Per fortuna che c’è il web (se lo sai usare)

di LARA BADIOLI *

larabadiolibewizardSi è chiusa sabato pomeriggio la sesta edizione del Be-Wizard!, evento di calibro internazionale dedicato al mondo digital e le sue tendenze. La kermesse di lezioni e workshop ha spaziato dal marketing in tempo reale e le sue potenzialità, al retargeting (azioni di mercato personalizzate calibrate sulla navigazione e i gusti degli utenti) e un modulo tutto legato al turismo e agli accorgimenti per sfidare e vincere la crisi.

L’evento si è dimostrato da subito una “nuvola mediatica” di grande spessore, che ha stupito sia gli organizzatori (Titanka! con la collaborazione di Teamwork, Rimini) che i relatori: sono stati pubblicati ben 7600 tweets con l’hastag #bewizard su Twitter negli ultimi trenta giorni (con un picco di 3700 il 21 marzo, giornata d’apertura); per due giorni l’evento è stato in cima alle tendenze nazionali alternandosi solo con le notizie relative alla Russia e alla Turchia.

Ad ascoltare i Google evangelist americani, gli esperti di realtime marketing e i professori universitari di oltreoceano c’erano un migliaio di iscritti provenienti da tutta Italia. Presenze preziose per un periodo decisamente ancora fuori stagione. E’ proprio contestualizzando l’evento nella sua cornice geografica (Rimini) che emerge la sezione più seguita dagli iscritti del territorio: il modulo legato al turismo che ha visto il picco di presenze (più di trecento) al laboratorio organizzato in collaborazione con Teamwork, Rimini.

In cattedra Chekitan Dev, professore associato presso la facoltà di Hotel Administration della Cornell University e autore del famoso saggio “Hospitality branding” . Ha collaborato con le maggiori entità aziendali mondiali legate al turismo. Attraverso una serie di consigli e una sorta di decalogo ha suggerito, con esempi pratici e video, come affrontare la crisi in campo turistico alberghiero. Per lui è importante uscire dal “sea of sameness” del panorama odierno (mare di omologazione e perdita di identità) attraverso, anche, la comunicazione diretta. Strumento fondamentale i social-media che ti permettono di dialogare con i clienti e trasformarli i promotori della tua realtà, ma non solo. Ha spiegato come il coinvolgimento sensoriale stravolge i parametri di scelta di una destinazione turistica. Per esempio il 51% di chi viaggia sceglie un hotel dopo aver visto un video su Youtube; la percentuale aumenta se si parla di chi viaggia per lavoro (69%!).

Servizi diversi a clienti diversi: Chekitan ha fatto una panoramica interessante di come sia cambiato il mercato di come siano mutate le esigenze dei turisti, e soprattutto cosa cerca effettivamente un cliente in un hotel. Interessante la ricerca che rivela che le persone sono disposte a spendere il 6% in più se la struttura è eco-friendly. Emerge una coscienza nuova che rivela un ospite radicalmente cambiato (pensiamo alle etnie e alle nazionalità, come il flusso di turisti cinesi) e un rapporto completamente diverso tra i due protagonisti assoluti dell’ospitalità: chi arriva e chi ospita. Per Dev è fondamentale il “sentirsi” parte di un tutto, dove chi arriva sostiene moralmente e affettivamente chi lo ospita, e quest’ultimo è impegnato ad assecondare le esigenze e le evoluzioni che nel tempo trasformano il cliente stesso. E per fortuna che c’è il web, che permette questo flusso continuo di informazioni tra i due, preziose per fare bene il proprio lavoro e affrontare con vigore e gli strumenti giusti la crisi.

Be Wizard! sembra sempre meno un evento di nicchia e sempre più un evento di punta. Associare ad una così grande ed immediata visibilità mediatica un pizzico di promozione della città sarebbe potuta essere una buona idea, soprattutto per prolungare il week-end e trasformarlo in una duplice occasione (lavoro e leisure) e aumentando le presenze primaverili. Il richiamo dei relatori di oltreoceano ha svolto il suo effetto, e magari il prossimo anno cavalcare l’onda renderà ancora più prezioso l’evento digitale più importante dell’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

* Web-copywriter e content curator con occhio attento al turismo e il mondo dell’accoglienza. Collabora con lapiazzarimini.it sulle tematiche ‘turismo’ e ‘web 2.0″.

 

image_pdfimage_print

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni