Salva l’Oasi Torriana Montebello

L'assessore della Provincia di Rimini, Yuri Magrini.

Secca smentita da parte della Provincia di Rimini relativa ad una presunta cancellazione dell’Oasi faunistica di Torriana- Montebello circolata ieri e ripresa in primissima battuta anche da noi (vai alla notizia). Secondo l’Ente quanto riportato nella nota dell’associazione ambientalista (in particolare relativamente al passaggio “abbiamo appreso nei giorni scorsi della decisione dell’Assessore provinciale Magrini (foto) di proporre in Giunta per la prossima settimana la delibera per la soppressione dell’Oasi Faunistica di Torriana-Montebello, nella imminenza della stesura del nuovo Piano Faunistico e senza neppure prevedere alcun provvedimento equivalente a livello di tutela della fauna sul territorio provinciale”) risulta palesemente infondato, non essendo prevista – dice la Provincia – la discussione di questo o analogo provvedimento nella seduta di Giunta provinciale delle prossima o delle successive settimane o mesi in quanto l’Amministrazione provinciale di Rimini non ha alcuna intenzione di sopprimere, cancellare, ridurre l’Oasi faunistica di Torriana- Montebello. Sorprende – continua la nota – l’approssimazione del WWF di Rimini che avrebbe non solo potuto verificare direttamente con l’assessore Magrini la veridicità della notizia prima di inviare l’allarmistica comunicazione ma almeno essere coerente e rispettoso rispetto alla telefonata fatta dallo stesso Assessore nella tarda mattinata odierna (di ieri 5 aprile per chi legge, ndr) ai responsabili dell’associazione, una volta scaturite in maniera impropria le prime distorcenti notizie sui social network. Si spera che la presente smentita ristabilisca un minimo di verità dei fatti.”

A questo proposito, c’è qualcosa che non torna. Nel senso che la prima nota che riceviamo dal Wwf è effettivamente nella mattinata di ieri 5 aprile. La comunicazione contiene anche una lettera, quella che il Wwf trasmette alla Provincia con le proprie “rimostranze”. Ebbene, la missiva è datata 3 aprile. La Provincia, nella sua nota di replica (giunta alla nostra casella di posta elettronica alle 16,36 di ieri e riportata integralmente in apertuta di questo articolo) invece fa riferimento ad una telefonata intercorsa nella mattinata di ieri. Insomma, qui qualcuno non la dice proprio tutta. Infatti, il Wwf nel replicare aggiunge altri dettagli interessanti. Eccoli. Il WWF – scrivono stamane gli ambientalisti riminesi – apprende con stupore la smentita dell’amministrazione provinciale sull’esistenza della delibera di Giunta relativa all’imminente chiusura dell’Oasi faunistica di Torriana-Montebello, elaborata in accordo e “imbarazzante” armonia, con le associazioni venatorie, desiderose di sterminare diverse centinaia di animali nelle battute primaverili e da noi osteggiata con decisione. Respingiamo con vigore – si legge ancora nella nota – affermazioni che mettano in discussione la credibilità del WWF circa la diffusione di notizie non veritiere. Il WWF prende atto, tuttavia, con soddisfazione di quanto viene asserito ora dalla Provincia, rispetto all’esito scaturito dalla nostra mobilitazione e auspica che anche in futuro questa sia la linea perseguita. Non possiamo sottacere però che, malgrado la smentita della Provincia, la citata delibera sia stata illustrata al WWF e mostrata la relativa cartografia, in ben due distinte occasioni di confronto sulla proposta di delibera stessa nei giorni 28 marzo e 2 aprile. In tali occasioni, hanno partecipato da parte della Pubblica Amministrazione l’assessore Magrini, il dirigente dell’Ufficio tutela faunistica e il funzionario referente del provvedimento. Come WWF erano presenti Lorenzo Bruschi (consigliere regionale WWF), Fabio Re (consigliere provinciale WWF) e il coordinatore del Forum Ambiente della Provincia di Rimini Onide Venturelli, per il mondo venatorio, erano presenti i presidenti degli ambiti territoriali di caccia Rn1 e Rn2. Non accettiamo che si utilizzi il termine “cantonata” nei confronti del WWF per definire una nostra legittima presa di posizione su fatti concreti e documentabili.”

Indipendentemente dai dettagli, che forse qualcuno vorrà anche chiarire, la sostanza non cambia. La notizia di oggi è che l’Oasi faunistica per il momento è salva. (d.ch.)