La Bcc di Gradara investe sui giovani

image_pdfimage_print

BCCG – FUTURO

– La Banca di Credito Cooperativo di Gradara continua ad investire sui giovani del territorio. Prendendo spunto dalla “Giornata del Risparmio”, che ricorre ogni anno il 31 ottobre, il Consiglio di Amministrazione, sempre sensibile a tali temi, ha ideato il progetto “Risparmio Giovani”, deliberando che, a tutti i figli o nipoti di soci che nel corso del 2010, abbiano compiuto 6 anni e che si siano iscritti alla I^ elementare, la Bcc di Gradara regalerà un libretto di risparmio al Portatore sul quale sono versati 100 euro, a titolo di “benvenuto” fra i clienti della Banca.
Se al compimento dell’11° anno, momento di iscrizione alla I^ media, il libretto sarà ancora attivo, la Banca effettuerà un ulteriore versamento di 150 euro, come contributo per l’inizio di una nuova fase della loro vita.
“La Bcc di Gradara – afferma soddisfatto il presidente Fausto Caldari – ha fra i suoi compiti istituzionali, da 100 anni, quello della tutela del risparmio dei suoi soci e dei suoi clienti, ed anche quello di aiutare i genitori a trasmettere questi valori, come il risparmio, alle giovani generazioni”.
“La somma versata – continua nelle motivazioni il presidente – vuole solo essere un segnale ed un richiamo che vogliamo dare, per ricordare, ai giovani e meno giovani, che il risparmio è un valore che dura nel tempo, da non dimenticare nei momenti felici, perché può essere di grande aiuto nei momenti difficili. Oggi, inoltre ci sembra opportuno rivalutare un po’ la ‘formica’ che in questi anni è stata troppo trascurata da quelli che ascoltano il canto estivo della “cicala”, dimenticando che poi arriva anche l’inverno!.

BCCG – CULTURA

Bcc Borse di Studio, pomeriggio di giovani emozioni

– Un appuntamento annuale diventato un piccolo classico. Sono le borse di studio “Guido Paolucci” e il Premio “Giovani Talenti” della Banca di Credito Cooperativo di Gradara rivolte agli studenti più meritevoli delle province di Pesaro–Urbino e di Rimini. A Cattolica, in novembre, un teatro della Regina affollato ed una platea ricca di autorità. Erano presenti: il presidente della Provincia di Pesaro-Urbino Matteo Ricci, il vice-presidente della Provincia di Rimini Carlo Bulletti, l’onorevole emiliano Gianluca Benamati e i Sindaci di Cattolica, Gabicce e Gradara.
Andrea De Crescentini, responsabile Comunicazione e Relazioni esterne della Banca, ha coordinato gli ospiti; il primo intervento è stato del Presidente della Bcc di Gradara Fausto Caldari, che nella sua relazione ha ricordato la figura del Prof. Guido Paolucci, a cui è dedicata la Borsa di studio e ha ricordato le peculiarità della banca nel sostenere il territorio, le famiglie, le imprese, i giovani, tornando a parlare anche di risparmio, soprattutto di questi tempi. La relazione è stata conclusa con una bellissima citazione, quanto mai pertinente, che recitava: “Quando fai progetti per un anno, semina grano; quando fai progetti per un decennio, pianta alberi; quando fai progetti per la vita, educa giovani”.
I ragazzi vincitori
I 34 studenti della scuola secondaria di I grado, vincitori di un buono da € 250 ciascuno: Andrùccioli Matteo, Baldinini Andrea, Bertineschi Luca, Borlenghi Matteo, Carloni Maria Chiara, Carnali Alberto, Carnevali Gianmarco, Castigliò Matteo, Ceccarelli Laura, Coda Speranza, De Angelis Antonio, Di Stefano Marco, Dominici Mattia, D’urso Carmen, Galli Eugenia, Gasperini Valeria, Guagneli Sofia, Lagò Leonardo, Magi Benedetta, Mainardi Emanuele, Marino Monica, Masi Laura, Mercantini Elena, Morri Virginia, Nicolini Chiara, Pasini Alice, Pasini Martina, Polini Elena, Raffaelli Caterina, Roibu Mihaela, Ruggeri Maria, Serafini Lisa, Sorcelli Francesco, Zandoli Silvia.
I 30 studenti della scuola secondaria di II grado, vincitori di un buono da € 500 ciascuno: Alessandroni Emanuele, Angiolini Giacomo, Balzi Alex, Belardinelli Eleonora, Bianchi Jessica, Biotti Alessandra, Bologna Martina, Conti Valeria, Contini Giulia, Di Luca Filippo, Farina Giulia, Ferri Francesco, Foschi Cassandra, Fraternali Francesca, Galli Angelica, Guiducci Francesca, Liu Wen Wen, Maestrini Luca, Marchetti Luca, Marini Valentina, Moroncelli Davide, Matteoni Elisabetta, Meluzzi Martina, Montevecchi Valentina, Passalacqua Maria Adelaide, Raschi Michelangelo, Rossi Federico, Scolari Martina, Vandi Giulia, Zonzini Nicola.

Riccione bella marineria quanto sconosciuta

– “Il percorso del futuro passa per le testimonianze, la vita, la storia del passato”. Forte di questo valore la Banca di Credito Cooperativo di Gradara da anni si sta facendo promotrice della pubblicazione di libri su vicende e fatti locali. L’ultimo è dedicato a Riccione. Lavoro di Carlo Volpe e coordinamento di Maria Lucia De Nicolò , “Gente e mestieri del Litorale di Riccione” (208 pagine), viene presentato l’11 dicembre a Riccione, Palazzo del Turismo, ore 16.30.
Dice il presidente, l’architetto Fausto Caldari: “E’ la nostra prima iniziativa culturale qui a Riccione, ma la Bcc di Gradara non è certamente nuova a manifestazioni di questo tipo. Nel tempo, ha saputo abbinare alla sua caratteristica attività bancaria, iniziative culturali di grande interesse, tese alla valorizzazione dei nostri luoghi, alla riscoperta di storie locali ed antiche memorie, a presentare e promuovere artisti e scrittori residenti od operanti sul territorio.
In questi ultimi anni, abbiamo promosso diverse iniziative editoriali ispirate alla riscoperta della cultura del mare e della storia delle comunità costiere. Sono stati affrontati argomenti di carattere marittimo che spaziano dalla storia economica e sociale, a quella antropologica, dall’esame del paesaggio storico, alle tecniche di navigazione e di pesca, dall’archeologia navale, alla nascita del fenomeno balneare e alla progettazione di città giardino legate al turismo”.
”Il volume riccionese – continua Caldari – rientra in questo filone di conoscenza, di promozione dei luoghi, perché riporta in luce, un paesaggio costiero e le attività sulla spiaggia e sul mare della gente di Riccione, in un passato non remoto, che il boom economico in pochi decenni è riuscito a cancellare.
Si rivivono le imprese lavorative degli uomini impegnati nella pesca delle vongole col supporto di lance, lancette, e battane che si tenevano ormeggiate alla foce del Marano, o lungo il Rio Melo. Si viene a conoscenza dei trasporti via mare di ghiaia, di sassi, e perfino di cocomeri, durante il periodo estivo, nei momenti di fermo pesca. Si viene a sapere delle migrazioni stagionali di molti personaggi, in altri spazi marini. Anche le donne, molto spesso dimenticate nelle rievocazioni del passato emergono dall’ombra. Insomma, il volume è un bellissimo spaccato che regaliamo ai riccionesi e non solo”.
Il volume viene regalato ai presenti.

“Conosci il territorio” tappa a San Severino

– Un’altra meraviglia fatta “scoprire” dalla Bcc di Gradara ai soci e non solo. Si tratta di San Severino, una delle cittadine più belle delle Marche. Famosa per la piazza più larga d’Italia ed un borgo di una bellezza mozzafiato, l’occasione è stata la mostra “Le Meraviglie del Barocco nelle Marche”, curata da Vittorio Sgarbi. Tappa lo scorso 20 novembre, si è trattato dell’ultima gita del progetto culturale “Conosci il territorio”, volto a far apprezzare l’arte a pochi chilometri da noi. Le ultime tre uscite: Faenza, Rimini e San Severino Marche. Prossimamente gli appuntamenti per il 2011.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni