SAPORI E COLORI DEL NOSTRO DIALETTO di A.F.

image_pdfimage_print

– Lof-lof, us l’è colta su dop che l’avù al su saquet (1)
– A l’ho fat senza nisun sbut (2)
– L’era cherghe come Brasola (3)
– L’ha ‘na facia che ti pò ciachè li mandule (4)
– Sla dura i se, me a dmand se Roma la è da vènd (5)
– Durarala Pirinen? (6)
– Oh! ninon bel, quant t’vo lutè? T’ve ma la stùfa! (7)
– Am so trat la zapa si pid (8)
– L’è un po’ zcurdarecc quand l’ha da paghè (9)
– L’è ‘na banda scurdeda (10)
– L’avù al su raplò! (11)
– Valà, sta tranquel c’un si sbrécla (12)
– Am so strasnè da grep a fos (13)
– An tira gnenca ‘na quartarola (14)
– L’è un mutrignon ch’an rid gnenca se ti fe zghetle sota i pid (15)

dopo la sgridata
– (2) Fatto malvolentieri
– (3) Grosso fardello
– (4) Faccia tosta
– (5) Momento felice
– (6) Potrà durare?
– (7) Non farla lunga!
– (8) Tirato la zappa sui piedi
– (9) Taccagno
– (10) Gruppo non affiatato
– (11) Ha avuto la sua lezione!
– (12) Tranquillo, non si rovina
– (13) Appellarsi a tutto e tutti
– (14) Cosa-persona di poco valore
– (15) Tipo introverso, taciturno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni