San Clemente (Rimini). Biblioteca, famiglia Casadei regala bibbia del 1800 in tedesco

Da sinistra: Sergio e Anna Casadei con  la sindaca Mirna Cecchini

Sergio e Anna Casadei hanno regalato alla biblioteca Tasini di San Clemente una Bibbia antica in caratteri gotici in tedesco.
Due piccoli tesori. La Bibbia è stata stampata a Colonia nel 1854; il Vecchio Testamento, sempre in lingua tedesca, la cui datazione si fa risalire – considerata la dedica apposta nelle prime pagine – al 1844. I due preziosi volumi – il cui valore è soprattutto di tipo documentale – saranno custoditi, questa l’intenzione della sindaca, in una speciale teeca che ne permetterà la visione a quanti accederanno alle sale di lettura e consultazione. Bibbia e Antico Testamento provengono dall’archivio di Sergio e Anna Casadei, due autentici cultori proprietari pure di altre pubblicazioni, a carattere religioso e più in generale di matrice storico-divulgativa, che hanno espresso l’esplicito desiderio venissero conservati dalla Biblioteca “Tasini”.

“Entrambi i tomi – dice Sergio Casadei – sono il frutto delle mie ricerche nei mercatini attorno a Zurigo quasi 30 anni fa; all’epoca lavoravo in Svizzera come tecnico termico. Ho sempre coltivato la passione di raccogliere e catalogare testi di un certo interesse e credo, in accordo con mia moglie Anna, che la loro più che naturale destinazione sia proprio quella della Biblioteca del capoluogo”.

“La donazione di Sergio e Anna Casadei alla Biblioteca “Tasini” – riflette la sindaca, Mirna Cecchini – testimonia un’attenzione e una sensibilità importanti non solo per l’atto in quanto tale, bensì a conferma dell’interesse e della considerazione maturati verso chi, dal 2011, contribuisce a far crescere ed affermare il ruolo del nostro Centro culturale. Il Comune – aggiunge – si adopererà in tempi brevi affinché i due libri abbiano un’adeguata collocazione micro-museale ai fini della loro durevole preservazione. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare pubblicamente Sergio ed Anna esprimendo l’auspicio di ulteriori e futuri lasciti da parte dei sanclementesi”.




San Clemente. Moto, il team ProGp Racing di Menghi in testa all’italiano Supersport300

Sul podio. Da sinistra. Omar Menghi e Kevin Sabatucci (secondo gradino)

Il Team ProGp Racing di Omar Menghi, figlio di Valerio, è in testa all’italiano Supersport300 con Kevin Sabatucci. Al giro di boa del Campionato sul circuito di Imola, il 23 e 24 giugno spera di replicare le prestazioni. Kevin Sabatucci guida la classifica piloti, a 11 lunghezze Bastianelli, a 22 Brianti. Bene anche l’altro portacolori del team  Matteo Bertè che, dopo il settimo e nono piazzamento al Mugello, si è portato al 12° posto in classifica generale.
Sabatucci torna all’Autodromo internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ dopo lo straordinario esordio nel Campionato Mondiale Supersport dove poco più di un mese fa, a suon di incredibili sorpassi, ha rimontato la classifica dalla diciottesima alla seconda posizione, poi divenuta terza per decisione dei giudici di gara. Un’anteprima mondiale vincente sia per il pilota ascolano che per il Team romagnolo guidato da Omar Menghi.
Con la maturità da vero pilota esperto, nonostante i soli 21 anni, è proprio Kevin Sabatucci a smorzare ogni attesa in merito al suo ritorno in CIV sul circuito emiliano. Dice: “Torniamo a Imola dopo una positiva parentesi in Campionato Mondiale, consapevoli però che ogni gara è a sé. Rimaniamo concentrati sull’obiettivo e puntiamo a fare bene, forti del buon risultato ottenuto nei giorni di test a inizio giugno”.
Sempre più combattivo e sempre più in confidenza con la moto, Matteo Bertè: “Mi sono allenato molto fisicamente per questo appuntamento, perché a Imola fa sempre molto caldo ed è una pista molto tecnica. Ho girato solo un giorno sulla nostra Yamaha R3, ma sono convinto che si potrà ottenere un buon risultato. Durante le prove libere lavorerò molto per affinare alcuni piccoli dettagli e poi sarò pronto a dare il massimo in gara”.




San Clemente-San Leo. Superato il livello di ozono

di Gianmarco Galli

 

Ozono. Arpae avvisa: superato a San Leo e San Clemente il livello d’attenzione.
Il territorio della provincia di Rimini ha registrato il 2 agosto il superamento della soglia di informazione per l’inquinante ozono. Lo ha comunicato ai sindaci della provincia la sezione provinciale di Arpae, l’agenzia prevenzione ambiente energia Emilia-Romagna. Fino al 5 agosto temperature elevate con forti condizioni di disagio bioclimatico sulla pianura e sulla fascia collinare compresa quella riminese. Temperature massime superiori a 37°C con punte fino a 40°C e temperature minime notturne superiori a 25°C. Le informazioni sulle concentrazioni raggiunte dall’ozono a livello locale e regionale sono disponibili sul bollettino quotidiano regionale ozono consultabile alle pagine http://www.arpa.emr.it/qualita-aria/bollettino-ozono/. “ è opportuno che i soggetti a rischio (i bambini, coloro che fanno attività fisica all’aperto, persone con malattie respiratorie, persone con una particolare sensibilità all’ozono) evitino di svolgere attività fisica anche moderata all´aperto nelle ore più calde e di massima insolazione della giornata”. Raccomanda Arpae.




Enio Ottaviani Vini in Festa: estate calda, Caciara freddo

Il Caciara è un signor Sangiovese. E’ il centravanti della rosa della cantina Enio Ottaviani, famiglia di vignaioli in San Clemente. Dà il titolo alla loro speciale giornata: “Estate calda Ciaciara freddo”. Da alcuni anni, per raccontare a clienti ed amici chi sono, organizzano una tavolata nell’aia della cantina. Quest’anno l’appuntamento con la tradizione è il 17 luglio, ore 12,30. Scrivono i quattro cugini  nell’invito: celebriamo gli amici, il vino, la musica  e il cibo buono della  Romagna, di mare e di terra. Tutto è rigorosamente legato allo spirito dei nostri luoghi. E’ solo con l’autenticità della propria cultura che ci si fa apprezzare al mondo. Partiti alcuni anni fa, Enio Ottaviani esporta i vini in Europa e non solo. Si dedicano, i cugini (coppia di fratelli), con rinnovata passione al mestiere del nonno. Lo fanno con lo spirito più vero della Romagna: terra e tipicità. I loro prodotti hanno ricevuto numerosi premi di prestigio.




Note di Vino: a San Clemente si alzano i calici

Ritorna Note di Vino, la manifestazione dedicata al vino di qualità e alla buona musica. Per quattro serate il borgo antico di San Clemente farà da cornice all’evento più atteso dell’estate dove gli ospiti troveranno una piazza illuminata solo da fiaccole e candele. Il primo appuntamento è per domenica 26 giugno con la degustazione di vini e prodotti tipici del Trentino e il concerto del gruppo Haderkrainer, musica folk tradizionale, canti e balli. Domenica 3 luglio degustazione di vini e prodotti tipici dell’Umbria e il concerto di Maggie&Peggy and the Marvelous Fellas, musica country, rock’n roll e rockabilly. Domenica 17 luglio degustazione di vini e prodotti tipici della Basilicata con concerto e il concerto di Musica dell’anima & la Leggera band, pizzica salentina, taranta e folk.

 

L’evento si chiude domenica 24 luglio con la degustazione di vini e prodotti tipici della Provenza e il concerto di Dino Gnassi Corporation, musica dance, soul e revival. Le serate si terranno in piazza Mazzini alle 20:45. Ingresso: adulti e bambini oltre i 10 anni euro 14, bambini dai 5 ai 10 anni euro 6, bambini fino ai 5 anni gratuito. Info e prenotazioni: 366 1021467 (dalle 17:30 alle 21:30).




La Porta dei Merli chiude e va sul “mercato”

portadeimerli-sanclementePronto il bando pubblico per affidare a privati la gestione della nota enoteca Porta dei Merli, di proprietà del Comune di San Clemente. “In questi anni – spiega l’amministrazione comunale – la Porta dei Merli ha contribuito a dare vita all’antico e affascinante borgo di San Clemente. Ci sono state, è vero, delle problematiche con alcuni vicini dovute in particolare ai rumori che pervenivano dall’enoteca però, per risolvere una volta per tutte questo problema, il Comune di San Clemente ha deciso di eliminare tutti i vizi tecnici che hanno portato disagio. A tal fine – precisa la nota – il Comune ha impegnato risorse economiche affidando, già nel mese di giugno, un apposito incarico a un tecnico professionista, nel dettaglio una consulenza acustica, il cui risultato è stato consegnato il 29 luglio. Tale attività è stata finalizzata a trovare la soluzione definitiva al problema dei rumori e degli altri eventuali disagi che i vicini hanno avuto in questi anni. E’ evidente che affrontare in modo serio e definitivo il problema comporta dei tempi non limitati a poche settimane di lavoro, ecco perché il Comune è già operativo da tempo per chiudere tutte le questioni aperte. Naturalmente non sarebbe stato possibile intervenire prima della scadenza del contratto visto che i lavori da eseguirsi nell’immobile avrebbero reso impossibile l’attività dell’enoteca. Non appena tutte le valutazioni e soluzioni tecniche saranno portate a compimento, l’enoteca riaprirà”. Per informazioni 0541 862004

 

 




San Clemente, Note di vino chiude con la Toscana

Ultima serata di Note di vino, domenica 19 luglio in piazza Mazzini a San Clemente, con la degustazione di vini e prodotti tipici della Toscana accompagnati dalla musica coinvolgente della band Dino Gnassi Corporation. Inizio serata ore 20.45. Prenotazione obbligatoria al numero 338 8035746 (dalle 17.30 alle 21.30). Ingresso: adulti 14 euro, bambini fino a 5 anni gratuito, bambini da 5 a 10 anni 6 euro, bambini oltre i 10 anni 14 euro.




Verso l’inaugurazione del ponte sul fiume Conca

ponteconca2I risparmi attesi non ci sono stati. Il ponte sul fiume Conca e la realizzazione della nuova viabilità connessa, il tutto è costato oltre 12 milioni di euro, quasi il doppio rispetto ai 6.786.700,42 scritti sui documenti che portano la data del 25 ottobre 2011 quando fu reso pubblico il risultato della gara d’appalto (l’importo complessivo originario dei lavori comprensivo degli oneri di sicurezza era di 9.279.993). Il costo dell’opera è stato a carico per circa il 50% dalla Regione Emilia Romagna, il 27% dalla Provincia di Rimini e il rimanente dai due comuni coinvolti, San Clemente e Morciano.

Le ultime vicende le abbiamo ricostruite in almeno due occasioni: con la comparsa del tracciato   nel dicembre del 2013 e, qualche mese prima,  con la ripresa dei lavori. L’opera, che ricade per il 90% nel Comune di San Clemente, è attesa dagli abitanti della Valconca da tanti anni. E finalmente ci siamo. L’inaugurazione è prevista per il 27 settembre. E questa volta, il taglio del nastro, ci sarà. Nella fotogallery alcune recentissime immagini a cura della redazione.

Questo il programma dell’inaugurazione. Alle 17.30 apertura dell’evento con Daniele Battaglia di Radio 105 e musica. Alle 18.45 saluti e interventi dei sindaci e del presidente della Provincia di Rimini. Alle 19.15 taglio del nastro e alla 19.30 cena e intrattenimento musicale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Decretati i vincitori del XXII Premio di poesia dialettale e zirudela romagnola “G.Villa”

poesiadialettaleromagnola1Sabato 7 giugno alle ore 21,00 al teatro comunale di Sant’Andrea in Casale si chiude, con la premiazione dei vincitori, la ventiduesima edizione del Premio di Poesia dialettale e zirudela romagnola che San Clemente dedica al suo più grande zirudellaro, quel Giustiniano Villa che nelle piazze di tutto il riminese seppe lasciare traccia e memoria da tramandare alla gente di ogni epoca.

Discreto il numero delle opere presentato: trentadue poesie e venti zirudele di romagnoli residenti o emigrati ma ancora legati alla loro terra d’origine. Poesie in romagnolo che provengono da Verona, Cerveteri, Bologna e da ogni angolo della Romagna sono state valutate da una giuria presieduta dal Professor Piero Meldini.

Alla fine si è aggiudicato il primo premio per la sezione poesia “Da Piò lontàn” scritta in dialetto ravennate dal ferrarese Bruno Zannoni alla sua seconda affermazione al premio sanclementese. Secondo posto per Franco Ponseggi da Bagnacavallo con la poesia “Séra ad Setèmbar”, mentre il terzo posto va alla attualissima e ironica “E Pulétiche” del mondainese Massimo Giorgi.

Particolarmente elevata la qualità delle zirudele proposte quest’anno. Ha vinto, dimostrando la propria versatilità, Franco Ponseggi con “E poéta” un ironico escursus su tutta la e storia della poesia italica che il dialetto rende tagliente e divertente. Segnalate le opere “E mi Dutor” del riminese Mauro Vannucci vincitore della scorsa edizione, e “La Badénta” dell’ Insegnante corianese Anna Maria Pozzi la quale ogni anno stupisce per come riesca a coinvolgere i suoi alunni in una avventura dialettale che ha regalato indimenticabili perle d’emozione in passato e che quest’anno, coi bimbi della 1^ b della Scuola Primaria Favini di Coriano rischia di strappare qualche lacrima d’emozione a chi sarà presente.

La serata sarà diretta con l’innata ironia dall’attrice Giorgia Penzo e dall’organizzatore Claudio Casadei sua occasionale spalla. Al termine della serata un bicchiere di vino buono e un pezzo di ciambella offerti dal Comune di San Clemente da sempre patrocinatore del Concorso. Per chi ama la Romagna impossibile mancare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




In Valmarecchia si vota in 8 comuni su 12

aliceparmasantarcangelo2La Valmarecchia si prepara alle elezioni comunali in pompa magna, con ben 21 candidati alla carica di Sindaco negli 8 Comuni che quest’anno cambieranno amministrazione. Molte le liste civiche, ma anche moltissime donne, questo è il dato più evidente, soprattutto perché in almeno due Comuni, Verucchio e Talamello, sicuramente il prossimo Sindaco oltre la fascia tricolore porterà anche la gonna. A Verucchio infatti a sfidarsi sono ben 4 giovani donne: Samantha Coelati Rama (Obiettivo Comune) e Stefania Sabba (Verucchio Domani) che hanno già avuto esperienze amministrative, e le “new entry” ma agguerritissime Enrica Dominici (La Verucchio Giusta) e Sabrina Cenni (Cittadini in Comune). A Talamello, invece, a sfidarsi saranno il Sindaco uscente Francesca Ugolini (Per Talamello) e Claudia Beccari (Bene Comune). Altra certezza, in questa tornata, è la riconferma di Guglielmino Cerbara Sindaco di Sant’Agata Feltria, il cui unico “avversario” è l’astensione, visto che non ci sono altre liste all’infuori della sua.

Negli altri Comuni è sfida a due per quanto riguarda San Leo (tra l’uscente Sindaco Mauro Guerra e l’ex primo cittadino Giovanni Carletti), Maiolo (tra l’attuale Sindaco Marcello Fattori e, come nel 2009, Antonio Viggiani), Casteldelci (tra l’ex assessore Fabiano Tonielli e l’ex capogruppo di minoranza Luigi Cappella). Saranno invece tre gli sfidanti per il nuovo Comune unico di Poggio Torriana: Daniele Amati (Uniti a Poggio Torriana, appoggiato dal Pd e dall’ex sindaco Antonini), Antonio Valli (Chiave di Svolta, con dentro anche i referenti di Forza Italia) e Antonella Cima (Obiettivo Futuro).

Detto questo è chiaro, e si è visto anche sui giornali, la sfida delle sfide è a Santarcangelo, il centro più importante della vallata, dove dopo un anno di commissariamento (per la caduta del Sindaco Mauro Morri, ritrovatosi senza una maggioranza sul Bilancio) i cittadini dovranno scegliere tra cinque candidati Sindaco: Alice Parma (Pd, nella foto), Luigi Berlati (Progetto Ci.Vi.Co.), Andrea Novelli (Una mano per Santarcangelo), Daniele Apolloni (Fratelli d’Italia) e Sara Andreazzoli (Movimento 5 Stelle).

© RIPRODUZIONE RISERVATA