Sagra della Patata e degli Gnocchi

image_pdfimage_print

– Un meraviglioso angolo di storia, arte, natura a pochi passi dal mare. Montescudo è famoso anche per le sue patate che, per la particolare natura dei terreni, hanno acquisito caratteristiche del tutto speciali. Sono infatti più consistenti e saporite e si prestano magnificamente per la preparazione degli gnocchi, tanto che questo prodotto locale è ritenuto uno dei migliori di tutta l’Emilia Romagna.
La Sagra, 33^ edizione, organizzata dalla Pro Loco, dall’amministrazione comunale e dalla Coldiretti di Montescudo, con il contributo della Provincia di Rimini e Camera di Commercio di Rimini, si svolge il 6 e 7 agosto.
Gli stand culinari presenteranno specialità quali gnocchi di patate nostrane rigorosamente fatti a mano al momento dalle donne montescudesi e serviti in due varianti (al ragù e alle verdure), baccalà con patate, patatine fritte, dolci di patate e gelato di patate. Nonché la piadina a più varianti.

CURIOSITA’

I segreti della patata di Montescudo

– Il seme di patata è lo stesso per tutti: arriva dall’Olanda.
Le terre montescudesi ne favoriscono la crescita perché è sabbioso e friabile.
Fondamentale è la caratteristica che non hanno bisogno di trattamenti antiparassitari, il fungo della patata ad una certa altezza sul livello del mare non si genera.
La patata di Montescudo si conserva per tutto l’inverno se tenuta in ambiente buio ed appoggiata sulla terra (mai sul cemento), cosa che non avviene con quelle coltivate in pianura che fanno acqua, germogliano ed infine marciscono.
Molti a Montescudo le tengono nelle grotte e lì le conservano in strati di terra e sabbia divise dalla paglia.

Trentasei quintali

– In due giorni si servono circa 35 quintali di patate. Ecco come: 25 per gli gnocchi, 5 fritte, 2 per il baccalà, 2 per il gelato. Inoltre, si spillano 16 quintali di vino.

Che cosa c’è da vedere

TORRE CIVICA
Risale al XIII secolo; seppur rivisitata ha mantenuto la struttura medievale

GHIACCIAIA
Di epoca malatestiana, si trova sul lato mare della piazza sulla quale si affaccia il palazzo comunale. Di pregio la sua tecnica costruttiva

CUNICOLI SOTTERRANEI
Congiungevano la rocca con la torre di avvistamento

MURA
Sono i resti delle fortificazioni malatestiane, erette sotto il governo di Sigismondo, che ebbe come consigliere anche Filippo Brunelleschi. Caratteristiche: alte ed inclinate

CHIESA TRARIVI
Un’antica pieve. Distrutta dalla ferocia della Seconda guerra mondiale. A suo modo è stata recuperata ed è stata denominata la Chiesa della Pace. A ricordo del passaggio del fronte, è stato creato il Museo della Linea Gotica Orientale; raccoglie reperti e materiale delle battaglie avvenute nella zona

VALLIANO SANTUARIO
Appena restaurato, il pezzo notevole sono gli affreschi del Quattrocento della scuola del Ghirlandaio. Bella la posizione, bello l’edificio. Nella canonica alloggia il Museo della Civiltà contadina

CASTELLO DI ALBERETO
Bel borgo fortificato di epoca medievale. Vista sontuosa sull’Adriatico e sull’Appennino

CARTELLONE

Bobby Solo

SABATO, 6 AGOSTO
Ore 18 – Apertura stand gastronomici
Ore 21 – Concerto Bobby Solo (ingresso 5 euro)

DOMENICA 7 AGOSTO
Ore 9 – Fiera dei prodotti agricoli ed artigianali di Montescudo
17 – Apertura stand gastronomici
17 – Degustazione dei prodotti tipici con le musiche folcloristiche del “Caffè concerto”
19.30 – Concerto degli Amici della De Filippi: Irene Guiglielmi, Gianni De Martini, Monica Hill (ingresso gratuito)
22.30 – Fuochi d’artificio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni