Giunta, volti nuovi: Gessi-Di Cintio

image_pdfimage_print

– “La cena ai dipendenti comunali, saremo noi assessori a servirli”. L’uscita potrebbe sembrare facile populismo, l’accortezza per accattivarsi un po’ di benevolenza. Invece, per Odoardo Gessi (al posto del dimissionario Luca Tomasetti) è roba seria, genuina, come ha sempre dimostrato durante la Notte delle Streghe, servendo le pizze e le birre agli avventori. Insieme a Cesare Di Cintio (al posto di Davide Clementi) è uno dei volti nuovi della rinnovata giunta di Domenico Bianchi, il rivoluzionario. Insediamento dei due nuovi assessori nel Consiglio comunale dello scorso 6 giugno.
Marignanese doc, sposato, una figlia, Odoardo Gessi ha una brillante carriera in Cna, dove lavora da 28 anni. Appena eletto qualcuno in Comune, guardando la mole ingannatrice, sulla delega allo sport è intervenuto con una battuta. Ma Gessi è uno sportivo vero; gioca a tennis e anche bene. Insieme ad un bel manipolo di amici è il protagonista di due tornei goliardici “Tajadel e fasol” e “Ostriche e champagne”. Finiscono, dopo le partite, sempre a tavola. Ma ama anche altri sport: pallavolo, motociclismo, equitazione: “Ma mi appassiona ogni competizione che mette in campo lealtà tecnica e forza”.
Si è presentato con una lettera alle società sportive dove le invita a fare insieme e a creare una sorta di “Consulta sportiva”, dove oltre agli “interessi singoli si possono fare anche quelli della comunità”.
Ama il verde e le passeggiate in bicicletta. Profondamente legato alla famiglia e alla tranquillità del tempo passato con i propri figli. Schiva i riflettori, gli piace lavorare in pace senza troppa pubblicità. È il nuovo assessore all’Edilizia privata e Urbanistica di San Giovanni, Cesare Rino Di Cintio.
Classe 1953, originario di Pescara e secondo di tre figli, maturità scientifica e laurea a 24 anni in ingegneria elettronica a Bologna, ora dirigente Telecom a Rimini. Un ingegnere prestato alla politica, nelle file della Margherita da appena un anno, ma scelto dal sindaco Bianchi per cambiare strada nella gestione dell’edilizia del paese. “Certamente non sono un tecnico – spiega il neoassessore – e come voleva il sindaco del tutto estraneo a qualsiasi interesse nel campo dell’urbanistica”.
Di Cintio abita a San Giovanni dal 1982, dopo il matrimonio con Valeria Marinangeli, e non nasconde l’amore per il nostro paese, così diverso dalle grandi città che è stato abituato a frequentare per lavoro: “A San Giovanni la qualità della vita è ad un livello superiore. Ho lavorato in diverse città italiane, tra cui Roma e Milano, ma qui in quanto a tranquillità e spazio vitale è tutta un’altra storia. Lavoreremo certo per mantenere e migliorare questi aspetti”.
Da sei anni Di Cintio è alla dirigenza Telecom a Rimini. Una scelta lavorativa dettata dalla volontà di stare accanto alla propria famiglia, in un momento significativo, per la malattia e la morte, a soli 49 anni, della moglie nel 2001. “Dopo aver fatto il pendolare per molti anni ho deciso di fermarmi e lavorare a Rimini, per stare vicino alla mia famiglia. È stata una situazione molto particolare per me ed i miei figli, e la loro compagnia è stata e continua ad essere un punto di ritrovo molto importante”.
Due figli, di 18 e 23 anni. Voglia di tranquillità, tra romanzi e musica, passeggiate in bicicletta e lavoro. Tanto lavoro. “Senza dubbio ha sempre occupato tanta parte del mio tempo. Soprattutto quando ero pendolare e partivo da qui il lunedì per tornare il venerdì. Ora ho accettato questo incarico al Comune perché sono abituato a cambiare spesso e affrontare da capo tante nuove situazioni”.

DELEGHE

Bianchi, le nuove deleghe

Con l’ingresso di Gessi e Di Cintio giro di valzer per le competenze

– La giunta di San Giovanni in Marignano cambia: entrano due nuovi assessori e nuove deleghe per i vecchi.
Il sindaco Domenico Bianchi lo scorso 5 giugno ha nominato: Odoardo Gessi (Ds) con le deleghe al Bilancio, Programmazione, Personale e Sport e Cesare Rino Di Cintio (Margherita): Urbanistica ed Edilizia Privata.
Claudia Montanari (Margherita): Servizi sociali, Volontariato, Pari opportunità, Cultura, Politiche giovanili e assume anche la carica di vice sindaco (che spetta alla Margherita).
Maura Tasini, repubblicana: Vigilanza, Ambiente e Territorio.
Daniele Morelli (Ds): mantiene le Attività economiche e vi aggiunge il Turismo.
Giuseppe Barilari (Ds): Pubblica istruzione e Lavori pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni