Parco S. Bartolo, cercasi volontari per inanellare gli animali

image_pdfimage_print

– Il Parco del San Bartolo tra Gabicce Mare e Pesaro è uno dei luoghi più belli del mondo. Sta cercando volontari per inanallare gli animali, dal 1° aprile al 31 maggio. Il progetto si chiama campo di volontariato sulla migrazione primaverile.
Il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo rappresenta un territorio protetto particolarmente utilizzato dai migratori. Per questo motivo, sono stati istituiti due centri internazionali di studio dell’avifauna che rilevano aspetti diversi e complementari della migrazione.
Ogni primavera avviene la cattura temporanea, a
scopo scientifico, di 10-15.000 uccelli ogni primavera (167 specie e 210.000 individui inanellati dal 1992).
Dunque serve l’aiuto di volontari, aspiranti inanellatori inviati dall’I.N.F.S., stagisti, laureandi, scuole e gruppi. Il campo di osservazione della migrazione e dell’inanellamento è aperto a tutti e sarà effettuato dal 1° aprile al 31 maggio.
Per chi viene da fuori e vuole stare diversi giorni, saranno forniti, oltre l’alloggio in bungalow nell’area del Parco, anche il rimborso per il vitto (5 euro al giorno). I volontari dovranno presentarsi forniti di sacco a pelo e binocolo.

Per la permanenza presso il campeggio o solo per passare una giornata è necessario contattare il responsabile del campo:

dottor Laurent Sonet, c/o Ente Parco Naturale Monte San Bartolo, VialeVarsavia-61100 Pesaro
Tel.: 0721 400 858 –
fax: 0721 408 520 –
Cell.: 348 35 72 204.Email: migrazionesanbartolo@provincia.ps.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




    Privacy*

    FACEBOOK

    La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
    © 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
    Web Marketing Rimini
    Condivisioni