BELLARIA, E’ GIA’ CAMPAGNA ELETTORALE

image_pdfimage_print

Marcella Bondoni, sconfitta nel 2009 dal centrodestra. Dopo un paio di anni ha ceduto pure il passo in Consiglio. Assomiglia a un addio.

Il sindaco di Bellaria Igea Marina Enzo Ceccarelli

Sinistra Ecologia e Libertà entra con largo anticipo in campagna elettorale a Bellaria Igea Marina. Dopo qualche timida stoccatina all’amministrazione di centrodestra, il partito che sostenendo Vendola a livello nazionale sta mettendo in difficoltà il Partito Democratico un po’ ovunque alle primarie, ha dato una sostaziosa accelerata in quel di Bellaria Igea Marina. Ha prima aperto un sito proprio (http://selbellaria.jimdo.com) poi ha attaccato duramente il sindaco Enzo Ceccarelli, reo a suo dire di “andare indietro come un gambero” soprattutto su quello che finora è stato un punto fermo della giunta sostenuta dal centrodesta bellariese: le opere pubbliche che da troppi anni la città attende per tornare competitiva sul principale mercato che le interessa, quello turistico. Poi ha delineato un “decalogo” (vedi qui sotto) sulle azioni del buon governo della città e infine ha palesato il vero obiettivo: riunire e ricompattare le sinistre bellariesi per disarcionare il centrodestra dal governo della città. Ma chi si cela dietro questo simbolo che, per la verità, non ha ancora mai raccolto grandi consensi in città né in tutto il riminese? Se lo è chiesto pure il centrodestra, nei giorni scorsi, etichettandolo come “partito senza volto”, ma ipotizzando che dietro quel simbolo ci siano poi gli ex amministratori, i quali attaccando Ceccarelli, Giorgetti e Maggioli “credono di rifarsi una verginità”, quando invece “sono stati protagonisti dell’azione amministrativa degli ultimi anni”. Per la verità ancora oggi chi siano i rappresentanti di Sel a Bellaria non è dato a sapersi, c’è chi ci vede la mano di Gianni Scenna, l’ex sindaco caduto quasi in disgrazia nel Pd dopo un durissimo tira e molla con la “squadra di Nando”, al secolo Ferdinando Fabbri. Ma anche l’ex sindaco e presidente della Provincia ha la sua bella gatta da pelare in città: la sua pupilla, Marcella Bondoni, è stata ingloriosamente sconfitta nel 2009 dal centrodestra guidato dall’albergatore ed ex presidente di Verdeblu, Enzo Ceccarelli, e dopo un paio di anni di quasi anonimato, ha ceduto pure il passo in Consiglio, rinunciando a fare il capogruppo al Pd. O a quel che resta del Pd. Già, perché molto probabilmente l’avanzata di Sel è stata favorita proprio dal Pd, che ha creato un vuoto nella politica bellariese, lasciando che altri si intromettessero sul palcoscenico. Prima il comitato Associazione Via Andrea Costa, quelli del parcheggione per intenderci, che stanno cavalcando una battaglia durissima con il Comune, fiancheggiati proprio da Sel e, in certe occasioni, dalla Lega Libera di Dante Stambazzi, ex primadonna della Lega Nord, defenestrato dai nuovi leghisti riminesi, che si sta togliendo pian pianino tanti sassolini dalle scarpe. Non dal Pd, o almeno, non ufficialmente: anche i rappresentanti del partito di Bersani infatti, nel momento di decidere se portare o meno la petizione firmata dai 1400 cittadini sul progetto di via Costa, si sono allineati alla maggioranza di centrodestra, rinunciando in pratica a capitanare quella protesta. Ovviamente quel ruolo qualcuno doveva prenderselo e se ne è appropriato appunto Sel, che da qui ha fatto partire la sua invettiva, allargandola a tutto il programma di Ceccarelli, mettendosi addirittura in competizione con il sindaco e la giunta con un programma alternativo. E soppiantando di fatto il Pd dal ruolo che doveva essere suo, anzi, schernendolo quasi dichiarando che l’obiettivo del “partito senza volto” è quello di ricompattare le sinistre. Un obiettivo che avrebbe dovuto essere del Pd anche quello. Di tutto questo, però, Ceccarelli e i suoi, sembrano curarsene poco: dal centrodestra tutta questa evoluzione vendoliana è vista semplciemente come la resa dei conti in casa del Pd o dei vecchi Ds magari. Un problema che si riflette a livello nazionale in effetti, dove Bersani e Vendola si stanno misurando su tutti i fronti senza ammettere lo scontro. Scontro che invece a Bellaria Igea Marina va avanti da tanto tempo. (DB)

Ecco il “programma” di Sinistra Ecologia e Libertà di Bellaria Igea Marina.

LINEE PROGRAMMATICHE PER IL BUON GOVERNO DELLA CITTA’ DI BELLARIA IGEA MARINA
Anche a Bellaria Igea Marina SEL-Sinistra Ecologia e Libertà si è data un obiettivo ambizioso ma esaltante: unire le diverse anime della Sinistra, da tanti e troppi anni divise ed inconsistenti. SEL è un’organizzazione politica libera, laica, democratica ed aperta. Si fonda sul principio della libertà, solidarietà ed eguaglianza, dell’ecologia, della non violenza e della differenza sessuale. SEL si ispira alla Costituzione italiana e ai valori della Resistenza antifascista. La trasparenza e la correttezza sono le condizioni imprescindibili per tutti coloro che sono e saranno chiamati ad impegnarsi in e con Sinistra Ecologia e Libertà. A Bellaria Igea Marina, in modo particolare, si lavorerà, si sta già lavorando per costruire un rapporto di collaborazione con i potenziali alleati del Centrosinistra, affinché non si ripetano gli errori del passato e si metta al centro, al primo posto dell’azione politica, il progresso della città, strettamente legato alla difesa dell’ambiente, alla giustizia sociale ed alla tutela delle fasce deboli della popolazione. Si presenta, a seguire, il Decalogo delle principali linee programmatiche per il buon governo di Bellaria Igea Marina, che Sinistra Ecologia e Libertà pone all’attenzione dei Partiti, dei Sindacati, delle Associazioni e di tutta la cittadinanza, al fine di aprire un tavolo di confronto e di approfondimento, trasparente e democratico, con tutte le realtà e le forze più sane della nostra città, in preparazione delle Amministrative 2014. Revisione degli strumenti urbanistici vigenti, avente come obiettivi prioritari e strategici la drastica riduzione del consumo di territorio, la riqualificazione delle periferie, il riuso del patrimonio edilizio esistente, la rimozione delle situazioni di degrado esistenti e la creazione di aree verdi e spazi di aggregazione in ogni quartiere della città. Inoltre, si opererà urbanisticamente per la riorganizzazione e l’ampliamento delle aree artigianali esistenti che dovranno avere caratteristiche di aree produttive ecologicamente attrezzate di ambito comunale, con l’obiettivo di promuovere la dismissione e la ricollocazione degli insediamenti produttivi sparsi, oggi presenti sul territorio comunale e spesso responsabili di situazioni di degrado in zone che hanno assunto negli anni caratteristiche di aree residenziali.
Redazione del Piano della Mobilità, prevalentemente incentrato sull’incremento della mobilità lenta, attraverso la realizzazione di marciapiedi e di una rete di piste ciclabili a servizio dell’intera città, che, prioritariamente, possano permettere ai bambini e ai ragazzi di raggiungere le loro scuole a piedi o in bici. Inoltre, si lavorerà per giungere in breve tempo alla predisposizione di una linea circolare di autobus elettrico urbano a tariffa agevolata per giovani ed anziani. Si imposterà, infine, attraverso il car-sharing ed il bike-sharing, un’altra idea di mobilità maggiormente sostenibile, al fine di disincentivare l’uso dell’auto privata e permettere a più utenti di utilizzare autonomamente in periodi diversi la stessa autovettura o la stessa bicicletta, con notevole risparmio di costi, economici ed ambientali. Realizzazione di un Programma speciale di lavori pubblici. All’interno di tale Programma, al fine di procedere ad una reale interconnessione fra gli agglomerati di Bellaria ed Igea Marina, attualmente divise non solo fisicamente dal fiume Uso ma anche urbanisticamente vista l’assenza di aree di pregio, in special modo in riva destra, progettazione e realizzazione di un Piano particolareggiato (oggi PUA – Piano Urbanistico di Attuazione) ad alta valenza ecologico-naturalistica per la sistemazione e riordino delle aree spondali del fiume Uso, a valle della via Ravenna. Tale Piano dovrà essere realizzato al fine di creare un luogo-simbolo, un’eccellenza per l’intero territorio comunale. Inoltre, si lavorerà per approntare un piano straordinario di edilizia economica popolare (edilizia residenziale pubblica). Sarà impostato, infine, un progetto specifico per la valorizzazione dei lungomare e dell’arenile in termini ambientali e turistici ecocompatibili. Elaborazione ed applicazione di un nuovo Piano comunale del commercio, che abbia tra i principali obiettivi quello della creazione e del potenziamento dei centri commerciali naturali, sull’Isola dei Platani e lungo le direttrici principali di Igea Marina (via Ennio e via Ovidio, principalmente), anche attraverso l’obbligo di apertura annuale per tutti gli esercizi commerciali presenti e l’estensione dell’area pedonale esistente; Elaborazione di un Piano Integrato dei Servizi Sociali, avente come finalità principale il sostegno ai soggetti potenzialmente più deboli della popolazione (disoccupati, anziani, giovani, disabili, immigrati, ecc.). Nello specifico, per ciò che concerne le comunità straniere residenti in città, saranno messe in opera tutte le iniziative possibili al fine di agevolare e favorire l’aggregazione e la partecipazione di tutta la comunità alla vita sociale, che costituisce un arricchimento per l’intero tessuto cittadino. Progettazione e realizzazione della Casa della Musica e della Casa delle Culture, eventualmente recuperando e ristrutturando all’uopo la vecchia fornace, interessante esempio di archeologia industriale nel territorio comunale, al fine di creare nuovi spazi sociali e di aggregazione culturale. Sarà valorizzato e potenziato il ruolo della cultura come elemento imprescindibile di coesione sociale attraverso la promozione e la valorizzazione delle istituzioni culturali comunali. L’offerta dei posti negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia deve essere potenziata. A tal fine, verrà predisposto un piano per la realizzazione di un asilo nido e di una scuola dell’infanzia comunali, uno nel quartiere Bellaria e l’altra nel quartiere Igea Marina. Predisposizione e realizzazione di un programma speciale di contrasto all’elusione ed all’evasione fiscali, attraverso l’ottimizzazione ed il potenziamento dell’Ufficio comunale tributi e la sua collaborazione, in stretta sinergia, con le Agenzie fiscali, soprattutto con l’Agenzia delle Entrate. In merito alla produzione di energia da fonti rinnovabili, obbligo per le nuove costruzioni ed incentivi per gli edifici esistenti per l’installazione di impianti solari e fotovoltaici attraverso uno specifico aggiornamento del RUE – Regolamento Urbanistico Edilizio. Elaborazione ed applicazione pratica di uno Studio per la promozione del Turismo ecosostenibile e per la destagionalizzazione del mercato turistico, anche attraverso forme di incentivazione/disincentivazione economica e normativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni