image_pdfimage_print

Cattolica, gli anni ’50 e ’60 sono quelli del boom del turismo. Diversi i protagonisti, tra questi due pionieri indimenticabili: Michele Antonioli (Micalòn) e Angela Sbrollini (Sbruléna). Ogni giorno, con l’inseparabile bicicletta, aspettano i turisti nella stazione ferroviaria e li smistano tra le centinaia di affittacamere sparsi a Cattolica.

(Archivio fotografico Centro culturale polivalente).

Il teologo contro la rivista dei Gesuiti: “Per una vita autentica bisogna credere in Dio? Credo di no”

“Sarei lieto se La Civiltà Cattolica rivedesse il duro e ingiusto giudizio su di me e sul mio piccolo saggio, ma temo che ciò non avverrà”

Da tempo parlo di una teologia ‘laica’, cioè abitata dall’aria pulita della libertà di pensiero, unica condizione, a mio avviso, perché l’Occidente torni a interessarsi della sua religione”

Possiamo contemplare e studiare una rivelazione cosmica, e contemporaneamente, leggere, approfondire e meditare una rivelazione storica o soprannaturale, che ha il suo vertice in Cristo, pienezza della rivelazione

Clima teso in Consiglio comunale. Sul porto di Vallugola la maggioranza si spacca

Gabicce Mare, 1958. Motopeschereccio San Giorgio.
Dall’alto: Angelo Terenzi “Licia”, Agostino Borrani “Burani”, Enrico Biondi “Rico”.
(Archivio fotografico Centro Culturale Polivalente di Cattolica)

Il Pdci sconfessa il suo assessore e accusa il Pd di Curti di stravolgimento dell’alleanza

– Resi noti dal ministero dell’Economia i dati delle dichiarazioni dei redditi 2008 per l’anno precedente (imponibile ai fini dell’addizionale Irpef) dei comuni dell’area del Centro Nord (Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria).

L’anmministrazione taglia la Notte di 20.000 euro i costi su un totale di 145.000

Ma si vorrebbe arrivare ad un risparmio di 50.000 riducendo altre voci come artisti. L’evento però ha una ricaduta di milioni di euro

– Se ne vanno i nostri vecchi, con la memoria storica di chi ha vissuto la vita a cavallo delle due guerre, attraversando tutto il Novecento. Il suo nome era Maria Reggiani, ma tutti la conoscevano come Main, quella delle piade e cascioni di San Giovanni, che lavorava assieme alla Sandra e alla Peppa. La più anziana di San Giovanni, premiata dal sindaco qualche tempo fa’ per la sua veneranda età!

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini