Teatro Rosaspina, dialetto e musica

Significa: commedie dialettali di qualità, prosa e musica classica. L’assessorato alla Cultura e allo spettacolo retto da Gilberto Arcangeli in collaborazione con la Pro Loco presentano un cartellone da appuntarsi, con sipario su alle 21.

Le serate
L’otto marzo non può che avere al centro la donna. Per il nono anno si rinnova il concerto dei festeggiamente e la cerimonia di consegna del Premio alla Produzione Artistica al Femminile. Quest’anno il riconoscimento va a Enrica Morolli, professione dirigente scolastico. La serata viene caratterizzata da un concerto con i soprani Lykke Anholm e Lorena Chiarelli. Pianista accompagnatore: Fabrizio Di Muro.
Il Premio è stato ideato dal maestro Aldo Vianello e premia artiste della regione Emilia Romagna. Nel 2003 ha ricevuto l’apprezzamento del ministro alle Pari Stefania Prestigiacomo.

Altro appuntamento di marzo al Rosaspina è il 28, con inizio alle 17. Concerto di musica de “I Furiosi” dal titolo “Gira la trottola viva”
Quello di Montescudo è un piccolo teatro all’italiana che risale agli inizi dell’800. E’ intitolato a Francesco Rosaspina (Montescudo 1762 – Bologna 1842), incisore di livello assoluto. Fu primo titolare della cattedra di incisione all’Università di Bologna.