Cartoline di Gabicce nel mondo

image_pdfimage_print

[img align=left]http://www.lapiazza.rn.it/immagini/gennaio/foto4.jpg[/img]

Gabicce Mare 1948-’49. L’edicola di Renato Buosi in via C. Battisti. Da sinistra: Renato Buosi, ?, Alberto Galvani (suocero di Alberto Marchi). Foto Archivio C.C.P. di Cattolica

di Dorigo Vanzolini

“Le cartoline turistiche furono, dalla fine della guerra, le protagoniste della nostra storia locale, seguendo l’onda del boom del turismo balneare. Anche questa volta entrò in ballo la concorrenza fra i negozi ed esercizi commerciali: ricordo le edizioni di Luigi Berti ‘Al Bi’ che racchiudeva nel suo negozio l’attività di tabacchi, osteria, alimentari, e quella di Maria Fronzoni Edizioni.
Mio padre Renato per personalizzare al meglio le sue cartoline, si recava insieme al fotografo vedutista sui luoghi di ripresa ritenuti più suggestivi, per ricreare la luce migliore per realizzarle. Particolare cura era rivolta allo studio della didascalia, anche questa doveva essere la più altisonante, poetica e ricercata possibile. Il suo pensiero durante la giornata era rivolto a questo fine, all’attimo fuggente che veniva catturato con rapidità di lapis su di un foglio di carta, che ora ritrovo ingiallito e che era sempre a sua portata di mano. Lo ricordo con spirito di intraprendenza, acquistare interi lotti di cartoline rimasti in esubero dalla concorrenza.
Ci fu un periodo che gli stessi commercianti locali acquistavano le cartoline direttamente da noi avendo una nutrita fonte di scorte, anche se ogni anno le nostre cartoline (la Renato Buosi Edizioni) venivano rifatte a nuovo. Da diverso tempo questo tipo di cartoline storiche ho smesso di venderle per tenerle a testimonianza e ricordo dell’attività di famiglia. I nostri fornitori erano: Alterocca di Terni, Fotocelere di Torino e in particolare Foto Galvani. Già prima della guerra, Alberto Galvani, fotografo e tipografo di Medicina (BO), aprì a Cattolica un’attività fotografica estiva, la Foto Galvani, appunto.
Passata la guerra, l’attività continuò a Gabicce, condotta dai figli Milka, Dario e Welma e dal futuro genero Alberto Marchi. Dopo un anno (1946) Foto Galvani tornò di nuovo a Cattolica e l’attività estiva divenne annuale. Nacque così nel 1947 Foto Galvani dei fratelli Alberto e Dante Marchi. L’attività fotografica era in gran parte orientata a riprese di vedute e panorami destinati alla produzione di cartoline illustrate. Nella Riviera Adriatica le fotografie del fratelli Marchi si trovavano in vendita ovunque: venivano stampate dalla Rotalfoto di Milano e dalla Bromofoto di Torino su carta fotografica bianco-nero lucida e poi smaltata.
Non esisteva ancora la stampa a colori, che talvolta veniva simulata tingendo le stampe bianco-nero con le aniline. Mio padre Renato Buosi, con la sua edicola fu tra i primi clienti dei fratelli Marchi a Gabicce Mare. A quell’epoca apparvero anche le prime cartoline che raffiguravano alberghi e pensioni. Era la prima forma di pubblicità e di promozione del settore alberghiero. Tutt’ora la mia edicola vende a Gabicce cartoline prodotte dalla ditta Marchi & Marchi. E’ un segno che, anche col passare del tempo, la cartolina illustrata resta un articolo legato al turismo e alla vacanza”.
Sul prossimo numero Glauco Buosi ci racconterà della storia, degli avvenimenti e delle persone che hanno portato Gabicce Mare a diventare una delle perle del turismo internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni