SAPORI E COLORI DEL NOSTRO DIALETTO di A.F.

image_pdfimage_print

– L’è ad chi gnurgnòn chi piegn sno miseria (1)
– Lassle perd, l’è un pori bagiòl (2)
– Am so magné un’ela ad fegata (3)
– Am so but a la sbaràja, cum la va la va… (4)
– An t’ved, l’ha ciap gambòn (5)
– Cla burdèla la se fata ‘na bela spirlimpèna (6)
– L’è un papulòn che sa lu un s’fa mai nota (7)
– A giughèn sl’arjut o senza arjut? (8)
– Ades cal sta sal suv, vai arenta… (9)
– Sa sta bulùra a pipén cume i zevle (10)
– Sa stal garben un si strasina li gamb (11)
– Se al luta dl’elt stal cheld, addio bell’alma (12)
– An fièda l’eria, u je un sol rabid e a n’ho pèsa invell (13)
– U j’è ‘na suta in gir cla fa paura (14)
– U j’è un sol cal spiomba, l’è bunaza biancura (15)

– (1) Lamentoso
– (2) Sempliciotto
– (3) Arrabbiatura
– (4) Buttarsi allo sbaraglio
– (5) Darsi importanza
– (6) Bambina vivace, sveglia
– (7) Racconta frottole
– (8) Con la rivincita o senza?
– (9) Altezzoso, superbo
– (10) Boccheggiare come i cefali
– (11) Un garbino da strascinare le gambe
– (12) Se dura questo caldo…
– (13) Situazione di pesante calura e afa
– (14) Siccità
– (15) Calma piatta e calura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni