Coriano teatro “Corte”, la gestione alla Fondazione

Una Fondazione pubblico-privata gestirà l’elegante teatro “Corte” di Coriano inaugurato lo scorso 28 dicembre dopo una chiusura di 17 anni, diversi anni di lavori ed un investimento di 7 milioni di euro. Al taglio del nastro, presente anche Letizia Moratti, sindaco di Milano. Più che un contenitore è un gioiello: sala grande da 220 posti e saletta da 80. Può anche essere affittato per congressi e meeting aziendali. Elegante il guscio, il neo-classico palazzo Salvioni, di prim’ordine gli arredi: “Poltrona Frau”, forse il meglio al mondo.

Dietro c’è la volontà dell’amministrazione comunale e Paolo Zaghini, il direttore della biblioteca: mente pronta e fare grintoso. Zaghini è una fucina di idee, ma conosce i limiti della pubblica amministrazione (il danaro) e sa che il futuro lo si addomestica coinvolgendo i privati. Così ha proposto il suo uovo di colombo per la gestione operativa: una Fondazione. Dentro ci sono col 50 per cento il Comune e col restante 50 per cento 10 aziende.

“Prima va detto – racconta Zaghini – che investire sulla cultura, vuol dire creare economia. Il teatro è un’operazione complessa, è un progetto economico del paese, nel quale possono trovare impiego i giovani, porta una vita sociale diversa al centro di Coriano e allontana dalla Tv. E’ nata, la Fondazione, per portare a casa i soldi con i quali fare cultura, creare eventi. In America è la normalità. Da noi non c’è una legislazione che incentivi questa via. Voglio ricordare che in Italia non c’è un teatro che si possa mantenere con il biglietto”.

“Soprattutto – continua Zaghini – le attività che si svolgono dentro sono un pezzo importante della rappresentanza culturale sul territorio. Un fatto di non poco conto. In questi due mesi il nostro teatro ha iniziato a cambiare il volto di Coriano. Tutte le iniziative, anche le minori, hanno riscosso grande partecipazione. Siamo entusiasti delle cose fatte. L’importante è continuare ad andare avanti così: idee e qualità”.

Presidente della Fondazione sarà il sindaco, o un suo delegato, coadiuvato da cinque consiglieri. Per dargli gambe è previsto un direttore.
Il luogo di cultura parte con tutti i crismi. Gli sono stati assicurati tre anni per seminare, crescere, fidelizzare. Sono stati messi a bilancio un milione di euro; la sua gestione è prevista in 300.000-350.000 euro l’anno. Tali fondi devono essere reperiti oltre che dalle casse pubbliche dalla sensibilità dei privati nella Fondazione e non solo.

Biblioteca
Intanto continuano gli eventi della biblioteca con “Raccontiamoci”, ore 21. L’ultima serata alla “Corte” di Coriano. Tema: “Teatri negati. Censimento dei teatri chiusi in Italia”. Intervengono: Francesco Giambrone (presidente Teatriaperti), Paolo Zaghini, Marcella Bondoni (assessore provinciale alla Cultura), Damiana Bertozzi (presidente Rimini Teatri).




Rosaspina, teatro e musica

– Montescudo, teatro Rosaspina, ritorna “OltreMisura”: ottava edizione di un cartellone di spettacoli fatto di musica, teatro e arte, in collaborazione con il Comune di Montescudo, assessorato al Turismo e allo Spettacolo, la Pro loco, l’Attoscuro teatro, Assalti al Cuore, Serrateatro-Laboratorio di Teatro Civile, Le voci dell’Anima.
Teatro
15 marzo – ore 19 – 15 Zerobeat: “Cara la pelle”. Spettacolo vincitore premio new Contaminate Art Festival di Anversa edizione 2007, liberamente tratto da: “Come se io non ci fossi” di Slavenka Drakulic e “Cecenia. Il disonore russo” di Anna Politkovskaja. Un progetto scritto e diretto da Enrica Provasi Con Sara Mansi, Enrica Provasi, Luisa Supino.
Musica
8 marzo, ore 21. Si premia alla memoria Maria Giovanna Predassi (Coriano 11 febbraio 1921 – Ronciglione 1981). Concerto dei Festeggiamenti “I Furiosi” di Aldo Vianello.
Teatro dialettale
14 marzo, ore 21 – La Compagnia Quei dla Zirudela di Ospedaletto presenta “Vache bu e umbrelun”, tre atti comici di Giannino Betti.
Lirica
21 marzo, ore 21 – I solisti della Lirica presentano “Tosca e non solo”.
Teatro
28 marzo, ore 21 – La Compagnia “Teatro d’arte i Komos” presenta “Natale in casa Cupiello”
4 aprile, ore 21 – La Compagnia riminese “I Filodrammatici” presenta “Non ti conosco più”.




Teatro Amici, serata col “Turbante rosso”

– “L’Uomo dal Turbante Rosso” è la storia di due pastori, Amalia ed Ari, che udirono i primi vagiti del Cristo dinanzi la capanna.
Nella loro vita sono testimoni e protagonisti delle contraddizioni dell’epoca, in uno spaccato storico che riconduce in quel lontano periodo e ci fa vivere ciò che si manifestava negli animi dei contemporanei del Cristo.
Si potrà vedere Gesù bambino, adolescente ed infine uomo quando pronuncerà, rivolto ad Ari, le parole “Chi non è contro di noi è con noi”, (Marco 10,40), suggellando tutto il significato della vita dei due protagonisti.
Lo spettacolo è esilarante attraverso le figure di due ricconi, marito e moglie, che si convertono. Maestoso nelle scene dell’antico Egitto, allora presidio Romano. Commovente nella Resurrezione di Gesù quando tutti i suoi discepoli, guidati da Pietro, dopo aver compiuto il primo Segno della Croce nella storia del Cristianesimo, simbolicamente escono dalla loro casa per trasmettere al mondo ciò che hanno veduto ed in cui hanno creduto?

La rappresentazione teatrale è in cartellone tutti i sabati al teatro “Amici” del Lago di Montecolombo fino al, ore 21.




Gabriel, da Mondaino a San Marino

– Gabriele Merli, in arte il mago Gabriel, il 12 marzo si farà rinchiudere in una cassa di legno la quale verrà deposta presso l’aeroclub di San Marino, a Torraccia.
La cassa sarà sorvegliata 24 ore su 24 da una guardia giurata, e da una web cam che trasmetterà in diretta le immagini sul sito dell’aero club. Chiunque quindi mi potrà seguire in qualunque momento.
Sabato 14 all’apertura dello spettacolo riapparirà sul palcoscenico effettuando così un esperimento di bilocazione che solo il grande Houdinì fece una sola volta in vita sua.
Quello del mondainese sarà una delle attrazioni della 12^ edizione del festival internazionale della magia, che si tiene al teatro Nuovo di San Marino il 14 marzo, con inizio alle 21. Presentati da Walter Rolfo, conduttore di “arcana” su Rai2, i migliori maghi illusionisti del mondo si alternano sul palco: Gabriel, Mirko, Otto Wessely, Duo Pam, Claudio Pizzuti, Timo Marc, Alberto Giorgi, Magica Marty. Gli spettatori potranno vivere, per una serata, in un luogo sospeso tra la fantasia e la realtà. L’incasso viene devoluto all’associazione AT21, che si occupa di persone con Sindrome di Down.
L’appuntamento è tra i maggiori d’Europ e richiama grandi prestigiatori da tutto il mondo. Dietro c’è l’umiltà e la professionalità di Merli.

Il segreto degli Harry Potter non esiste; dietro le illusioni c’è soltanto passione e certosino lavoro. “Nessuna magia – racconta il mago Gabriel -. Quello che si porta in palcoscenico è soltanto il frutto di anni ed anni di duro e meticoloso esercizio. Io ho iniziato da bambino, facendo le prime cose che proponeva ‘Topolino’. Se qualcuno afferma il contrario, cioè magia e miracoli, è semplicemente un millantatore. Harry Potter esiste solo nella magia della fantasia. Questa sì che è magica e fa sognare”.

Informazioni e prevendita biglietti: tel. 339/2130958.




Bosco pulito col Wwf, il lavoro non รจ mancato

– Wwf Bosco Pulito lo scorso 22 febbraio. Un successo (purtroppo) la raccolta dei rifiuti. Nonostante l’adesione non sia stata di quelle più numerose, i 20 volontari si sono ritrovati lungo il Ventena ed il Rio di Monte Pietrino, oasi nel territorio di Saludecio. Rinvenuti rifiuti di ogni genere: batterie di auto, frigoriferi, televisori, pneumatici di auto e camion, sanitari, macerie e scarti di prodotti per la verniciatura, vetri e contenitori di plastica. Un successo atteso di cui si farebbe a meno.

Iniziata alle ore 10, terminata alle 13, è seguita da un meritato ristoro con i prodotti offerti da “Il Forno Romagnolo” e “La Galvanina”.
Un ringraziamento ad Hera Rimini per la messa a disposizione dei materiali per la raccolta. Chi volesse collaborare con il WWF non ha che da chiamare il 349.7313174 oppure mandare una mail a wwfrimini@libero.it. C’è lavoro per chiunque.




Conferenze, la preistoria raccontata ai bambini

– La preistoria affascina i bambini, quasi fosse un cartone animato. Per i piccoli delle elementari è programma scolastico.
Partendo da questo principio, il Museo Paleontologico di Mondaino ha costruito un cartellone dedicato alle famiglie e pargoli. Appuntamento le domeniche pomeriggio: culturale, didattica e divertimento assicurato.
“La mia intenzione principale – afferma Monica Barogi, direttrice del Museo – è quella di fare conoscere il più possibile la realtà museale mondainese. I musei di Mondaino al momento hanno due sezioni, in futuro forse saranno di più. La sezione più conosciuta è quella sulla paleontologia alla quale dedichiamo questo primo ciclo di iniziative; quella meno nota è la sezione sulle maioliche mondainesi. Presto, a quest’ultima dedicheremo una conferenza a maggio, con uno dei massimi studiosi italiani, Riccardo Gresta”.
“Le iniziative – continua la direttrice – saranno tutte sponsorizzate dalla Provincia di Rimini nell’ambito dei piani museali del sistema Musei di Rimini”.
Gli appuntamenti
Domenica 1 marzo – ore 15 – Sala del Durantino: “Grig. (R)evolution. Avventure di un gruppo di preistorici pazzarielli alle prese con la sopravvivenza e un carnevale preistorico”, a cura della associazione Calzini Rigati.

8 marzo ore 16,30 – Sala del Durantino: “Amore e morte, da Francesca a Diamante passeggiata poetica”, a cura di Loris Pellegrini.

22 marzo – ore 15,30 – Sala del Durantino: “Avventure nella preistoria. Una giornata preistorica tra scheggiatura della pietra, accensione del fuoco, apprendimento delle tecniche di caccia, pittura preistorica”, a cura di Pasquale Barile.
La Sala del Durantino è un capolavoro. Pavimento a spina di pesce in cotto, alle pareti un bell’affresco, la Madonna del Latte. Alle finestre: panorama mozzafiato.




Mondaino su Rai2

– Mondaino su Rai2 nell’ambito del programma “Sì viaggiare” per filmare le eccellenze del paese.
Si è partiti dalla Rocca con la visita alla merlatura ghibellina ed i camminamenti militari sotterranei. Passaggio poi ai musei comunali (fossili e ceramiche), per approdare ai tesori della chiesa. Ultima tappa il mulino delle fosse della Porta di Sotto, dove matura un formaggio di pregio assoluto.




Garavaglia vs Sanchini

– Saludecio. La sinistra ha il suo candidato a sindaco. Si chiama Davide Garavaglia. Già consigliere comunale di Rifondazione comunista, il giovane contenderà a Giuseppe (Pino) Sanchini il ruolo di sindaco. Cinque anni fa, la sinistra si presentò con due liste. E, con molta sorpresa, Sanchini riuscì a conquistare il Comune. Ora scende in campo compatta. Le file del Pdl hanno serrato i ranghi attorno a Sanchini.




Aiutare le famiglie del Ventena

– Aiutare le famiglie del Ventena e far scoprire la natura di uno degli ultimi posti incontaminati della provincia di Rimini. Le piogge di febbraio hanno reso impraticabile la strada di ghiaino lungo il torrente che scende tra i territori di Montefiore, Mondaino e Saludecio. La carreggiata è una tavolozza di buche, più o meno grandi, più o meno creative. In tutto, il tragitto è poco più di 5 chilometri, 3 sotto le insegne di Saludecio. Vi abitano in pianta stabile due famiglie.

Sono state raccolte le firme e scritto ai sindaci dei tre Comuni. In sintesi scrivono: “Temiamo seriamente per l’incolumità nostra e di eventuali avventori (cacciatori, escursionisti, parenti ed amici dei residenti, portalettere, forze di polizia e soccorso, fornitori di combustibile per il riscaldamento delle abitazioni, ecc) nonché per i danni che dovessero occorrere a cose o persone”.
Insomma, è una situazione da risolvere. Strada vicinale, al tavolo si devono mettere i tre Comuni, il Consorzio di Bonifica e la Provincia. Oramai, è da troppi anni che chi vi abita chiede una strada decente. Si potrebbe pensare anche ad un progetto per valorizzarne i valori ambientali.




Foro Boario: allegro ma non troppo.

…Ciotti presidente? – Il sindaco di Morciano Giorgio Ciotti è stato (forse lo è ancora) tra i papabili per essere candidato alla carica di presidente della Provincia di Rimini, sponda Pdl. Poi, all’ultimo momento, con decisione romana, sembra che l’orientamento si sia spostato su Marco Lombardi, consigliere regionale di Forza Italia. Se il centrodestra dovesse vincere per il morcianese, sempre si dice, si aprirebbe un assessorato. Di peso, naturalmente. In bocca al lupo.

…Montani – Enzo Montani, attuale assessore allo Sport, insegnante, imprenditore, è tra i papabili a sindaco di Morciano per il centrodestra. Sembra che sia l’affidabile delfino di Giorgio Ciotti, che vorrebbe gestire sia la lista che si batterà per il Comune, sia la quella degli assessorati. Insomma, direbbero a Venezia, vuol fare tutto lui. Insomma, che gusto c’è ad impegnarsi in politica se poi non si ha il potere. Ma gli esseri umani possono sfuggirti di mano. In politica si dice: si possono mettere in proprio.

…Agostini-Gostoli – Geo Agostini, medico condotto a Morciano, passato nella sinistra nobile ed avanguardista, dovrebbe essere il candidato a sindaco del centrosinistra a Montefiore Conca, suo paese di origine. La moglie, la professoressa Gostoli, assessore con una lista di centrodestra con Ciotti, era tra le papabili alla poltrona di sindaco sia per il centrodestra, sia per il centrosinistra.
…Danilo – E’ un assessore potente Danilo Ottaviani, con in tasca tutte le tessere delle varie anime socialiste. Da circa 20 anni, nel bene e nel male, si occupa della Fiera di San Gregorio. La sua mai celata ambizione è di fare il sindaco di Morciano.

…Garattoni – Mario Garattoni si ripresenterà candidato a sindaco come portacolori della Lega Nord? Allo stato i rapporti, più che col Pdl, con Giorgio Ciotti sono appesi ad un nobile filo di seta, un nulla e si spezza. Entrambi sono irruenti. E poi Garattoni sa fare l’opposizione: non si ferma alle buche nei marciapiedi o alle lampadine fulminate. Capisce che il grosso è legato all’affare mattone. E ci sa ben ficcare il naso e rompere le scatole. Da vecchio repubblicano.