercati e nelle fiere, per portare turisti a Cattolica. L’idea è del sindaco Piero Cecchini. La Cna è d’accordo con dei ma. Odoardo Gessi, direttore per Cattolica e Valconca e responsabile dell’area economica, argomenta: “Cecchini ha ragione, ma il potere impositivo ce l’ha lui: addizionale Ici (Imposta comunale sugli immobili) e Irpef, tassa di soggiorno. Una tassa perfetta non c’è, però è possibile. Ci sono dei problemi perché l’addizionale Ici deve essere convogliata per gli investimenti e non per la promozione. Questo della partecipazione delle associazioni alla promozione turistica è un annoso problema. A Cattolica avremmo anche lo strumento che è Promo Cattolica. Per renderla più importante, andrebbe privatizzata”.
Sulla stessa linea di Gessi Attilio Meletti, già presidente della Confcommercio (è commissariata). Afferma: “Se ognuno fa la sua parte tutti si prestano. Vanno sentiti i singoli operatori e vedere se la strada è percorribile. Però ci vogliono progetti, idee. Forse l’idea di Cecchini è più facile a dirsi che a concretizzarsi ma questa è la strada. A priori non boccio nulla, questo non vuol dire però che il pubblico si debba tirare indietro. Se fosse un escamotage per chissà quale risultato tutto sarebbe più difficile. In questo periodo di grande crisi, di grandi sconvolgimenti, non c’è più burro nella pubblica amministrazione, tuttavia non c’è molto da saltare neppure tra i commercianti”.
Maurizio Cecchini, presidente degli albergatori: “Noi non ci tiriamo indietro anche con un contributo volontario, ma chiediamo strumenti fiscali equi per tutti i settori economici. Per la semplice ragione che il turista è di tutte le categorie economiche e che la città è di tutti. Mentre la tassa di soggiorno è la via più iniqua e facile; e non è possibile penalizzare i turisti che scelgono il nostro territorio in questo difficile momento economico”.
Franco Gabellini, presidente dell’Adac: “Io al sindaco Cecchini ho detto che sono d’accordo al cento per cento. Va trovata una maniera affinché tutte le attività economiche della città partecipino alla promozione turistica. Altrimenti, se non si fa niente passa il tempo e qui le cose si mettono male, come avviene a Roma. Va trovato solo come fare. Piero [il sindaco, ndr] è bravo ma miracoli, senza risorse, non ne fa”.




“TripAdvisor agisce sul mercato senza la necessaria trasparenza”

LA LETTERA

In merito al nostro articolo “Alberghi, meno reclami. Ma le pecore nere resitono” pubblicato il mese scorso, che riportava la classifica di www.tripadvisor.it, riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera dell’Aia di Cattolica

– La nostra associazione è da sempre allineata alla posizione delle altre Aia di costa nel sostenere la battaglia che Rimini in accordo con Federalberghi Nazionale stanno portando avanti verso siti “d’opinione” come TripAdvisor colpevoli di agire sul mercato senza la necessaria trasparenza.
Proprio il tribunale di Parigi nei giorni scorsi (su istanza di Synhorcat, l’Associazione Francese degli Albergatori) ha condannato TripAdvisor, Expedia ed Hotels.com a pagare una multa di 430,000 euro per aver messo in atto pratiche sleali e ingannevoli. Hortec, l’Associazione Europea degli alberghi, ristoranti e bar, insieme a Federalberghi e alle altre associazioni nazionali sta promuovendo in tutti i paesi europei azioni legali per contrastare le pratiche commerciali scorrette.
Fatto assolutamente salvo il diritto del cliente di poter esprimere opinioni sui servizi ricevuti è considerato inacettabile che al cliente possa essere garantito l’anonimato della recensione mortificando cosi il diritto di replica dell’operatore, inoltre essendo questo “sito d’opinione” (TripAdvisor) di proprietà dello stesso Expedia che di fatto è invece un “portale commerciale”, nato per vendere le camere degli hotel che (pagando) aderiscono allo stesso, viene facile pensare che qualche forzatura nella valutazione e nell’aquisizione delle recensioni sia inevitabile andando così a ledere i principi fondamentali del mercato che deve misurarsi e confrontarsi in “totale trasparenza.” Il sistema può diventare oltremodo penalizzante per quelle strutture che pur ricevendo pochissime recensioni possono ritrovarsi nelle ultime posizioni di gradimento in conseguenza di due recensioni negative anonime senza avere praticamente difese.
Noi difenderemo sempre il diritto di critica, ma nella trasparenza, per questo Fedealberghi Nazionale ha recentemente inviato al Ministro del turismo ed a tutte le forze politiche la richiesta di adottare provvedimenti contro le recensioni anonime.

Associazione albergatori di Cattolica




Palazzate di Cecco

Ricchi – Leggiamo: “Nel 2012 da Roma tagli per 2,5 milioni. Il patto di stabilità ne blocca altri 1,5. Sindaco e giunta: Irpef più salata per i ricchi”. Ricchi? A guardè li denuncie di redditi al parria che da nun uj ni sia bén poch di sgnor…

Vgs – Leggiamo: “Vgs, una costruzione ‘ludica’ al centro della zona scolastica. L’opera è quasi finita, ma il cantiere è fermo da mesi. La giunta Pazzaglini difese il progetto: ‘Favorisce l’economia’”. Le ultime parole fumose… L’éra mej si stèva da santì ma chi n’al vléva. Adès o il fnés o l’è mej pasè sla ruspa…

L’evoluzione della specie – Leggiamo: “Il Pdl conferma la rottura con Officina civica” – “Officina civica flirta con la maggioranza di centrosinistra” – “Il sindaco apre a Officina civica: ‘Siamo pronti a lavorare insieme per la città’”. Qualchidun l’ha capì che l’è mej un ov tutt i dé che mazè subte la galéna…

Bus terminal – Leggiamo: “Il sindaco: ‘Il Bus terminal è tutto da ripensare’”. Burdèll fè prèst ché tra un po’ u n’arvènza gnènca i ciod ti mur…

Panettone – Leggiamo: “La Regina pensa già al panettone. Presentati progetti e investimenti per le prossime festività”. Sla scaja che u j’è in gir al sarà un paniton un po’ arcig-lid..

Etica – Leggiamo: “Etica, solidarietà, legalità. Ne hanno parlato don Luigi Ciotti, Piergiorgio Morosini e Alessandro Bondi. Il Salone Snaporaz era stracolmo, la partecipazione intensa e calorosa. Poi siamo ritornati a casa e tutto continua come prima?!? A sperena che cal magon che u ci’ha mès uc facia rasunè…

Pdl – Leggiamo: “Pdl, a novembre il congresso per l’elezione del coordinatore”. U j’è un caligh tla destra che u j’è poch da coordinè…

Fogne – Leggiamo: “Nuovo Piano fogne, accordo del Comune con Hera”. A sperena che Hera l’ava capì ben la parola ‘piano’…

Vendita parcheggi – Leggiamo: “Il Comune vuol far cassa coi parcheggi sotto Staccoli”. Agli acquirenti in omaggio bombolone e cappuccino? Os-cia!…

Dirigenti – Leggiamo: “Il Comune inizia a risparmiare: stipendi tagliati ai dirigenti”. I dis che in l’ha ciapa una masa bén…

Malore – Leggiamo: “L’assessore al personale Galvani colpito da malore in Comune”. Cal sia vulè qualche acidént?…

Arena Regina – Leggiamo: “Rumori e musica troppo alta all’Arena, assolti i dirigenti comunali”. Alé, adès taca banda…

Cimitero – Leggiamo: “Cecchini (Lega): ‘Il cimitero è pericoloso’”. Negli ultimi mesi ha collezionato diversi articoli di cronaca dove ha denunciato le mancanze della struttura. Avviso agli amministratori: dèv da fè! Suggerimento al consigliere leghista: nu sta sempre tal campsènt…

Tagli – Leggiamo: “Il conto salato dei comuni: troppi tagli dal governo, stangata di tasse locali”. E pu cum al giva “Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”. Berlusca uc li ha mes anche tal cul…

Motomondiale – Leggiamo: “Motomondiale, gli operatori economici lo vogliono”. La polemica appare triste proprio nei giorni della tragica morte di Marco Simoncelli e la prevedibile sua intitolazione dell’autodromo Santa Monica di Misano. Ma viste le casse comunali vuote del nostro Comune, 50mila euro ogni anno sono troppi. Ora si aspetta che le categorie economiche si facciano carico, almeno in una parte, della spesa. Ciapa su!…




“Kursaal“, presentazione del libro di Stefania Maestri

Opera prima, la storia narra la saga di una famiglia dalla Prima guerra mondiale fino alla guerra nell’ex Jugoslavia. In quest’ultimo conflitto giovani cattolichini portano assistenza e aiuti… Giunge la morte e la speranza.




Ricordo di Liliana Morosini

Incombe la riflessione, seppure a grandi linee, della tua esperienza di vita, del tuo spessore culturale, dei mille aneddoti che completavano un grande bagaglio di esperienza. Penso alle centinaia di amiche che ti idolatravano. Dio, quanto avrebbero voluto procrastinare il triste evento.
Tu così ascoltata, così intesa (come si dice nel nostro Sud Italia). Tanto ti esprimevi nel tuo dialetto di paese, che ti era agevole nell’interloquire anche con persone o famiglie di bassa cultura. Ma pure questo frasario, diciamo riduttivo, restava ricco nei contenuti.
Potrebbe anche succedere di salutare un’anziana signora con la borsetta e un po’ claudicante, citando il tuo nome (oh! niente paura, sono solo effetti della nostalgia canaglia).
Liliana, il tuo sembiante svanirà nel tempo lasciando spazio al tuo prestigio. Ciao.
Rambo