Notte Rosa, una sola tinta per colorare la notte più lunga dell’anno

image_pdfimage_print

– E’ considerata un po’ il capodanno della Riviera, quando tutta la costa da Comacchio a Cattolica si veste dello stesso colore e festeggia l’estate. Da cinque anni la Notte rosa è l’happening più partecipato e coinvolgente della stagione turistica romagnola, anche per chi non pensa solo a divertirsi ma guarda, diciamo, al soldo.
Il weekend della notte più lunga dell’anno porta infatti oltre un milione e mezzo di persone a riversarsi sulla costa. Impossibile stabilire quanto sia il fatturato di un evento così importante ma basta una curiosità: “Attraverso il monitoraggio dei bancomat – racconta Fabio Galli, assessore al Turismo della Provincia di Rimini, che è l’ente promotore dell’iniziativa – alcune banche hanno rilevato che in quella notte il maggior numero di prelievi avviene proprio qui in Riviera. Di certo tra i weekend estivi è quello che permette di realizzare il fatturato più alto assieme a Ferragosto”.
Una grande macchina che rende ma costa anche. La Provincia ha messo quest’anno 513.000 euro per finanziare l’evento, Circa 50.000 euro in meno rispetto all’anno scorso perché la crisi si fa sentire anche qui. Più della metà (228.000 euro) va ai comuni per contribuire soprattutto alle spese per pagare gli artisti, con un’incidenza che va dal 42% per Riccione al 78% di Misano Adriatico: “Abbiamo cercato di aiutare in misura maggiore i piccoli – spiega ancora Galli – che hanno più difficoltà di bilancio. Rispetto all’anno scorso abbiamo dovuto tagliare soprattutto le spese di promozione e pubblicità”.
Sono centinaia di appuntamenti distribuiti per ogni comune che si affaccia sul mare, che c’è l’imbarazzo della scelta. Solo i grandi spettacoli segnalati sono 14, soprattutto concerti con prestigiosi artisti del calibro di Samuele Bersani, Andrea Biondi e Nicola Piovani.
La poderosa macchina della Notte rosa invece ne conta in tutto oltre 300, tra mostre, talk show, giochi e spettacoli pirotecnici. Dal calare della notte, il 2 luglio, fino alle prime luci dell’alba sarà festa grande. I numeri parlano: 1.500 lampioni coloreranno di rosa il lungomare dai Lidi ferraresi fino a Cattolica, i fuochi d’artificio partiranno da 25 stazioni di fronte al mare, 10.000 gadget, 10.000 rose e 20.000 glicini orneranno le vie di Bellaria e Igea Marina, 10.000 brandine rosa sulla spiaggia di Riccione e 30 km di luci rosa saranno il fregio degli hotel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




    Privacy*

    FACEBOOK

    La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
    © 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
    Web Marketing Rimini
    Condivisioni