SAPORI E COLORI DEL NOSTRO DIALETTO di A.F.

image_pdfimage_print

– (2) Ciò piragna (persona insistente) tla fè longa, c’us t’è durmì sal cul zquért stanota?
– (3) Avin vù da pidalè quant avin vlù, ma a la fin dla quis-cion ai l’avin fata a purtè al levre mal padron (risolto il problema)
– (4) An fà una cara da la maténa a la sera, e l’ha sempre i quatrén tli sacocc (tasche). An è pri fè li pulsie ma nissun, ma l’ha davé trov un mis-cér bon da fatt…
– (5) L’ha ‘na bèla gata da plè, però tignaza e bagarén (persona testarda) u la ha anche cerca la fiola dal re…
– (6) T’arcord quand al giva: “Chi ha la rogna us la grata”. Adess che u s’è trov lu tli peschie, i j’ha dè tutt la streda da curr
– (7) T pèrle dal dievle e già al spunta li corna… a stèmie giust zcurend ad té…
– (8) Se avlìn arvé prima c’us facia nota, bsogna che a dèna du baocch ma gambini (gambe – affrettare il passo)…
– (9) Nu dispéra, al sarà la féd cla sèlva l’alma, ma a la fin ad tutt i guai un aiut an mènca mai
– (10) La canzon la n’è più longa, la ha i pid giù ma la sponda

– (1) E’ sempre con la testa nelle nuvole; tra l’amore e il fumo ormai non vede più luce
– (2) Hei! insisti nel farla lunga, hai dormito col sedere scoperto questa notte?
– (3) Abbiamo dovuto pedalare molto, ma alla fine della questione siamo riusciti a risolvere il problema
– (4) Non fa niente dalla mattina alla sera, e ha sempre i soldi nelle tasche. Non è per fare le pulci a nessuno, ma deve aver trovato un mestiere molto buono…
– (5) Ha una bella gatta da pelare, però testardamente se l’è anche anadata a cercare
– (6) Ti ricordi quando diceva: “Chi ha la rogna se la gratti”. Adesso che si è trovato nei guai, tutti gli hanno dato la strada da correre
– (7) Parli del diavolo e già spuntano le corna… stavamo giusto parlando di te…
– (8) Se vogliamo arrivare prima che faccia notte, bisogna che diamo due soldi a gambini (alle gambe, cioè bisogna affrettare il passo)
– (9) Non disperare, sarà la fede che salva l’anima, ma alla fine di tutti i guai un aiuto non manca mai
– (10) La storia finisce qui ed è stata anche troppo lunga

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni